MESSO IN DISPARTE DALLA FIDANZATA

Ci trovavamo in crocera nel mare greco, una nave lussuosa, piena di persone, belle persone.
Io e la mia ragazza abbiamo deciso di concederci un po di relax facendo questa settimana al mare…. e la mia ragazza dovreste conoscerla dalle storie precedenti.
Per chi non le avesse lette, la tipa era un po furbetta…le piaceva gustare il cazzo di altra gente oltre al mio,ma la cosa non mi disturbava molto, anzi mi eccitava.

Serata di gala, tutti vestiti bene, le donne sembravano tutte delle principesse, la mia indossava un decolté color marron pelle, tacco 12 con platoe da3 cm, una calza a retina leggerissima, quasi inesistente, vestito in lycra cadente, leggero fino a mezza coscia, scollatura ad u molto profonda e sulla schiena un taglio centrale in verticale che arrivava fino alle natiche.
Chi non l’ avrebbe notata???
Io stesso me la mangiavo con gli occhi, ma notai che altri due ragazzi, di cui uno di colore se la guardavano e si facevano i commentini.

Pure lei lo notò e inizio a provocarli mettendosi in mostra.
Mi assento un attimo per andare al bagno ed ecco che al mio ritorno trovo i due al fianco di lei che facevano conoscenza.
Arrivo, me li presenta.
Un po stizzito ma curioso domando loro cosa facessero la e senza tante mezze misure mi risposero che volevano fare del sesso.
Io riluttante, loro insistenti e provocatori, lei gli voleva.

La mia ragazza allora decide di convincermi, mi parla in un orecchio e mi dice, ti prego amore dai che proviamo, è una cosa nuova, scommetto che ci piacerà!
Non proprio convinto totalmente le dico ok…
Lei con uno sguardo fa capire ai due di seguirci.
Entriamo nella nostra stanza, nessuno si muove, chi inizia?
Ovviamente la mia ragazza rompe il ghiaccio e con la mano va diretta sul loro cazzo. Glielo accarezza delicatamente e si vede subito che iniziano ad avere un erezione, come io del resto.

Loro iniziano a scolpire il suo fisico con le mani mentre lei gli slaccia i pantaloni che cadono ai piedi.
Ha i capezzoli durissimi, è eccitata, lo vedo.
Il nero indossa delle mutande finissime bianche che lasciano intravvedere un enorme cazzo, mentre l’altro ha dei boxer grigi che ne esaltano i volumi.
Accidenti sono ben dotati!
Escono le sue tette, sbordano dal reggiseno e dal vestito, il nero gli succhia i capezzoli, l’altro le palpa il sedere.

Lei gli toglie l’ intimo e due pali enormi penzolano di fronte alla mia donna.
Io sono di fronte a loro e mi avvicino, mi tolgo i pantaloni e mi metto in fila x essere taccato da lei; non mi fila nemmeno!
Si inginocchia e gli avvicina, li prende tutti e due in bocca ed io le dico, cosa fai, il profilattico!
Prendili amore, sono nel mio comodino.
Eseguo, e mi ordina di metterglieli!
Io?
Dai, mette glieli te, è piu eccitante.

Allora come uno schiavetto mi avvicino a loro e uno alla volta gli metto il preservativo. Non nego che mi sia piaciuto e loro se ne accorgono!
Lei riprende il pompino, loro godono per bene, io dalla schiena accarezzo il seno di lei, le appoggio il mio cazzo sulle spalle.
Poi lei si alza, prende il nero e lo fa sdraiare sul letto, lei sopra e l’altro ancora sopra di lei.
Io guardo,le strappano un po le calze e glielo infilano nella fica e nel sedere.

Nonostante siano due grossi calibri entrano bene in quella zoccola della mia ragazza.
Lei mugulisce dal piacere, quasi in exstasi.
Io le dico amore, mi fai un pompino? Dopo adesso non riesco!
Mi inginocchio vicino alla sua faccia ed il nero mi prende il mi cazzo in mano e me lo mena un pochino. Lei mi strizza l’ occhio.
Vanno avanti per un po, cambiano posizione, la contorcono e penetrano in tutte le maniere, ma intanto lei non mi fila.

Il bianco viene, le da cinque sei colpi nelle vagina da farla sussultare , gode per bene e riempie il preservativo.
Esce e glielo mette in bocca ancora un po duro.
Lei succhia e il nero la mette a pecorina.
Vuole sfondargli il sedere, ma le dice intanto di farmi un pompino.
Allora io mi avvicino e mi metto in posa, inizia a penetrarla e lei mi succhia in contemporanea.

Riesco ad intuire il piacere da quanto stringe la labbra.
Sto per venire, esco e le riempio la faccia.
Al nero piace questo tanto che inizia a venire pure lui, mentre lei inizia a gridare per il dolore-piacere!
La sfonda per bene, con la faccia sbatte sulla mia maglia sporcandomela di sperma.
È esausta! Si accascia sul letto metre l’ enorme serpente nero esce quasi completamente bianco per lo sperma!
Sono tutti e tre contenti, io un po meno perché se non fosse stato per il nero avrei dovuto segarmi da solo mentre la mia ragazza si scopava i due.

Se ne vanno, lei è felice nonostante io mi lamentassi.
Allora adotta la sua tecnica della femmina provocante e mi coccola un po , mi da qualche colpo di lingua per farmi stare zitto.
Anche questa volta cornuto ma contento!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *