sempre più troia terza parte .

Quindi dicevamo.
La ma lei con la sua amica avevano quello sguardo complice , che lasciva presagire qualche cosa di veramente succoso.
Cominciammo con scambiare quattro chiacchiere , a dire cme ci eravamo conosciuti , e l’amica di mia moglie , intanto non mi distoglieva lo sguardo di dosso , cn molta soddisfazine della mia lei.
Ad un certopunto le due decisero che era ora di cominciare a provare l’intimo.
L’amica portò delle cose che dire belle e sexy è dire poco.

Completini , tanga , reggiseni e chi più ne ha più ne metta.
Vi ricordate che io ero comunque e sempre depilata , e da un pò di giorni , sempre d’accordo con la mia lei , avevo smaltato i piedini di uno splendido smalto rosso.
La mia lei diceva che vevo dei poedini bellissimi e che a lei la facevan bagnare solo a guardarli.
In quel negozio , del centro di Roma , avevano allestito anche un angolo dove in esposizione brillavano delle scarpe mozzafiato.

Insomma , tra intimo e scarpe , eravamo entrati in un paradiso per troie.
La mia lei , aiutata dalla sua amica , Eva si chiama , cominciò a provare e a riprovare , intimo scarpe.
Ero talmente arrapato , che il mio cazzo era fuori dalle mutande.
Poi finalmente toccò a me , e tutte due le donne cominciarono a prendersi cura di me.
Ma che troia ,ma che bella , ma che puttana , andò avanti co questi cmplimenti per un pò , nei miei riguardi.

Mi trovai ad indossare un comoletino azzurro mare , con tanga e reggiseno.
Reggiseno con imbottiture , che faceva risaltare le mie tettine naturali.
Mi misi delle scarpe , che erano uno schianto.
Sandali aperti con laccetto alla caviglia con tacco 15.
Insomma la troia era pronta , quando ad un certo punto vidi Eva che stava leccando i capezzoli alla mia lei.
Non mi feci pregare e comincia a fare lo stesso , toccando ilseno di Eva , che cotraccambiò comnciando ad accarezzarmi il cazzo che era fuori dal tanga.

La mia lei ,cme sua abitdine si bagno il ditodella mano e cminciò a farlo entrare ed uscire dal mio culetto , che io aprivo mlto volentieri.
Poi………………….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *