Un gioco particolare, bendata.

Racconto trovato in rete su xhamster.

Stasera amore sei sdraiata a letto con gli occhi bendati, indossi una vestaglia trasparente con un perizoma nero e le calze autoreggenti, ti senti strana, non ha mai provato una sensazione così, l’oscurità ti circonda, sei molto eccitata e non sai cosa succederà senti solo dei rumori soffusi. Un brivido ti percorre quando senti una mano che inizia ad accarezzarti il corpo, ora la mano ti accarezza il seno da sopra la vestaglia, senti un’altra mano sulle tue gambe poi ne senti ancora una sull’altro seno, capisci che nella stanza ci sono due persone, le mani che ti accarezzano iniziano a slacciare la vestaglia e a liberarti i seni.

Hai i capezzoli talmente duri per l’eccitazione che sono degli spilli, senti dell’umido attorno, capisci che qualcuno te li sta succhiando mentre con l’altra mano ti accarezza quello libero, l’altro continua ad accarezzarti ed è arrivato alle cosce, senti il contatto della sua mano dove finiscono le autoreggenti e inizia la pelle libera, sta andando sempre più su in un lento massaggio. La bocca di uno succhia un seno o l’altro, ogni tanto sale più in su e ti lecca il collo per poi arrivare all’orecchio, te lo morde, sei molto eccitata, ti umetti le labbra con la lingua, sotto le mani dell’altro si avvicinano al tuo fiore ricoperto solo da quel piccolo perizoma.

Te lo scostano, ti accarezzano lentamente, tu per facilitargli il compito gli apri leggermente le gambe, sentire solo con il tatto senza vedere ti fa accelerare il respiro, ti stai bagnando, le mani sotto si trasformano in una bocca, senti una lingua che ti sta penetrando dentro, inizia dalle grandi labbra per poi farsi più audace ed entra dentro di te. Chi si occupava dei tuoi seni si è messo a cavalcioni su di te, le mani ti stringono i seni e un cazzo è in mezzo a loro, si sta facendo una spagnola, il movimento è lento, tiri fuori la lingua per sentirlo quando arriva al tuo viso, lui capisce, te lo avvicina di più e inizi a leccarglielo.

Ora gli fai un pompino con gusto, sotto intanto la lingua si è sostituita con un dito e ti sta masturbando mentre lei si è spostata sul tuo forellino, sei un lago e ti arriva l’orgasmo, i brividi ti corrono per tutto il corpo dovuto alle sensazioni più acuite essendo tu bendata, i tuoi amanti si fermano, ti lasciano in mezzo al letto a riprenderti e un flebile.
“NOOO… non mi lasciate. “
Ti esce dalle labbra ma è solo un’attimo poi qualcosa di duro premere sulla tua bocca, sorridi e accogli il cazzo, lo trovi diverso da quello di prima e capisci che è della persone che ti leccava la figa, gli fai un pompino come hai già fatto con l’altro ma la tua fica è bollente e hai voglia di farti scopare.

Senti il cazzo dell’altro uomo che ti entra piano nella figa ed inizia un lento movimento dentro di te, mugoli con la bocca piena mentre continui a succhiare l’altro cazzo, ogni tanto delle mani ti accarezzano i seni e ti tintillano i capezzoli, sono nuove
sensazioni per te che bendata ti stai facendo scopare da due sconosciuti. Il cazzo che hai in bocca diventa più grosso, capisci che sta per venire, lui ti ferma, ti lascia in balia della cecità, ti prende per le mani e ti fa alzare, avverti un movimento sul letto, capisci che uno si è sdraiato e l’altro ti accompagna su di lui.

Sotto di te c’è un cazzo che non vede l’ora di entrare nella tua fica, ti impali a smorzacandela e lo fai entrare dentro tutto iniziando a cavalcarlo, dietro di te sulla tua schiena nuda si è appoggiato l’altro, ti fa sentire il suo cazzo mentre vai su e giù. Le sue mani cominciano ad accarezzarti i seni e continuano ad esplorarti scendono più in giù, ora sono sulle tue chiappe mentre cavalchi l’altro cazzo, si fanno più audaci e un dito entra nel tuo fiore, poi ne senti due, stai godendo con un cazzo in fica e due dita nel culo.

Le dita ad un certo punto escono, una mano ti preme sulla schiena, tu ti pieghi in avanti smettendo un’attimo di cavalcare, chi ti cavalcava lecca e bacia i tuoi seni aiutandosi con le mani, hai sempre il suo cazzo in fica ma dietro le mani dell’altro ti allargano le chiappe e qualcosa di più grosso delle dita vuole entrare in te. Il tuo respiro si fa più affannato per via dell’eccitazione e del godimento che stai provando, capisci che è il cazzo del secondo uomo, entra dentro lentamente per non farti male ma per farti provare solo piacere, il tuo respiro si blocca un attimo, lo senti tutto dentro di te anzi li senti tutte e due uno in fica e l’altro in culo.

Aspettano un secondo che i tuoi muscoli si adattino ai loro cazzi poi con movimenti coordinati iniziano a scoparti, sei piena dentro di te, due cazzi uno nel culo e l’altro nella figa che coordinati ti stanno scopando. Tu sei sempre bendata, percepisci sensazioni mai provate prima, nella stanza si sentono i tuoi gemiti ad ogni affondo, le tue mani appoggiate sul letto facilitano i movimenti, senti arrivare l’ennesimo orgasmo di questo incontro, tutto il tuo corpo rabbrividisce e ti bagni come una fontana.

Esausta ti accasci sull’uomo sotto di te, i cazzi ancora duri si sfilano da te e ti girano, ora hai la schiena a contatto con il torso dell’uomo che ti stava sotto, le sue mani ti accarezzano in un lento massaggio e il suo cazzo duro è vicino al tuo fiore. L’altro uomo ha iniziato ad accarezzarti le gambe, ogni tanto ti fa sentire il suo cazzo lunghe di esse, le mani di quello di sotto ti massaggiano il seno, la voglia sta rinascendo, al cazzo sotto il tuo sedere fai un lento massaggio poi le tue mani lo prendono e telo infili nel secondo canale.

Lentamente entra dentro di te, lo senti tutto, intanto l’altro si sta avvicinando seguendo le tue gambe, lo senti vicino alla figa, come una carezza anche lui entra, sei di nuovo piena, due cazzi uno in fica e uno in culo solo che sei in un’altra posizione. Le tue gamba si incrociano sulla schiena di chi ti ha appena penetrato, prendono velocità, sincronia e ti scopano di nuovo in due, i tuoi gemiti ricominciano a farsi sentire, un odore di sesso e di corpi impregnano la stanza, le mani ti accarezzano lungo tutto il corpo vanno avanti indentro su di te.

Il piacere ti pervade, ti manca il respiro, hai un nuovo brivido e un’altro orgasmo ti arriva, urli dal piacere ma loro non hanno finito, i loro cazzi sono ancora duri e tu pronunci con un fil di voce.
“Venitemi in viso. “
Si fermano ed escono da te, ti fanno sdraiare, i due cazzi duri sono sulle tue labbra, inizi ad assaggiarli, senti i tuoi sapori su di loro, ti fai più decisa, gli fai un doppio pompino alternandoli, stanno per godere anche loro quindi apri la bocca tirando fuori la lingua, sborrano come fontane, tu accogli il loro copioso nettare e lo ingoi, un sorriso di gratitudine e appagamento compare sul tuo volto, come sono arrivati le due persone silenziose escono lasciandoti ancora bendata.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *