Pomeriggio d’inverno

Inizio col dire che è una storia vera….
In un freddo pomeriggio d’inverno me ne stavo a casa da solo navigando per siti porno avevo una mazza dura ed ero molto eccitato, quando all’improvviso suona il citofono al quale non avevo dato peso per niente pensando che era il solito rompicoglioni di turno pubblicità o altre cazzate poi inizia il telefono e chi era…??
Mia suocera che passava di qua e aveva preso un pensiero per sua figlia visto l’avvicinarsi del suo compleanno e voleva anche un mio parere… Mentre io avevo solo voglia di sborrare in quel momento… Quindi gli apro e viene su io indossavo solo il pigiama senza mutande visto che ero impegnato come apro la porta lei entra e nota subito il pacco e mi chiede se mi stesse disturbando… Io con un piccolo sorriso le dissi di no ma altro che invece
Premetto che mia suocera ha 57 anni ma si tiene in forma lunghe passeggiate palestra va a ballare si trucca e poi si veste sempre abbastanza provocante non volgare ma il giusto che ne so il leggins attillato che si vede il ficone usato ma tenuto bene con quei due labbroni da prendere a morsi il tacco alto o la camicetta aperta al punto giusto che ti fa intravedere quelle due mammelone dove ci infileresti il cazzo dentro con la paura di non trovarlo più il perizoma di classe che si intravede ogni tanto.

Fisicamente non perfetta ma con le cose giuste al posto giusto non tanto alta un bel culo da prendere a sberle finché non gli viene rosso è quello che più mi eccita sono le labbra due labbroni sulle quali ho sempre sognato delle pompe da perdere la testa tutte queste fantasie vengono anche dal fatto che si scherza sempre sul sesso anche davanti a sua figlia la mia compagna tipo “che bella faccia rilassata che hai Titty, ci avete dato dentro e bravi” e cose del genere
Comunque tornando alla storia inizia a spogliarsi(la giacca) e subito noto che non indossa il reggiseno ma un golfino leggero co scollo a V che lascia intravedere ile tette e lo struscio sui capezzoli gli hanno fatto spuntare due chiodi arrapantissimi e il mio cazzo si gonfia di nuovo di piacere tra una chiacchiera e l’altra metto su il caffè tira fuori il regalo e mi chiedo cosa che ne penso è un completino sexy molto osé Corpetto, Tanga, Guepiere e Giarrettiere mi dice così io gli faccio il regalo e tu gli fai la festa….. Anche se si scherzava spesso su queste cose ero molto imbarazzato a tirarmi fuori dal quel momento fu il caffè che venne fuori, così servito il caffè e due biscottini di routine trovai la scusa per andare in bagno a segarmi perché non c’è la facevo proprio più e lei” si vai ma non mi ancora detto cosa ne pensi del regalo” mentre ero in bagno col cazzo in mano lei apre la porta e mi dice perché fai da solo ci sono io qua così si buttò ai miei piedi gli schiaffai il cazzo in bocca senza neanche più farla fiatare, le mie fantasie sulle sue labbra erano fondate inizio a succhiarmelo con una foga indescrivibile le labbra che avvolgevano tutta la cappela colpi di lingua la mano che massagaiva le palle e quando stavo per venire volevo uscire dalla sua bocca abituato dal fatto che mia moglie gli fa schifo e non vuole… Lei mi guardò negli occhi e si spinse fine in fondo così la sborrai per bene.

Quando tirai fuori il cazzo mezzo ammaccato dai suoi colpi di lingua non c’era una goccia di sborra aveva bevuto tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *