Alonso Il mio nuovo amore

Ciao a tutti
Volevo condividere questa mia nuova avventura durante un piccolo periodo di ferie in una bellissima città del Brasile.
Arrivano da diversi giorni , passata la stanchezza del viaggio, comincio ad annoiarmi.
Va bene il mare, le passeggiate al mattino e alla sera , ma poi la notte comincio ad avere un leggero languorino.
Sono partito per dimenticare un bellissimo ragazzo africano conosciuto nei mesi scorsi con i quale ho passato bei momenti.

Passo quindi in spiaggia le mattinate e i pomeriggi aspettando una conoscenza prima o poi , è nel frattempo la voglia cresce.
Una mattina , poco prima di pranzo si avvicinano due ragazzi , uno sulla ventina grassoccio e suo cugino Alonsco, vendono ostriche.
Alonso è molto più carino e nonostante abbia circa 45 anni ha un fisico da paura, alto e robusto ma senza un filo di grasso.
Nero come la notte e non proprio elegante, sono molto trasandati nella loro abbigliamento da lavoro ma simpatici e cortesi.

Parlano anche italiano e quindi mi posso intrattenere cordialmente mentre mi aprono qualche ostrica , io ho nel frattempo ordinato ai camerieri in spiaggia della birra che condivido con loro.
Noto che Alonso comunque mentre parlo mi scruta, sembra quasi che si sia accorto che anche io lo guardo con interesse ,mi tratta come se fossimo amici di una vita e insiste per lasciarmi. il suo numero di telefono per rivederci.

Memorizzo il numero , pago le ostriche e loro continuano il loro lavoro.
Mentre si allontana, si gira un paio di volte e mi sorride salutandomi.
La giornata continua senza altri episodi e al tramonto torno a casa (ho affittato una casa per stare più tranquillo) vado a cena e verso la mezzanotte in giro per bere qualcosa, incontro Alonso, molto elegante che accompagna due belle ragazze.
Mi presenta alle due e mi offre da bere una birra, è molto più interessato a me che non alle due, comunque mi congedò e torno a casa contento della serata.

L’indomani torno al mare senza neanche pensare al giorno prima, all’ ora di pranzo rivedo lui, oggi da solo.
Si avvicina sorridente e mi dice che se voglio nel pomeriggio possiamo fare un giro in città insieme.
Io gli dico che la compagnia delle due ragazze di ieri è molto meglio della mia e lui mi risponde che lo annoiano e vorrebbe uscire con me.
Ci diamo appuntamento nel tardo pomeriggio e ci vediamo in centro.

Io esco in abbigliamento informale come sempre: boxer da mare , maglietta e ciabatte,
Troppo caldo per altri abbigliamenti ; noto con piacere di aver seguito l’abbigliamento dei più e cominciamo il giro tra migliaia di ragazzi e ragazze che non vedono l’ora di conoscersi. Finiamo in una discoteca strapiena, beviamo tanto e mi devo sedere perché sento di aver esagerato un po’.
Lui mi fa accomodare in un prive dov’è la musica è meno forte e si può parlare tranquillamente.

Si vede che ha in mente qualcosa ma ancora non capisco e la cosa mi fa un po’ paura.
Il prive è molto comodo e riservato, mentre parliamo lui mi tocca ed è sempre più amichevole, anche lui ha bevuto quindi è anche euforico nei suoi discorsi.
Io non lo seguo molto parla troppo e io vorrei altro , avevo paura di bere per quello.
Siamo seduti su un grande divano e mentre parla io mi avvicino e gli metto la mano sulla spalla.

Lui mi guarda e sorride socchiudendo le tendine davanti a noi.
Io sono elettrizzato, sono al cospetto di un mandingo nero che tra un po vorrà fare qualcosa, forse darmi uno schiaffo forse baciarmi è ancora altro.
Mentre aspetto la sua mossa chiudo gli occhi e mi appoggio alla sua spalla , lui chiama la cameriera ordina altre due bibite e chiede di lasciarci in pace per almeno una mezz’ora. Appena torna con le consumazioni lui tira ancora la tenda creando una penombra con in sottofondo al musica.

Si avvicina e mi bacia dicendomi che non aspettava altro , io non parlo ma sono eccitato più di lui.
Mentre mi tocca prende la mia mano e la porta sul suo pene che sembra molto grosso , non vedo l’ora di toccarlo, maneggiarlo comincia il divertimento.
Lui si leva la maglietta, e si abbassa il boxer , ha un bellissimo pene nero di almeno 23 cm molto grosso con la cappella semicoperta proprio come piace a me.

Provo un piacere infinito a succhiare un cazzo che posso scappellare a mio piacimento.
Cominciai a maneggiarlo per farlo indurire e non ci volle molto, lui nel frattempo mi baciava avidamente dicendomi che non vedeva l’ora di scoparmi, poi
poi lasciandomi la maglietta mi ha spogliato del mio boxer e mi ha fatto sedere su di lui.
Era caldissimo e io, che normalmente sono depilato anche nelle parti intime apprezzavo tanto il suo corpo peloso che si strusciava su di me.

Lui mi teneva stretto a se e sentivo il suo sesso l’unico le mie parti intime che pulsava mentre lui continuava a baciarmi e a leccarmi.
Io avevo vogli di succhiarlo e lo ho fatto sdraiare e mi sono messo in ginocchio per poterlo fare in maniera comoda, lui ha acconsentito e si è sdraiato.
Il suo cazzo nero sembrava ancora più grande e grosso, nerissimo e aspettava la mia bocca avida
Mi avvicino a lui scappellandolo e leccandolo , lo prendo in bocca a malapena ha un sapore buonissimo , di uomo rude , cerco di buttarlo tutto dentro spompinandolo come meglio posso.

Sono in paradiso perché mentre succhio lui mi accarezza e mi infila un suo dito nel mio buco ormai sudato e ansioso.
Lo voglio dentro di me, sono sudatissimo che succhio un magnifico cazzone nero ma non ho preservativi e lui continua a masturbarmi il mio culo.
Mi fermo prima di mettermi nei guai lui mi chiede di continuare ma io insisto che stiamo facendo una stupidaggine lì in discoteca.
Ci rivestiamo e andiamo via , lui incazzato nero mi dice che non va bene , gli chiedo di rivederci l’indomani più calmi , lui acconsente e andiamo ogni uno a casa sua.

Non lo vedo per almeno tre giorni, penso che deve proprio essere incazzato , forse pensa di aver esagerato ma non è un ragazzino chissà se lo rivedrò.
Lo rivedo dopo qualche giorno molto freddo e staccato , gli chiedo cosa ha e lui come avevo immaginato mi dice che si vergogna del comportamento la sera in discoteca. io sorrido e gli dico che a me è piaciuto tanto e che vorrei finalizzare l’incontro , lui mi abbraccia e mi dice che anche lui vorrebbe farlo in maniera molto più educata perché gli piaccio troppo.

Io gli chiedo di venirmi a trovare a casa e lui acconsente.
Io abito in un condominio controllato e quindi devo avvertire come in albergo che viene qualcuno a trovarmi, lui non si fa attendere arriva per l’ora di cena ma ne io ne lui abbiamo intenzione di mangiare.
Ho passato tutto il pomeriggio dalla ragazza che mi depila e mi massaggia nel negozio di estetista sotto casa , lei incuriosita mi ha chiesto come mai tutto questo lavoro e io gli ho spiegato che ho conosciuto un bel mandingo e che stasera sarò suo.

Lei moto incuriosita mi ha chiesto come fosse fisicamente e io le ho raccontato della discoteca.
Lei contenta per me mi ha regalato un gel anale che usa per quando il suo fidanzato , molto superdotato la scopa
Io sono pronto e lo aspetto a casa; lui è molto prestante e ha un fisico fantastico, ma io ho davvero un bellissimo fisico che comunque fa effetto e poi sono depilato e pulito e profumato.

Alonso come ho detto non si fa aspettare arriva intorno alle 20’00 e io lo aspetto in vestaglia leggera bianca lui ha un bel boxer e una maglietta a con disegni e un paio di ciabatte, gli chiedo di versare da bere e gli chiedo di portare tutto in terrazzo visto che sono. Affacciato lui ubbidisce e beviamo mentre cala il tramonto.
Mentre conversiamo sento che una mano mi accarezza il culo e improvvisamente lui mi bacia.

Io non aspettavo altro lo abbracciò e lo stringo mentre condivido il. Bacio e lui fruga tra le mie intimità posteriori.
Rientriamo e nella penombra ci avviciniamo al letto mentre lui lentamente si spoglia.
Io , visibilmente eccitato continuo a baciarlo , lui mi prende e mi butta sul letto e comincia a leccarmi i capezzoli dopo avermi levato la vestaglia siamo nudi nel mio letto e adesso chissà cosa succede.

Lui vuole leccartele mie zone intime e quindi facciamo un 69 dove io succhio avidamente quel bellissimo cazzo nero che non ho mica dimenticato
Lui sta godendo e lecca il mio culo profumato e anche il mio piccolo cazzo , gli chiedo di smettere per non venire.
Lui adesso si mette inginocchiato vicino alla mia bocca e mi infila il suo cazzo cercando di scoparmi la bocca.
Con la mano mi schiaffeggia il culo, poi comincia ad infilarmi le dita nel culo
Io adesso vorrei che mi possedesse e lo chiedo timidamente lui sorride e mi chiede di sdraiarmi con lì culo in alto , obbedisco e lui comincia ad allargarmi le chiappe, a leccarmi e ad infilare le dita nel mio culetto.

Io gli passò il gel datomi dall’estetista e lui comincia a spalmarlo anche all’interno mentre io continuo a succhiare il suo cazzone.
Gli infilo il condom con la bocca , fortuna ho preso la misura xl , gli chiedo di penetrarmi e mi metto di fianco , la mia posizione preferita
Lui mi solleva una gamba e prova , premetto che di cazzi xl ne ho preso diversi e questo era davvero xl piano piano lui cerca di infilarlo , la crema rende le mie parti intime insolitamente calde mentre lui prova a penetrarmi finché non sento che la mia carne si allarga e finalmente
Lui comincia a pomparmi.

Il sogno si avvera e io comincio a godere sento questo grosso palo che entra ed esce e lo sentì dentro di te
Lui sta godendo come un matto ma continua a procurare il mio piacere
Mi mette alla pecorina e ricomincia a pomparmi sento il suo palo in pancia poi mi scopa in almeno altre tre posizioni
Ormai ho la sua misura e può entrare dentro me quadro vuole
Ora si leva il condom e comincia a masturbarsi io nel mentre lo lecco e succhio
Un minuto dopo mi viene in bocca copiosamente
E viene a leccarmi per condividere i suoi umori
Poi mi abbraccia teneramente.

Ho passato i restanti giorni con lui fino alla partenza
Spero di poter tornare nei prossimi mesi
Per adesso ci sentiamo con whatshap
Carlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *