scoprirsi troia…..

Mi chiamo Andrea,ho 26 anni e da qualche tempo,ho scoperto il piacere di sentirmi donna…e troia!E’ cominciato tutto davanti ad un filmino porno..mi eccitava terribilmente vedere ragazze porche che si prendevano cura con la bocca di grossi membri..piano piano mi accorsi che oltre ai modi delle ragazze erano i grossi cazzoni ad eccitarmi e cominciai a pensare,che avrei potuto essere io la troietta che li soddisfava..
Per un periodo,questi propositi,rimasero fantasia,fino a che i miei amici,mi invitarono ad una festa in maschera,nella quale,avremmo dovuto vestirci da donne..nessuno poteva immaginare che non avrei potuto chiedere di meglio! Ci incontrammo per prepararci,a casa di un amica,che ci mise a disposizione il suo guardaroba, i suoi trucchi e la sua abilità nel make-up….

Quando ebbe finito,tra le risate generali,io mi sentivo fighissima..Avevo addosso una gonna stretta stretta e corta,che metteva in risalto il mio culetto femminile,sotto un perizoma,molto sexy e delle autoreggenti e per finire delle scarpe tacco 12..Andai in bagno e mi presi qualche minuto per ammirarmi…sembravo davvero una ragazza,o meglio,cosi vestita,una puttanella..ma il risultato era sorprendente..ero davvero sexy…e davanti allo specchio,mi immaginai in ginocchio con un grosso cazzo in bocca oppure piegata sul lavandino con un bel maschio che mi prende da dietro…mi sentivo davvero troia e decisi che questa sera lo sarei stata davvero…dovevo solo fare attenzione a non fare insospettire i miei amici…
Arrivammo alla festa e subito constatai di non conoscere quasi nessuno e la cosa mi tranquillizzò…Cosi dopo un po di convenevoli,io e i miei amici ci perdemmo di vista,cosi decisi di lanciarmi…Avevo fatto caso che un paio di ragazzi piu grandi mi guardavano con insistenza…all’inizio,pensavo mi avessero scambiata per una ragazza,ma poi mi resi conto che prima mi erano stati presentati,quindi sapevano…Feci finta di niente e mi misi a ballare,ma sapere che quei due ragazzi mi guardavano mi eccitava e complice qualche bicchiere mi lasciai andare e cominciai a sculettare e ballare e con fare sensuale,lanciando ogni tanto un occhiata ai miei due “spasimanti”..Uno se ne era andato,l’altro mi guardava con sempre piu insistenza..Era davvero un bel ragazzo,alto,con due spalle possenti,capelli e occhi scuri,uno sguardo penetrante..continuavo a ballare,immaginando quello che aveva tra le gambe,quando i miei amici,mi riportarono alla realtà..erano arrivati anche loro in pista,festa finita pensai!Invece,mi dissero che avevano deciso di spostarsi dalla festa ad un locale,che mi cercavano per uscire tutti insieme…io presi la palla al balzo,dissi che avevo bevuto un po troppo e che preferivo non allontanarmi..dissi loro di andare tranquilli,io abitavo vicino e tra poco sarei tornato a casa,cosi mi salutarono e si avviarono..ora,non avevo piu freni,nessun altro mi conosceva,o almeno,nessuno sapeva che fossi io,cosi mi feci coraggio e decisi di cercare il ragazzo di prima..lo vidi ballare,cosi facendo finta di niente,mi avvicinai a lui sculettando fino ad essergli praticamente attaccata..siamo vicino al bancone,prima gli lancio uno sguardo ammiccante e poi mi appoggio al banco sporgendo ben in fuori il culetto per ordinare..sento qualcuno che fugacemente si appoggia,intuisco che sia lui ma nella folla non ne sono sicura,cmq,butto giu un altro shot e mi sciolgo del tutto..mi sento femmina,porca e ho voglia di un maschio..cosi mi avvicino a lui,senza dire una parola e inizio a muovere il culetto a pochi centimetri da lui,che nel frattempo si è seduto su un divanetto..ho perso ogni inibizione,ogni tanto alzo un pochino la gonna,lasciando vedere il bordo delle autoreggenti,lo guardo e mi lecco le labbra,in maniera sensuale,lui seduto mi guarda e io noto che nei suoi pantaloni si è formato un bozzo…è la goccia finale,lo voglio!Cosi,presi coraggio e andai a sedermi vicino a lui…chiacchierammo per qualche minuto,nei quali cercai di essere piu provocante possibile e non riuscivo a staccare gli occhi da quel gonfiore nei pantaloni..ma quando ad un certo punto,provai discretamente ad allungare la mano,mi fermo e mi disse che non poteva..si alzo e fece per andarsene,tutte le mie fantasie svanite,ma un secondo prima,si chino e mi sussuro: sei proprio una bella zoccoletta,mi hai fatto arrapare,e toccandosi il pacco,se lo vuoi,ci vediamo tra 2minuti nei bagni..lo vidi incamminarsi e senza nemmeno pensarci,lo seguii…entrai nel bagno e lo vidi in piedi all’orinatoio,si girò e mi disse solo,allora sei davvero una troia,io ero imbambolata,guardavo quel membro stupendo che gocciolava e non riuscii a dire altro se non si….

allora vieni qui mi disse,puliscimelo…ingenuamente,gli porsi un pezzetto di carta e per tutta risposta ebbi una mano che mi spinse in ginocchio: con la bocca puttana,muoviti!I suoi modi erano cambiati, era rude,ma la cosa mi eccitava terribilmente,cosi obbedii…in ginocchio,per la prima volta,presi in mano il suo uccello e leccai le ultime gocce di orina che fuoriscivano..era un membro davvero notevole gia a riposo e quando comincio a crescere tra le mie mani capii che con quello scettro avrebbe potuto farmi fare quello che voleva…Presi piano piano la cappella in bocca,la sentivo pulsare e gonfiarsi,la leccavo e cercavo di farlo entrare piu che potevo mentre lui si godeva il trattamento..dovevo esserci portata perche sembrava gradire davvero molto,godeva e mi incitava,mi dava della troia e della succhiacazzi facendo crescere all’inverosimile la mia eccitazione..Cominciava a forzare la mia bocca spingendolo sempre piu in fondo,ora praticamente,me la sta scopando..io a quattro zampe e lui in piedi che mi tiene la testa e si muove avanti e indietro,fino quasi a soffocarmi..mi alzò la gonna scoprendo il perizoma e le autoreggenti e mentre mi scopava la bocca ogni tanto mi assestava qualche sonora sculacciata,facendomi gemere per quanto mi sentissi puttana…continuammo cosi per qualche minuto,fino a che non lo sentii contrarsi,mi disse solo tieni troia!e un primo schizzo caldo mi raggiunse le labbra,non feci in tempo ad allungare la lingua per raccoglierla che un altro schizzo mi colpi sul viso e senti il suo cazzo farsi strada nella mia bocca,me lo spinse fino in gola,scaricando almeno altri tre schizzi caldi direttamente nello stomaco,cercai di non soffocare e mandare giu quel che mi era rimasto in bocca,mentre piano piano si ritraeva rimanendo solo con la cappella nella mia bocca…sentivo le ultime goccioline uscire e me le gustai mentre la massaggiavo con la lingua…per qualche secondo rimasi li,col viso impiastricciato di sperma e il suo gusto nella bocca,poi si sfilo,mi guardo e mi disse: sei proprio una puttana,la prossima volta di apro il culo!La cosa mi faceva paura,ma in quel momento,riusci solo a dire,certo,a tua disposizione,si segno il mio numero e se ne ando…io mi ricomposi e mi avviai verso casa,con ancora il sapore di sperma in bocca e una strana sensazione che mi avvolgeva..era nata una troia!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *