[b]Nel parco una notte d’estate[/b]

Venerdì ero appena tornata a casa quando, il tardo pomeriggio, sul mio cellulare suona un avviso di messaggio… Enzo che scrive:

-Ti vengo a prendere sotto casa alle 20. 30. Sono elegantissimo. Ti porto al tuo ristorante preferito.
In quel momento sarà stato ancora in riunione coi delegati, pensai, e non poteva chiamarmi…per dirmi che sta sera si usciva.

Puntuale era sotto casa, scesi elegante come mia abitudine, mi venne incontro mi diede un bacio e aprendo la portiera della sua Bentley Mulsanne Speed “Blue Train” mi fece accomodare.

Il tragitto da casa al ristorante era breve ci scambiammo solo poche parole su come fosse appena trascorsa la giornata e sul programma del weekend.

Fummo accolti dal portiere che ci aprì la porta che dava alla sala da pranzo, dove fummo ricevuti con un cortese buona sera ed accompagnati dal cameriere al tavolo riservato abitualmente.

Seduti il cameriere ci lasciò soli per un po’… Vidi Enzo guardarmi e perdersi nel mio sguardo…iniziò dolcemente ad accarezzarmi la gamba.

Sei troppo eccitante nel tuo Tubino Blu Marine e camicetta di seta bianca sandali tempestati da swarovski, mi disse a voce bassa.
Non puoi res****re, io non oppongo resistenza… quando arriva il cameriere con lo Champagne e due coppe e devo ordinare con coraggio infilò un dito dentro me, sono già un lago…. E mi si bloccano le parole in bocca
Mi stacco mentalmente comunque dalla sensazione che mi procura il tuo dito e…

Mi scusi ordiniamo più tardi, dico al cameriere… Che gentilmente un po incredulo mi risponde:
Non c’é problema Signora, mi chiami quando desidera!

Poi mi rivolgo a te:
con il dito sempre dentro me…gli feci:
– Ti desidero vieni con me!

Ci alziamo e attraversiamo il piccolo locale, con un cenno della mano Enzo informò il cameriere che si trova dietro il bar… che torniamo dopo e di mettere in conto lo Champagne!

Non poco distante dal Ristorante, un cancello in ferro battuto fa da entrata ad un magnifico parco con viali ed alberi in fiore… qua e la lungo le viuzze i lampioni schiarivano i percorsi e delle panchine si offrivano ad accomodarsi… così ci sedemmo…le nostre bocche si avvicinarono e le nostre lingue iniziarono ad intrecciarsi…

Le mie mani strette nelle tue, i nostri sguardi si perdono…il cuore batte a mille..
le labbra si cercano…e le mie mani accarezzano le tue braccia salgono alle tue spalle vigorose… mi stringi la tuo petto… scendi con una mano lungo il mio fianco e infilando la mano sotto la coscia la alzi in modo che salgo sulle tue ginocchia… facendomi trovare a cavalcioni sopra di te…
Ti prendo in bracci, stringi le tue gambe attorno al mio bacino…alzo lo sguardo, trovo i tuoi occhi, la mia bocca vola contro la tua le nostre lingue iniziano a danzare… e brividi si sentono nel corpo… l’eccitazione si fa sentire…
I nostri respiri vanno all’unisono, diventiamo una cosa sola, mi mordicchi il collo, i lobi dell’orecchio
le nostre mani iniziano ad esplorare i nostri corpi…hai gli occhi chiusi mentre mi baci, e scopri il mio corpo con il tatto…
fa caldo… la sera d’estate senza un filo d’aria…
non esiste l’estate, non esiste l’esterno, viviamo solo di noi…una cosa sola!

Inizi a slacciare i bottoni della camicetta di seta bianca… mi sento protetta dalle sue braccia
Mi guarda negli occhi mentre lo fa…legge il mio sguardo…si avvicina a me, sussurra al mio orecchio
“ti desidero”, mentre lo mordicchi… scosse di brividi salgono lungo la mia schiena mentre sento il tuo respiro vicino all’orecchio, tu mi slacci il reggiseno…
con le mani a forma di coppa mi cingi i seni… i capezzoli son turgidi…e non curanti di dove siamo, sposti la coppa del reggiseno e avvicini le tue labbra a quella cigliegina golosa…
la lingua gioca con i capezzoli mentre mi guardi
– mi assaggi
– mordicchi
– mi baci
– lecchi
– mordicchi di nuovo…
Sei perso in me e dici:
– Il tuo corpo è il mio angolo di paradiso….

Ho un sussulto… di piacere ti prendo il viso e porto le tue labbra alle mie… e ti mordicchio il labbro…

Parlami mio amore

Mmmmmmmm… dolcemente ti sussurro ho voglia di te…
Con ancora il mio seno tra le labbra mi guardi, sorridi, e dici “sono tuo”
Ti stringo ancora più forte a me…
– Sento la tua eccitazione crescere tra le mie cosce…-
lo fai notare…spingi contro me. lo sento dai pantaloni…

Mi sento bagnata… sento il bisogno che mi tocchi.. mi infili le dita tra le labbra cercando il bottoncino gonfio e sensibile…lo separa dalle dita solo un triangolo di stoffa..che hai già spostato…mi alzo per farti trovare il mio monte di venere all’ altezza del tuo viso…
Ci giochi, lo accarezzi, spingi…voi gustarmi con la bocca, la tua lingua mi invade… mi gusta… lecca e succhia… si muove con forza… aspiri il mio nettare.

Siiii guidami dentro te… massaggia i miei capelli mentre mi impedisci di allontanarmi dal tuo ventre
Gemo e ti stringo la testa con le mani contro il clito… siiiii succhia saetta la punta della lingua sopra fallo vibbrare…sempre più veloce ed intenso… ti imploro!
Ora sento le tue dita che si insinuano dentro me mentre giochi col mio bottone del piacere… sei dentro con 2 dita frugano e cerchi il punto G…
Ti guido alla scoperta del mio piacere… perché è una caccia al tesoro…
Mi perdo nel tuo sguardo e leggo ciò che pensi
– Il tuo orgasmo il mio scopo…mio amore… –
Più le muovi inizio a squirtare… schizzi di piacere spillano alla tua bocca…
Aumenti il ritmo…voi farmi esplodere… perdo la cognizione non esiste nulla intorno a me, smetto di percepire quello che c’é intorno a noi…
– Esiste solo il nostro piacere – mi lascio andare sono un fremito…
Avido non ti perdi una goccia… il sapore salato frammisto del mio nettare…
Mi baci… condividiamo il mio sapore!
Mi piace il sapore…-
prendi i miei slip…le passi sul tuo grembo..voi che senta il tuo sapore maschio
continui a sollecitare con le dita dentro la parte spumosa e turgida al tatto … Per farmi schizzare ancora…
schizza ancora…senza tregua..ti riempio di me!
– Ti voglioooooo… quasi grido… dal desiderio che ho di te!
Sempre più intenso, più veloce, più forte…
Un turbinio di emozioni…
gl’autoreggenti ormai son completamente inzuppati…
Tu scendi e ti sento che lecchi le gocce di me dalle cosce!
Fremo sto per godere… non ti fermare quando risalito verso il clito ti prego più forte…più forteeeee… siiiiiiiiiii
Lo senti…e non mi fermo…
– di più
– di più
– di più di più di più
– la lingua aumenta il ritmo d’intensità…
Spasmi… il respiro si é fatto affannoso tremo in tutto il corpo e forti contrazioni mi portano all’orgasmo…
Godooooooooo
Mi senti…
Sono in mano tua controlli il mio piacere!
mi senti fremere mi voi far esplodere…

Un altro orgasmo si sussegue… ora ti abbraccio forte a me e gusto le ultime sensazioni seguite dal formicolio in tutto il mio sesso…
mi sorreggi…mi proteggi
Percepisco un battito come se lì nella mia intimità esistesse un altro cuore che pulsa
Mi culli…accarezzi il mio ventre
Ora la sensazione di calore del tuo abbraccio mi rilassa ed appoggio la mia guancia sulla tua spalla!
ti bacio, questa volta dolcemente e…
– mi sento tua amore…
che bella sensazione che mi dai…
mi proteggi…non vorrei svegliarmi da questo dolce incanto…
Quando aprirai gli occhi vedrai il mio volto davanti al tuo pronto a darti un bacio
ti guardo… e vedo il desiderio che hai di me amore…
Ed io di te…i nostri sguardi trasudano desiderio…
ho ancora desiderio di te… e la brezza estiva che ora sale dal mare mi da dei brividi!
sono sdraiato al tuo fianco, massaggio il tuo corpo,
– Non ho con me neanche un golfino…non ne hai bisogno.

mi prendo cura di te
mi copri con il tuo corpo caldo e vigoroso…
senti il mio calore dolce amore…
baci le mie spalle, le tue dita, cerco le mie labbra…
Son io che ti sfioro con le mani e tocco il tuo basso ventre…
da sopra i pantaloni…sento un gonfiore duro… che mi riempie il palmo della mano…
– Senti che ti desidera…
batte…
Voglio sentirlo tra le dita… ti slaccio la cintura…ora la volta della zip…
Esce fuori…arriva da te…davanti al tuo volto…accarezza il tuo viso
– duro, statuario é Tuo…
Senti le mie labbra lo sfiorano… già umida la punta…goccioline lo ricoprono… le lecco e le labbra avvolgono il tuo glande…
– Guardami mentre lo fai, cerco il tuo sguardo!
ora lo faccio scivolare dentro la mia bocca…
È il suo posto…è nato per essere lì…
non tolgo lo sguardo dai tuoi occhi… incomincia un andirivieni lungo la tua asta
Inizi a gemere…è meravigliosoooo la sensazione che ti da…
Con le guance a mo di ventosa lo risucchio… e le mie dita accarezzano le palle…
– Cresce nella tua bocca!

Vuoi darmi il ritmo… e scoparmi in bocca! Tenendomi la testa tra le mani!
Ma te le sposto… ora son io che dirigo le danze attorno al tuo sesso…
– La tua lingua è meravigliosa…fallo sparire tutto!
accellero mi baso col tuo respiro.. rallento e scorro con la lingua lungo l’asta fino alle palle….

Oltrepasso e vado ad insinuare con la punta intorno al tuo buchino…
– inaspettatamente ti sento gemere siiiiii… tesoro voglio farti godere…
Non resisto devo averti sono un lago…
Mi siedo sulla tua asta sopra di te lo sento é di marmo…
Grosso si fa strada in me le pareti stringono il tuo sesso…
sono fradicia entra …Arriva in fondo…
– Scopami voglio sentire la tua dolce rudezza prendermi…
mi prendi il bacino, tiri forte
Mmmmmmmm… gemo non curante che qualcuno mi possa sentire…
e spingi fino in fondo…forte e veloce…uno stallone!
siiiiiiii… continua fiotti escono come schizzi dal basso ventre…
sempre più…
ad ogni affondo il piacere aumenta…ma ti voglio nell’altro buchino…
Lecchi il dito… ed inizi a dilatarlo…con uno poi due…
– Lo stai preparando.. siiiiiii –
fino a quando non lo appoggi
– Piano amore fallo adeguare al tuo maestoso scettro…
E piano piano mi invadi
Abituati a me…io intanto mi sgrilletto il clito…
– Voglio godere con te… mentre mi possiedi….

sono tuaaaa amore…

Restiamo abbracciati in questa calda notte d’estate a goderci le sensazioni che ci siam goduti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *