Visita medica

Racconto scritto a un Anonimo

Quel pomeriggio ero uscita a fare delle compere natalizie per amici.
Prima pero sarei dovuta passare dal dottore di casa per una visita di controllo, il solito check up annuale.

Entrai nello studio che e proprio qui sotto casa. Avevo indossato una gonna jeans corta con delle calze di lana nere, un maglioncino rosa corto; sotto un perizoma piccolissimo (tanto sapevo che il medico, per visitarmi no doveva arrivare proprio fino li!) e sotto il maglioncino non avevo messo il reggiseno.

In quel periodo amavo sentirmi libera in tutti i sensi e amavo sentire le mie grosse tette muoversi sotto la lana. Infilai il cappotto e gli stivali. Presi la borsa e uscii.
Nevicava.
Arrivai in due minuti allo studio deserto. Era il periodo di natale e probabilmente la gente, era gia in ferie.
Mi sedetti dopo essermi tolta il cappotto.
I capezzoli per il freddo si erano molto ingrossati. Il secondo paziente suono alla porta e si sedette di fronte a me.

Prese svogliatamente un giornale; pero vedevo che fissava le mie tettone con i capezzoli grossi. Lo so, era gia eccitato.
Allora per provocarlo di piu allargai le gambe; adesso impazziva…. guardava tutto il tempo; dunque andai verso la finestra con la scusa di prendere un giornale e mi abbassai provocandolo al massimo; si alzo di s**tto, sapevo che stava per scoppiare e fece cenno di prendere un giornale…..mi palpo il culo e io lo lasciai fare.

Il mio perizoma era molto bagnato. Mi disse a voce bassa: posso penetrarla con un dito?
Signorina F. …..era il mio turno……dovetti entrare…

Il medico mi disse di accomodarmi e di togliermi il maglione.
Mi guardo e mi disse: porta la biancheria ? Reggiseno? Dissi no…. Fa niente disse si tolga il maglione……
I CAPEZZOLI erano turgidissimi. Comincio a visitarmi i polmoni e mi disse di alzarmi.
Disse come mai non porta il reggiseno? Gli dissi; cosi! Lui riprese: ha freddo? Dissi no, perche? Disse ha i capezzoli molto duri, pensavo avesse freddo.

Si tolga la gonna continuo e le calze. Pensai tra me, O dio le mutandine sono molto bagnate……
Rimasi solo con i perizoma e mi diede ordine di sdraiarmi sul lettino……
Mhh disse lui, vediamo un po; mi allargo leggermente le gambe, e piu che visitarmi sentivo mi stava accarezzando tutta….. i capezzoli erano sempre piu turgidi e le mutandine cosi bagnate che ormai si poteva notare. Mi seccava quella situazione ma mi piaceva…
Si alzi disse: mmhhh ha dei grossi seni, cammini un po…camminai un paio di passi e vedevo si eccitava vedendo sballottare i grossi seni…..adesso vada su e giu, e saltelli un po….

lo guardai ma pensai il tutto faceva parte della visita……mi venne vicino e disse: posso palparle queste grosse tette? Non dissi nulla, sussultai quando sentii afferrarmi i grossi capezzoli turgidi tra le dita…..che grossi disse, ne infilo uno in bocca adesso lo succhiava tutto e io sbrodolavo come una pazza.
Bella troietta disse adesso la calmo io…..mi strappo le mutandine con violenza…guarda qua disse, la fichetta tutta larga e depilata……ohhh guarda qui il clitoride, gonfio gonfio……lei e tutta in calore…..
Mi distese a cosce larghe sul lettino e comincio a straleccarmi la fica….

sentivo poteva leccare ogni cm…. prese il clitoride tra le labbra e lo leccava cosi avidamente che mi misi a gridare………troia, continuava lui, guarda quanto sei troia…..!
Mi obbligo a ,mettermi alla pecorina; si slaccio i pantaloni e mi mostro il grosso cazzo: disse: prima lo succhi tutto, voglio riempirti tutta la bocca; la prima sborrata la faccio cosi, la seconda vedremo….
Non potevo neanche parlare, sentivo tutta la mia sborra colarmi tra le cosce calde il grosso cazzo in bocca mi impediva di respirare….

leccavo tutto sto cazzone mentre lui godeva da pazzi andando su e giu. Continuo: prendi tutto troietta prendi che tra poco arriva una grossa sborrata…..
Feci cenno con la mano di fermarsi, non volevo ingoiare la sborra ; dunque estrasse il cazzo un secondo dalla bocca e prese un grosso vibratore dall armadio.
Disse con questo ti calmi un po…. era grossissimo quel cazzo di plastica e disse no per favore…..disse, la fica ti si allarga un po con questo……prendi…e me lo schiaffo dentro con forza.

Dopo di che mi riinfilo il grosso cazzo in bocca….
Un secondo dopo sentii la bocca riempirsi di sborra calda: mi dimenavo, non volevo ingoiarla ma disse: fino che non ingoi non lo tolgo…. prendi tutto succhiona prendi…su da brava…ooohhhhh dopo averlo ingoiato tutto estrasse il cazzone enorme e disse: togliti il grosso vibratore dalla vagina e siediti da brava.
Io non ero ancora venuta…..che situazione pensai: mi tolsi il grosso vibratore di gomma dalla vagina e disse: si sieda a cosce larghe e lo succhi tutto……io leccai un po, ma lui alzo la voce e disse: tutto ho detto…….

M. urlo: faccia entrare il prossimo paziente….
Io restai a bocca aperta…feci cenno di scappare ma disse: cosi in fretta non puo andarsene…..e ancora tutta eccitata si guardi: mi guardai davvero: a cosce larghe sulla sedia, piena della mia sborra in mezzo alle gambe e due tettone grosse dai capezzoli eccitati.
Il paziente entro: mmmmmhhh disse noi due avevamo solo iniziato……adesso, disse il medico, se ne prende due…..due grossi……!
Mi impalarono sulla sedia ordinando di mettermi alla pecorina; uno mi schiaffettava il culo e l’altro mi prese per i capelli facendomi gridare e infilandomi un cazzo ancora piu grosso del precedente in bocca.

Guarda come sbocchina bene la troia, disse il medico. E con uno strattone mi infilo il cazzo in fica……. Che calda, disse….. Gridai di piacere. Ora stavo lavorando con due cazzi.
Sentivo il medico allargarmi bene le chiappe e inumidirmi il buchino. No, feci cenno con la testa, no no per favore.
Prese il vibratore e con una violenza mi penetro il culo….
Tre cazzi ti stai prendendo troia, tre cazzi, puttana….

Il paziente mi innondo la bocca di sborra bollente: il medico disse all´altro: …. non toglierlo fino che non ha succhiato tutto…. fino all´ultima goccia…non ebbe finito di parlare che mi innondo la fica di sborra…..
Ero tutta piena di sborra, ma non ero ancora venuta.

L´infermiera entro: ha finito dottore? DISSE si, adesso ci pensi lei……questa e una grande scopona…. é gia ben preparata, vero succhiona???

Ero a bocca aperta…quanto l ínfermiera si spoglio davanti di me…..adesso ci divertiamo noi due…….

disse…. ! Aveva due tette grosse come due meloni; una fica completamente depilata dal clitoride sporgente e due belle chiappe sode e rotonde….. Beh; continuo e stata sbattuta per bene e???
Si avvicino e prese tra le dita le grosse labbra…..si chino e mi comincio a leccare…..godevo come una puttana: come leccava bene pensai…. disse…dai che arrivi tutta dai su…..ahhhhhhh ormai non potevo piu res****re…..mentre slinguava la mia fica calda le sborrai in bocca……mi disse: sei proprio una scopona…….

I due stavano godendo la scena e avevano nuovamente i grossi cazzi duri.

Mi alzai, la fica e il culo erano indolenziti le mie labbra, gonfie gonfie…..
Mi rivestii attonita.
Il medico venne nella mia direzione e disse: un momentino mi strappo le mutandine, mentre l´altro mi teneva ferma con forza allargandomi le gambe e la fica; cominciai a opporre resistenza ma non ci fu nulla da fare…. In pochi secondi mi infilarono con tutta la forza il grosso vibratore, poi mi riassesto le mutandine e disse: lo tenga ancora dentro, le fa bene……me ne andai con il grosso cazzo di gomma in mezzo alle gambe; presi l´ ascensore ed entrarono tre uomini.

Mi fissarono, si notava che avevo l´aria di essere stata sbattuta, uno di loro mi sorrise…..fecero commenti tra di loro…. sorrisero di nuovo…..

Andai verso casa e mi sdraiai a letto col grosso cazzo in fica…..mi masturbai per molte ore, non mi bastava mai……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *