mia moglie barattata

questa vicenda risale a molto tempo fà, eravamo sposati da un paio di anni mia moglie Maria aveva 23 anni. ha segnato l’inizio di molte altre situazioni che ancora nei limiti del possibile vanno avanti. mia moglie è sempre stata un tipo sveglio predisposto alle cose trasgressive,ai tempi eravamo giovani e ci si limitava a cose soft. La sua specialità era l’esibizionismo godeva morbosamente ad essere ammirata e fantasticare con me sui possibili commenti e pensieri degli spettatori.

grazie a questa sua passione ho avuto la possibilità di portarla in giro ad esibirsi vestita a volte in modo osceno. ve la descrivo : una ragazza non molto alta fisico minuto ma con proporzioni perfette. gli amici al bar non vedevano l’ora che arrivavamo per potersela guardare,e specie in estate lei non li deludeva mai… vestitini leggeri e molto corti, scollature generosi e niente reggiseno, percio le sue tette erano ormai una cosa pubblica,ma tutti puntavano al meglio e con Maria non era difficile arrivare a sbirciare in mezzo alle gambe fino alle suoi microscopici slip ( QUANDO LI PORTAVA) persino io ero all’oscuro lo dovevo scoprire a fine serata,perche il mio posto era sempre di fianco mai di fronte, e dunque quando io notavo che un passante o un amico buttava l’occhio tra le gambe non sapevo se era arrivato a guardargli dentro la fica o se si era fermato agli slip.

l’unico dato certo e che tutti i miei amici almeno una o piu volte hanno visto la fica di mia moglie. ma tutto finiva li anche se durante le nostre scopate l’argomento di prendere piu cazzi era sempre presente. veniamo al momento decisivo, il tutto avvenne in inverno, mia stagione preferita perche potevo dare sfogo a tutte le mie fantasie sui vestiti. in questa stagione erano di rigore calze a rete ,tacchi alti gonne cortissime e un cappotto lungo che all’occorrenza copriva in emergenza.

vietate le mutande e la convinsi a togliersi anche quel triangolino di peli subito sopra la fica. stavamo girando in macchina per la citta e lei naturalmente quando mi affiancavo ad un autobus o macchine piu alte iniziava lo show. cappotto aperto, gonna tirata su per far vedere gli elastici delle calze e una porzione di gambe, a volte quando vedeva qualcuno interessato arrivava anche a mostrargli le sue labbra rosa. quel giorno era particolarmente in foia, ogni tanto la toccavo ed era bagnata e viscida oltremodo.

finche sul marciapiede vede un ragazzo di colore che vendeva borse, mi fece fermare e scese per guardare. andammo dal venditore e lei si accuccio per vedere le borse, il ragazzo si accorse subito del suo abbigliamento e si abbasso pure lui, lei parlava e apriva lentamente le gambe sempre di piu…..il nero non sapeva se guardarla in viso o tra le gambe. la situazione stava eccitando pure me e decisi di portarla via.

lei reagi male a questa mia decisione, dicendo che gli avevo rovinato tutto, che voleva vedere quanto avrebbe resistito il ragazzo prima di fargli una proposta o addirittura toccarla. gli chiesi cosa avrebbe fatto se l’avesse toccata e lei candidamente mi disse che magari se lo scopava davanti a me. in quel momento il cervello si e spento e il cazzo ha preso il sopravvento. sono tornato dal ragazzo e gli ho detto senza mezzi termini che se mi dava la borsa senza soldi poteva toccare mia moglie.

raccolse la sua roba e la mise in macchina e sali, li spiegai a mia moglie l’accordo e lei con aria di sfida disse di si. trovammo un luogo tranquillo e ci fermammo, lei si tolse il cappotto e passo dietro, sbottono la camicia e tiro fuori le tette alzo la gonna e spalanco oscenamente le gambe verso di me. il nero titubo un attimo e poi comincio a toccare le gambe, sali e arrivo alla fica un paio di carezze e ci mise dentro due dita e comincio a sditalinare.

la troia di mia moglie voleva resistere ma dopo un minuto ansimava come una scrofa, il nero si butto sulle tette a leccare e smanacciava in fica,il mio cazzo era alle stelle, vedevo mia moglie violata da uno sconosciuto e ci godeva pure. tentai di entrare nel gioco ma lei mi respingeva voleva che guardassi e basta. lei era eccitata al massimo e mugolava e incitava il giovane. nella confusione il nero ormai cotto tira fuori il cazzo duro come una pietra e gli dice in un italiano approssimato che il cazzo stava per scoppiare,lei presa alla sprovvista se lo ritrovo in mano e comincio a menarlo, ma il negro voleva dire che stava per sborrare e la sua sega lo accelero, parti il primo schizzo e il negro gli prese la testa e gli disse di bere la sborra, lei senza pensare lo imbocco e lo fece venire in bocca.

finita la sborrata il negro era ancora in tiro e voleva scopare. disse di andare nella sua baracca e lei ormai partita disse di si. arrivati dentro si buttarono su un materasso e lui la infilo subito. cercai nuovamente di partecipare e lei inviperita mi disse che dovevo solo guardare. andarono avanti un po e io seduto guardavo e mi segavo. il negro tento di fargli il culo ma lei rifiuto,dopo un po entro nella baracca un altro negro ma molto piu anziano, restammo tutti impietriti per un minuto, il nuovo arrivato capita la situazione,mise fuori il suo uccello e si avvicino a Maria, lei lo guardo e disse “questo si che e grosso” e si mise a leccarlo.

un minuto dopo vedendola seduta sopra un negro e con un altro in bocca sborrai come una fontana. poi si scambiarono posto e lei guardandomi mi diceva” me la sta sfondando e come avere un tubo di ferro in fica” e veniva a raffica. io ero ipnotizzato dalla scena e lei completamente fuori di testa…. tanto che nessuno si e accorto che il ragazzo gli era andato dietro e gli puntava il culo. si e ripresa solo quando ha sentito la fiammata dell’inculata ma era tardi.

con due cazzi dentro e andata fuori di testa ha cominciato ad urlare di rompergli il culo di aprirla come una vacca, io intanto sborravo e mi rieccitavo,poi lei esplose in un orgasmo devastante,ancora sconvolta dal godimento rantolo: mi stanno sborrando dentro, mi stanno riempiendo…. poi tutto si calmo, ci siamo ricomposti e siamo andati verso la macchina senza parlare. in macchina la vidi armeggiare con dei fazzoletti per cercare di arginare la sborra che colava dai buchi,nessuno parlo ma ci rendemmo conto della stupidaggine appena fatta, primo perche lei non pendeva nulla e rischiava una gravidanza ma ancor peggio quel periodo si rischiava con malattie mortali.

per un po di tempo finche non furono scongiurate tutte le possibili brutte notizie non si torno sull’argomento, dopo a mente serena mi confesso che quel vecchio negro l’aveva fatta godere in maniera unica. resistemmo un altro mese…. poi tornammo dal venditore di borse e invitammo lui e il vecchio che poi era suo padre, a casa nostra con una buona scorta di preservativi stavolta e la mia amata Maria ce la siamo scopata in tre.

siamo andati avanti un po cosi, poi l’anziano ha proposto a mia moglie di assaggiare altri cazzi africani di altre regione per vedere le differenze…..ma la troia ha accettato per ampliare il numero di negri da farsi. dopo questa vicenda e ancora oggi e cosi se un negro tenta il rimorchio lei non dice di no in qualche modo lo fa sborrare non se ne perde uno. per i suoi 50 anni a costo di pagarli voglio procurare una ventina di negri arrapati e guardare mentre la sfondano.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *