Il mio trentesimo compleanno

Era il 6 aprile di qualche anno fa (15 anni fa precisamente) e avevo organizzato a casa mia una festicciola tra amici e amiche per festeggiare il mio trentesimo compleanno.

Ci divertimmo tantissimo, eravamo circa venti persone, un po di musica in sottofondo un bel buffet di rustici e alcolici e la serata trascorse serenamente.

Io ero un po brillo e tutta la serata mi piaceva parlare e scherzare con una mia amica di nome Monica.

Premessa che non è stata mai il mio tipo

La serata proseguì fino a mezzanotte circa quando decidemmo, un gruppetto di noi, di proseguire la serata in una discoteca a pochi km da casa mia.

Alla fine rimanemmo solo una decida di noi e gli altri si dileguarono in altri modi…

Andammo a ballare e naturalmente c’era anche Monica
Anche qui iniziammo a bere e anche parecchio. Credo una decina di bottiglie di prosecco.

Mi ricordo che cerano tantissime belle ragazze ed io ero carico come una molla, pronto a conoscere qualcuna.
Ad un certo punto della serata Monica mi si avvicina e inizia a ballare vicino a me……ma mano iniziava sempre più ad avvicinarsi, sempre di più…. il culo strisciava sempre più intensamente al mio cazzo. Mi accorgevo che voleva sentire il mio cazzo che si faceva sempre più grande……. e ci stava riuscendo alla grande.

Iniziamo a ballare come due veri porci ci toccavamo con gesti eleganti ma nello stesso tempo sensuali con sguardi sempre più penetranti.
A lei piaceva molto sentire il mio cazzo vicino al suo culo a alla sia figa……e cercava sempre di più il contatto.
Ogni tanto cercavo di allontanarla perchè non era il mio tipo, ma lei non mi lasciava.
Ad un certo punto finiamo di ballare , perché cambiano la musica ed era un pezzo che non ci piaceva ad entrambi e ci mettiamo a parlare faccia a faccia tenendoci le mani sui fianchi, io a lei e lei a me, ma la sua mano sinistra ad un certo punto finisce nella mia tasca davanti e mi tocca il cazzo ancora duro….

mi sussurra nell’orecchio complimenti amico mio ti posso giurare che un cazzo così duro non l’ho mai sentito…. e ci mettiamo a ridere entrambi…. Rimane così per qualche minuto fino a che non mi lascia….
A fine serate oramai erano passate le 4 mentre ci mettiamo in macchina Monica mi si avvicina e mi sussurra all’orecchio, ho deciso di farti un regalo extra se accompagni prima gli altri a casa.
Secondo voi cosa ho fatto? ….. L’ho accompagnata per ultima
Mentre accompagnavo gli altri amici lei era seduta dietro e mi veniva in mente la sua toccata ed il cazzo subito si risvegliò ed immaginavo anche che regalo aveva intenzione di farmi….

Furono 30 minuti più lunghi della mia vita…..
Accompagnati tutti lei passò avanti al mio fianco e durante il tragitto parlavamo di quello che era successo in disco. Lei confessò che io le piacevo molto ma sapeva anche che io in quel periodo ero interessato ad una nostra amica.
Arrivati quasi sotto casa sua mi disse di girare in un vicoletto cieco, fermai la macchina spensi il motore.
Le chiesi allora che regalo mi hai riservato ……
Lei senza vergogna, senza inibizioni mi disse “A me piace molto fare i pompini e questa notte ti voglio regalare una mia performans, poi mi dirai se sono brava, Ti va?””
Il ti va? poteva anche evitarlo, io le risposi semplicemente, un regalo non va mai rifiutato sopratutto questo tipo di regalo…..
Subito mi slaccio la cintura mi abbasso i pantaloni e inizio a confezionarmi il regalo….

Inizio a leccarlo come una vera e propria professionista, io rimasi un po sconvolto perché non mi aspettavo una elevata esperienza in pompini.
Lo leccava, lo ingoiava ed ogni tanto se lo sbatteva anche vicino alle labbra…. Fantasticaaaa, volevo che non finisse mai, lei non diceva nemmeno una parola, non si staccava mai. Le piaceva che il mio cazzo era duro come un marmo era l’unica cosa che avevo interpretato…..la sua saliva mi aveva bagnato anche le palle…..
Gli feci solo una domanda mentre me lo succhiava, gli dissi “Ti piace con ingoio o senza ingoio”” e lei lasciando per un attimo mi disse “Con ingoio”” Io esultai dentro di me come un attaccante segna un gol in finale di coppa campioni….

evvaiiiiii senza una goccia a terra….
Dopo un po il mio piacere esplose nella sua bocca senza fine……non me lo lasciò finché non era pulito….
Finito si alzò e mi disse …..”Ecco qui pulito e sistemato” e con le dita si pulì le lebbra (anche se erano già pulite, gesto che a me mi fa impazzire) e concluse “Hai visto che bel regalo che ti ho fatto?, Anche se anche mi hai fatto un bel regalo” E mi diede un bacio sulle labbra…..Adesso accompagnami a casa che sono le cinque passate……

Per fortuna il regalo me l’ha continuato a fare per un bel po……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *