un massaggio…un po'; particolare

Siamo in un pomeriggio di metà luglio dell’anno scorso, mi trovo al lavoro e sono particolarmente annoiato, visto che non c’è molto da fare in quel momento. Così ne approfitto per guardare un attimo il mio smartphone, e trovo un nuovo messaggio: è di un ragazzo che dice di saper fare degli ottimi massaggi e siccome la cosa mi interessa particolarmente, accetto subito di incontrarlo, ci saremmo visti dopo il lavoro.
Vado così a casa sua, e dopo due chiacchiere e un buon caffè, inizio a spogliarmi e da come mi guarda capisco subito che la cosa potrebbe andare ben oltre il massaggio, ma per una volta decido di non forzare le cose e di lasciare che tutto accada naturalmente; quindi una volta rimasto in slip, mi sdraio sul lettino da massaggi a pancia in sotto e inizio a sentire le sue mani calde su di me, è una sensazione piacevole, molto rilassante, il ragazzo ci sa decisamente fare: ha un tocco energico ma allo stesso tempo delicato, sembra quasi che dalle sue mani esca un fluido magico, direi che è davvero portato per questo tipo di cose.

Ogni tanto mi chiede come va, ma non ce ne sarebbe proprio bisogno, mi sento benissimo.
Mi giro poi a pancia in su e il massaggio continua con la stessa intensità, solo che a un certo punto succede una cosa che non posso controllare: il mio cazzo si indurisce improvvisamente, lui mi dice che è perfettamente normale in queste circostanze e continua il lavoro con grande professionalità…a un certo punto mi chiede se può togliermi gli slip per massaggiare più agevolmente l’inguine, ovviamente acconsento; toglie gli slip e non può fare a meno di vedere il mio pisello ormai di marmo, da come lo guarda capisco che lo vorrebbe, ma aspetto comunque che sia lui a chiedermelo.

Il massaggio continua, anche sull’inguine, con grande energia, mi sento come se tutta la tensione accumulata durante la giornata evaporasse dal mio corpo, è una sensazione veramente bella. Dopo qualche minuto il mio cazzo non si decide a smosciarsi, e così accade quello che avevo previsto, lui mi chiede “te lo posso prendere in bocca?” io che non aspettavo altro, annuisco e gli accompagno la testa sul mio membro ormai in fiamme, il contatto con quella bocca calda mi fa godere un casino, comincia a fare su e giù con la bocca e a mugolare di piacere, glielo spingo con forza nella gola fino alle palle per farlo godere di più; era da quando ero entrato in casa che lo voleva, l’attesa un po’ forzata un po’ per gioco, ha sicuramente aumentato il desiderio in entrambi, tanto che a un certo punto gli tolgo gli slip e comincio a toccargli il culo, visto in foto già mi arrapava ma di persona è anche meglio; capisco però che non ha nessuna intenzione di togliersi il mio cazzo dalla bocca, e lo lascio fare per un altro bel po’, finché non arriva il momento di sborrare e gli scarico in piena faccia un bel getto di sperma caldo che esce con una potenza inaudita.

Dall’espressione goduta della sua faccia capisco che gli è piaciuto molto, e devo dire anche a me, tanto che all’uscita della doccia ce l’ho ancora quasi duro e penso che avrebbe voluto assaggiarne un altro po’, ma il tempo è tiranno ed entrambi abbiamo altro da fare.
State attenti quando vi propongono dei massaggi, perché possono finire male :P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *