quel pranzo inaspettato

Giovedi, un giorno di merda, sempre pieno di lavoro…. arrivano le 13:27 mi alzo dalla scrivania e dico tra me e me, andiamo a mangiare un boccone prima che si presentino gli effetti ci un calo glicemico…. prendo i famosi ticket dallo zaino e non faccio nemmeno in tempo a mettermeli in tasca, e “toc toc” bussano alla porta del mio ufficio…. “prego prego” esclamo perplesso. Si apre la porta e……una bellissima ragazza straniera (che lavora nello stesso palazzo, ci siamo visti un paio di volte e penso che il nostro interesse sia reciproco….

)mi dice ciaooooo come stai,andiamo a pranzo insieme?…. ok subito accetto ma con tono deciso e fermo. Lei ha un profumo inebriante un vestitino succinto, è minuta ma ha degli occhi ed un sorriso bellissimo…. Mentre andiamo al ristorantino sulla strada, parliamo di tante cose, ci confidiamo e nasce un bel feeling…..seduti a tavola, lei mi parla ed io comincio a sentire la mia verga che comicia a chiedere sangue, lei come se avesse capito, incomincia a strusciarmi con il piede proprio li (inutile dire che siamo in un posto affollato con altre persone sedute a fianco), io arrossisco perche sono molto timido, ma lei si diverte e continua senza fare una piega….

ormai è talmente duro che non posso alzarmi, farei la figura del maniaco, deciso le prendo il piede e arresto la sua voglia…. lei mi fa in occhilino e inizia a succhiare un grissino…..aiaiaiaiai, sento i brividi venir su dalla schiena…che faccio? Ok mi ricompongo le idee, mi alzo (il tovagliolo posizionato strategicamente proprio li, mi dirigo al bagno, devo sciacquarmi la faccia, entro dento e ovviamente il bagno non è diviso, vabbè, nemmeno riesco ad aprire il rubinetto e mi sento prendere da dietro…..cazzo è lei….

ormai il pene esce fuori dalla tasca dei pantaloni, lei lo tocca e mentre lo fa mi guarda e sussurra con la sua voce dolcissima “ti voglio adesso, voglio il tuo cazzo dentro di me”……bhe io la prendo di peso ci infiliamo nel bagno (fortuna vuole che sia bello largo con i muri in cemento e la porta solida), gli alzo il vestito…. èsenza mutande la porcona maiala…. gli infilo l’arnese nelle sue labbra bagnate, lei geme senza timore, mentre la penetro con violenza gli sussurro:”sei proprio una bella troiona, ti piace essere scopata cosi, nel bagno di un ristorante”),.

lei continua ad emettere dei piccoli gemiti di piacere ma sento che trema, sento il suo sesso pulsare di piacere, sento il suo dolce miele scorrere sul mio pene, quel rumore di bagnato mi eccita mi piace, cerco di andare piano per darle piu piacere, ma lei vuole essere sfondata come si deve, si muove, si dimena, accelera…. continua a venire, lo sento, ormai sono in trans, sembra tutto un sogno incredibile, ma lei mi riporta subito alla realta, scende dal mio arnese e lo prende in bocca, mi guarda, lo ingoia tutto fino a tossire, su e giu, su e giu sempre piu velocemente, mi guarda e dice:”voglio farti godere, voglio il tuo seme, voglio darti piacere”….

sono cosi gonfio e turgido che quando lo prende in bocca sento i suoi denti…gli prendo gentilmente la testa da dietro e incomincio a scopare la sua gola, lei sbrodola saliva come un cane, sto per venire e mi tiro indietro, ma lei mi prende le chiappe e lo prende in gola, io gli vengo in bocca come un a****le, continuo a muovermi ma lei lo prende tutto, lo succhia e lo ingoia come un’ingorda….

incredulo la osservo, è in trans avvolta dal piacere…..ci guardiamo forse per un secondo, ma a me è sembrato una vita, siamo felici di aver fatto questa esperienza e chissa se in futuro non capitera di nuovo con una dinamica diversa…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *