un incontro casuale

Era un giorno come tanti altri, riunioni, presentazioni, telefonate infinite e via…. Alla fine della giornata, un appuntaemento di lavoro improvviso con un grande cliente e i partner inglesi in visita nella capitale della moda Italiana. Sono le nove in punto e nè io me tu sai cosa sta per riservaci questo destino…. tu ti stai preparando come si deve, doccia, depilazione, piastra ai capelli, indossi diversi vestiti ma alla fine scegli quello che piu avanti mi stregerà.

Ignaro di tutto cominciamo a bere un po di vino, si parla tra colleghi e clienti di lavoro di soldi di progetti e via…..i bicchieri diventano sei, e essendo in compagnia di british people, la situazione non poteva che precipitare nell’alcolismo puro…. alle 24 passano delle belle ragazze dal locale in sempione e ci danno dei biglietti per entrare in un famoso locale sempre nelle vicinanze, ovviamente le ragazze sono stupende e noi come dei babbi “pendiamo” dai loro occhi…..alla una ci separiamo, rimaniamo in tre fedelissimi colleghi, e ci avviamo presso questo locale tanto pubblicizzato….

siamo dentro e stiamo gustando una bel cocktail ghiacciato, per un attimo i nostri occhi si incrociano, io sento una scossa, ma non ci faccio caso, tra me e me dico è l’alcol…. faccio un giro vedo bella gente, ballo, la musica è fantastica, vado per il secondo giro al bancone, prendo il mio drink e……brang, il mio collega mi tira bruscamente in avanti e dice: ti piace il mio amico, io non faccio nemmeno in tempo a girarmi e…..sei tu……con quegli occhi grandi mi guardi e sorridi, in um nano secondo ci parliamo e ci diciamo un sacco di cose, ci confidiamo nonostante fossimo due perfetti sconosciuti.

Tu mi prendi e dici: voglio ballare… Ci avviamo sulla pista e incominciamo a ballare, prima lontani e poi sempre piu vicini, io sento il profumo dei tuoi capelli, sento il tuo corpo snello e fine, ti stringo a me, e tu senti che qualcosa cresce……ti prendo e ti faccio girare come una ballerina, ti stringo di nuovo a me e ti bacio il collo per poi leccarlo con estrema delicatezza, ma tu in preda ad una eccittazione incontrollabile ti allontani…..io ti vengo a riprendere ma tu scappi perche hai paura, paura di lasciarti andare a questo sconosciuto che tanto ti piace….

di li a poco, ci salutiamo con un abbraccio, di sfuggita mi chiedi il mio nome e nel caos te lo grido, il tuo non l’ho sentito……passano i giorni e io penso a te, ti cerco su internet, chiedo a amici e colleghi di aiutarmi, ma nulla…. e tu tu stavi facendo lo stesso, e poco dopo ci ritrovamo su fb, ci scriviamo chattiamo fino a tarda notte, siamo sempre piu vicini…..un giorno per puro caso, ci vediamo a casa tua e come due buoni amici ci andiamo a fare una passeggiata al parco, ci diciamo tante cose, ci rispettiamo e ci vogliamo bene, ci sfioriamo e ci guardiamo negli occhi, questi occhi che si parlano ma la bocca tace……ti riporto a casa felice di aver passato un pomeriggio insieme.

Da li non ci sentiamo piu per un paio di settimane, quando improvvisamente tra una chat ed un’altra ci scriviamo e tu mi scrivi che sei sola a casa, una volta, due volte, tre volte…. ti chiedo se posso passare a prendere un caffe, tu un po te la tiri, ma poi accetti, e sei gia tutta eccitata, lo sento, dopo 20. minuti sono sotto casa tua, suono il citofono, mi apri e salgo……mi accogli in casa e con un top aderente ed un paio di leggings aderentissimi, mandi subito in confusione….

per rimediare scherziamo un po e ti chiedodi fare il caffe, tu con estremo garbo, e con tanta sensualita prepari il caffe, io ti osservo ti guardo e ti mangio con gli occhi, quando ti giri di spalle, mi alzo e ti prendo da dietro, ti bacio il collo e ti strofino il mio gonfiore sulle natiche, le mani sono già sui tuoi seni sento i tuoi capezzoli duri tra le mie dita, presa dalla crescente eccitazione le nostre labbra si incrociano in un abbraccio bagnato alla scoperta dei nostri posti piu nascosti, io ti prendo di peso e ti butto su quel piccolo divano azzurro, e ti strappa la maglietta ed i pantaloni, tu sei nuda bellissima, sei spaventata ma eccitatissima allo stesso tempo, e io senza indulgiare ti lecco, si ti lecco tutta, piano piano fino ad arrivare tra le tue bellissime gambe, sento l’odore del tuo sesso, sento l’odore del tua piacere che fuoriesce dalle tue labbra, in un attimo poggio la mia lingua sul tuo fiore, e piano piano con movimenti circolari, apro la strada al tuo mondo piu nascosto, tu gemiti fievolmente, ma i tuoi gemiti piano piano si trasformano in urla di piacere….

ormai tutta bagnata ti accarezzo con la mia mano e il mio dito medio affonda tra le tue labbra, qui vieni, vieni in un modo meraviglioso, io sono li per te, per il tuo piacere…. ormai eccitata al massimo ti lasci andare del tutto e ti riveli per quello che sei, una donna che vuole il sesso, me lo chiedi,me lo gridi, lo prendi in bocca e lo succhi come se da dentro vorresti l’anima, e.

senti che dentro cresce, cresce non riesci a prenderlo tutto e sbrodoli come una cagna affamata, io ti prendo e ti giro e con violenza ti penetro, penetro quel posto nascosto che tieni riservato, sei stretta e mi avvolgi in un caldo tepore umido e scivoloso…..ti posseggo con ritmo e tu godi, godi come una bambina innocente, ormai sono quasi arrivato, sento il tuo piacere dentro, accelero il ritmo e in un mare di piacere ti vengo sul corpo, sei piena del mio seme, e sei felice, ci guardiamo negli occhi e sorridiamo a questo momento speciale che il destino ci ha riservato…….

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *