La Suocera

Fino ai 18 anni il mio sogno era scoparmi qualche parente, ci ho provato con cugine e una zia. Era qualcosa di soft. Toccate. Strusciamenti ecc. Poi nella mia vita é piombata mia suocera………. il sogno della vita ritorna prepotentemente a insinuarsi nella mia mente. Il pensiero fisso di lei, giovane vedova 40 enne, me la faceva vedere solamente sotto l aspetto sessuale. Cercavo sempre di indirizzare qualsiasi cosa sul sesso. Frasi a doppio senso.

Strusciamenti. Piedini. Occhiate che lei ricambiava. Con gli Strusciamenti si spostava. Diceva appena eravamo soli che ero fuori di testa, che la dovevo smettere sennò sarebbe finita male. Poi una mattina dell ottobre 2000 senza avvisarla andai a casa sua x riprendere un Dvd che presi a noleggio, fortuna volle che trovai il cancello aperto, nn bussai. Lei abitava a pian terreno, casa indipendente composta da 2 appartamenti dove al piano di sopra viveva il cognato con moglie e figli di una decina di anni più grande di lei.

Lui era sempre presente in quella casa. Avevo dei presentimento. Sospetti. Fantasticavo con la mente. Quella mattina trovando il cancello aperto decisi di non bussare. Mentre mi incamminavo verso il portoncino d ingresso notai che entrambe le auto erano nel cortile. Mi insospettii. Erano da soli. La mia ragazza a scuola. I fratelli a scuola. La cognata a lavoro. I nipoti a scuola. Anziché andare verso il portoncino d ingresso mi recai verso la porta della cucina che dava sul giardino (feci il giro della casa x cercare di capire e di vedere).

Arrivato davanti alla porta della cucina sento bisbigliare. Mi avvicino cercando di non far rumore e di non farmi vedere. Butto mezzo occhio dentro e cosa vedo???? Lei in ginocchio, cosce aperte che si masturba (indossa solamente minigonne e vestitini
sopra al ginocchio ), lui in piedi, la tiene ferma x i capelli (li porta quasi sempre a coda di cavalla, nn lho ancora descritta: alta 168 taglia 40, 3 piena di seno, capelli neri ricci e lunghi, occhi marroni, sguardo brillante e intenso , belle labbra.

40 enne in forma davvero. Rimasta vedova molto presto. Il cognato, alto 185 almeno 120 kg, con pancia molto pronunciata, carattere deciso, brizzolato, pizzetto e confrontandolo con me molto dotato ( io ho un 18 cm ) ). Ritorno a quello che vedevo, lui in piedi che la tiene ferma x I capelli, la insulatava ( le diceva: troia, puttana così ti piace vero? Così ti piace farti scopare la gola? Che zoccola che sei.

Godi troia, godi. Masturbati così, brava troia) mentre lui continuava ad affondare il cazzo tutto in gola. Tanto fa far toccare il naso della suocera con il suo pube. Rimasi molto sorpreso e meravigliato a vederla in quella situazione( La immaginavo in tutti i modi tranne così sottomessa e ubbidiente). Il porco del cognato continuò a scoparla in bocca fino a quando nn le godette tt in gola. Lei ingoio tutto con facilità ( li capii che le piaceva ed era abituata a ingoiare, capii che i miei sospetti erano veri), mentre godeva il porco le diceva brava zoccola, ingoia tutto? Quando fini di godere le disse: adesso puliscimi il cazzo troia.

Puliscilo bene. Lo voglio pulito. Lei senza dire nulla, si sfilo ‘ il cazzo di bocca lo guardò e cominciò a leccarlo dove era bagnato fino a pulirlo tutto……..lui quando si ritenne soddisfatto lo sfilo di bocca e si ricompose, dicendole: sei la più grande troia che abbia mai conosciuto. X adesso basta così. Ho da fare. Vengo nel pomeriggio, fatti trovare pronta. Come ti devi dar trovare, le chiese? Lei rispose……. lavata e senza mutandine.

Lui le carezzo’ il viso e le disse: brava la mia troia segreta.
se vi è piaciuta posso continuare. La storia è vera. Con il cognato è durata 15 16 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *