S. e il potente Nerchia

è diverso tempo che non scrivo delle mie esperienze, ma per fortuna le ferie mi lasciano un po’ di tempo unita all’ispirazione a raccontarvele.
Dopo la storia con L. che si era fatta pompare dall’ex fidanzatino facendosi sborrare per 2 volte nella patatina, anche la mia nuova fidanzatina S. ha ripercorso la stessa strada…
Ma vediamo nel dettaglio…, sono passati + di 10 anni da quando iniziato ad uscire insieme, ora ci siamo sposati e abbiamo avuto anche un bambino, ma fino a prima del matrimonio nel 2005 ben 17 volte S.

si è fatta sfondare da un suo ex (che io ho chiamato Nerchia) per la sua funzione sessuale con la mia fidanzata.
Tutto è nato per caso dopo 2 anni che uscivamo insieme, durante una vacanza in Croazia ha avuto l’idea (su mio suggerimento, lei ha sempre saputo del mio amore per la monta “foresta”) di inviare una cartolina di saluti al suo ex con la speranza di rivederlo per bene…
Tornati a casa, dopo pochi giorni lui si fa sentire…
Un piccolo preambolo, la storia con lui era stata prettamente sessuale e a lei quelle grosse palle e quel duro uccello le erano restati nel cuore…come si dice…
Già dai primi mesi in cui stavamo insieme, io ho sempre dichiarato il mio amore per le corna, e molto spesso volevo che mi facesse uscire spingendomi fuori prima di venire nella sua fica in segno di sottomissione, ho sempre sognato di essere utilizzato come una palestra sessuale per la sua patatina che poteva essere usata completamente solo da un uccello più potente del mio.

Torniamo al racconto, dopo essersi sentiti decidono di vedersi per vedere se il loro feeling è ancora buono.
Approfittando del fatto che S. , che nel frattempo ancora studiava, e nei week end faceva le pulizie in un ufficio, decidono di incontrarsi li….
I preparativi sono stati all’insegna della curiosità, io mi ero fatto svuotare il giorno prima con l’obbligo di masturbarmi ma senza farmi venire almeno nelle 24 ore precedenti l’evento, e cosi è stato fatto in quasi tutte i 17 incontri, almeno la mia attesa era all’insegna dell’erezione e dell’eccitazione più completa.

Lei nel frattempo si era preparata con se dovesse andare a fare solo le pulizie, truccandosi un po’ di più del solito e rasandosi la patata con po’ più di attenzione, nella borsa oltre al necessario per pulire anche una confezione di profilattici bella nuova comprata per l’occasione.
Prima di uscire di casa ma ha masturbato ancora per un po’ come da me richiesto e mi ha strizzato i testicoli, e con un saluto…e un sorriso mi ha detto…ci vediamo dopo, e con un mio buon divertimento ha chiuso la porta e preso l’ascensione.

Io nel frattempo tenevo in esercizio il mio uccello in attesa del suo ritorno, non mi ricordo il tempo che è passato, ma credo qualche ora 2 o 3 circa, ogni volta che si andava a fare pompare il mio cazzo rimaneva in attesa sull’attenti!! Bastava solo qualche piccolo colpetto per tenerlo sempre bello duro…
…suona il citofono, è lei! Io sono nudo ed eccitato, il tempo di prendere l’ascensore ed eccola, la faccia mi sembra felice, fatto? Si…mi risponde corro a fare la pippì…, poi mi guarda…adesso ti racconto…
Quante volte ti ha chiavato? 2 volte con il condom, la prima volta veloce, era molto eccitato, la seconda mi ha sfondato per bene con il suo cazzo…bello grosso e con 2 belle palle a differenza del tuo…castratuccio…
Ma com’è andata nei particolari?, mi ha scopata prima nell’ufficio e poi sulle scale… ma prima glielo succhiato per bene e poi mi sono fatta infilzare….

Ora posso entrare anch’io?…. lei si è distesa sul letto, mi ha aperto le sue gambe, la stessa sensazione che con L. e che riproverò altre 16 volte…il burro…pochi colpi e poi…il paradiso!
Come dicevo dal 2001 al 2005 altre sedici volte ho avuto la fortuna di essere un buon allenatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *