Il Grande Gatsby – Primo tempo

Io e Lucifer4 eravamo d’accordo… avevamo fantasticato a lungo su Camilla, quella sua amica ancora vergine, sessualmente repressa, pronta a esplodere in un’eruzione di ingordigia sessuale… Lei è amica della sua compagna… quindi lui non aveva alcuna possibilità di essere il fortunato a far esplodere la voglia di cazzo di Camilla… ma io… si!

Come d’accordo, mi presento al cinema, proiettano “Il Grande Gatsby”. Non so che faccia ha Lucifer4 o la sua compagna… ma so come è fatta Camilla… io e Lucifer4 abbiamo fantasticato molto su di lei, sul suo corpo, sul suo viso occhialuto che sembra solo volere un bel bagno di sperma!

Attendo nell’atrio del cinema… e la vedo, indossa una semplice maglietta e una gonna… bene, il vestiario è adatto al mio scopo.

Vedo che anche Lucifer4 ha seguito il piano, facendo indossare una minigonna alla sua compagna. Tutto secondo il nostro disegno, la nostra fantasia.

Li seguo, e, come previsto, la compagna di Lucifer4 si siede al centro… e mi affretto ad occupare il posto a fianco di Camilla… Per lei sono solo uno sconosciuto, ma il cinema è abbastanza pieno che il fatto che occupi la poltrona accanto non desta alcun sospetto.

Il film comincia… ma io, senza farmi scoprire, guardo le sue lunghe gambe fasciate dal collant… e cerco di vedere il suo viso… che per ora è fisso sul grande schermo…

Aspetto che Lucifer4 cominci la sua azione… Sento all’improvviso la sua compagna, parlottare, sembra seccata… Non vedo, ma penso di sapere che succede… l’abbiamo deciso insieme… Lui sta iniziando a toccarle la gamba a lui più vicina, a risalire verso il bordo della minigonna… e ovviamente lei non sembra starci… con Camilla li di fianco, e una casa libera che li aspetta dopo il film, si starà chiedendo perchè quella mossa…

Dopo un po’ Lucifer4 ci riprova… e piano piano i suoi borbottii, i suoi rimproveri a bassa voce… smettono.

Lucifer4 sarà riuscito a raggiungere l’interno coscia della sua compagna… a far scorrere la sua mano fino a lambire la sua passerina??? Difficile dirsi, sono troppo lontano… e non sono qui per guardare… sono qui per agire…

Il film procede, anche se ammetto che non lo sto seguendo… a tratti fisso il viso di Camilla, quando mi accorgo che lei ha smesso di guardare lo schermo… i suoi occhi sono fissi verso il basso, un po’ a sinistra… verso il sedile della compagna di Lucifer4… e questo vuol dire solo una cosa: lui ci è riuscito, le sta massaggiando l’interno coscia, forse le lambisce veramente la passerina… e Camilla se ne è accorta.

Chissà cosa sta pensando, chissà se, come credo, si sta eccitando… lei che non ha mai avuto un uomo che la soddisfacesse… davanti ad una scena così…

Sorrido fra me e me… posso fissarla tranquillamente, tanto sembra inebetita, guardando verso il lato opposto, verso la coppia di amici che, inaspettatamente, sta facendo aumentare la sua eccitazione, la sua fame di cazzo repressa…

E ora, prendendo coraggio, inizio a sfiorare la sua gamba.

E’ il momento della verità: potrei essere ripreso, in malo modo, o potrei ottenere il mio scopo.

Il primo tocco è veloce, leggero… forse non se ne accorge… con il dorso della mano le sfioro la coscia… il secondo, il terzo tocco ripetono lo stesso gesto… voglio che lei capisca che non sono casuali… ma voglio siano anche tocchi innocenti, così da capire se posso farmi più coraggioso… Lei gira la testa verso di me, mi guarda, io la guardo… è il momento della verità! Rigira la testa, torna a guardare i suoi amici… forse nemmeno lei sa perché non mi ha detto nulla, non si è mostrata scocciata, non mi ha ripreso… l’eccitazione forse non l’ha fatta ragionare.

Ma per me questo vuol dire solo una cosa: posso provare ad andare oltre. E ora appoggio il palmo della mia mano sul suo ginocchio… e pian piano sposto la mia mano in su… percorrendo la sua gamba, toccando il bordo della sua gonna sopra il ginocchio… in su fino a metà coscia, e poi tornando verso il ginocchio… e lei non mi guarda… mi lascia fare, mentre si mette a fissare il grande schermo, anche se sono sicuro che non sta pensando al film… probabilmente non sta pensando a nulla… sta cercando di capire le mille sensazioni che il suo corpo le sta inviando.

Si accendono le luci… Fine primo tempo. Ritiro la mia mano da Camilla, così come sono sicuro che Lucifer4 stia facendo con la sua compagna. Camilla si gira verso i suoi amici, dice che deve andare in bagno… si alza. Ma per uscire deve passare davanti a me. E mentre lo fa, cogliendo il momento con la compagna di Lucifer4 voltata dall’altra parte, le passo un biglietto…

Mi volto verso Lucifer4, strizzo l’occhio… il piano procede

Vedo Camilla andare verso il bagno del cinema, aprendo il biglietto: starà leggendo il testo

“Per un grande secondo tempo, abbassati leggermente le calze… e levati le mutandine”

Chissà se lo farà…

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
E’ una fantasia che ho buttato giù velocemente, senza star troppo a pensare o rileggere: secondo me queste fantasie vanno scritte di getto.

Merita di continuare? Merita che venga scritto il secondo tempo? A voi i commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *