la vicina cicciona

Preciso che questo racconto e’ totalmente vero.
Abito con mia moglie in una zona residenziale di roma, ci siamo trasferiti a dicembre 2012 , la casa e’ situata in un comprensorio fatto da 2 piani , molto curato dove la gente e’ tranquilla quesi sembra un centro anziani di alto livell.
Non conosciamo ancora nessuno anche perche i nostri orari ci tengono fuori casa dalle 8 alle 19 , sopra di noi vivono 2 anziani ed affianco una coppia di 40 anni mentre sul lato confinate la nostra camera da letto ed il nostro giardino ci sono 2 giovani di 25/30 , lui brutto basso con il pizzetto e lei cicciona con un bel viso , credo siano fidanzati ma non avendo confidenza non saprei dire.

La settimana scorsa sono rimansto a casa invece di andare in ufficio, lavoravo dal pc in camera da letto comodamente , mia moglie invece e’ andata via presto verso le 7. 30 , mentre verificavo i dati sul pc comincio a sentire dei rumori arrivare dal muro …. , pensavo fosse la cicciona che passava l’aspirapolvere , ma il rumore era come un ferro che sbatteva cosi prendo il bicchiere sul comodino lo appoggio sul muro e mi metto ad origliare , altro che aspira polvere questi 2 stanno trombando !!!! , sentivo benissimo il letto che sbatteva e la cicciona che godeva ad ogni colpo , io mi ero eccitato sentendo lei e cominciavo a masturbarmi accompagnando la loro scopata , lui era silenzioso e lei invece parlava molto ….

Anzi gemeva come una cagna.
La situazione e’ durata 10 minuti poi il silenzio, ho pensato che avessero terminato quindi mi allontano dal muro e continuo la mia pippa , pero’ dopo pochi secondi sento di nuovo battere il muro , riprendo il bicchiere e ricomincio a spiare …. , i colpi erano piu veloci e lei gridava ” si nel culo , cosi bravo , nel culo si nel culo si ” , la cicciona si stava facendo inculare !!!! , ad ogni colpo ed a ogni sua parola cresceva la mia eccitazione tanto da farmi venire , ho sborrato per terra ….

, anche loro vengono e torna il silenzio.
La cosa mi aveva un po turbato onestamente , la curiosita’ di vedere lei cresceva di giorno in giorno cosi ho approfittato delle ferie di luglio per rimanere a casa e cercare una maniera per farci amicizia , sapevo che lei non lavorava vedendo la sua 500 parcheggiata fuori e lui usciva a volte alle 9 a volta alle 14 , ormai li spiavo e sapevo tutti i movimenti , nemmeno fossi un pervertito!!!!.

Una mattina stavo fuori il giardino ad annaffiare le piantine e sento che anche lei stava fuori il suo giardino a fare lo stesso, con una scusa mi avvicino alla ringhiera che confina e la saluto ” buongiorno , con questo caldo dobbiamo annaffiare presto !! ” E lei simpaticamente risponde ” e gia’ , dovrebbe farlo andrea ma lui e’ partito x lavoro cosi mi tocca farlo a me!!” , sicuramente andrea era il nome del suo compagno , per attacar bottone mi presento ” piacere comunque io sono marco , siamo arrivati da poco ..” E lei ” piacere alessia , anche noi da poco , a gennaio” , cosi tra una cazzata ed un altra avevamo fatto amicizia , devo confermarlo ed ammetterlo era veramente un cesso , cicciona con 2 tette spaventosamente grandi , ma un viso molto carino con occhi verdi , peccato perche se pesava 50 kg in meno era una bella ragazza.

Con la scusa di annaffiare uscivo ogni mattina in giardino ma dopo quel giorno non riuscivo piu ad incontrarla e sinceramente me ne fregava poco, ma una mattina sento chiamarmi era lei …. , ” marco scusa ti posso chiedere una cortesia grande?? ” , ” certo dimmi cosa succede??” Risposi io , ” che ci capisci di rubinetti ?? Esce acqua ovunque ed andrea sta ancora fuori mio padre sta al lavoro … Non so a chi chiedere conosco solo a te… , potresti venire a vedere?? Oppure tua moglie si scoccia?? ” , pensai subito che era una scusa cosi dissi di si e andai a casa sua tranquillizandola perche mia moglie era tranquilla e comunque stava al lavoro.

Entro nella cucina ed effettivamente il rubinetto perdeva acqua , io non sapevo dove mettere le mani cosi spengo l’acqua dal rubinetto centrale , ” alessia io piu di questo non posso fare , devi chiamare un idraullico , mi dispiace ma per cambiare il rubinetto e meglio che se occupi lui , io non sono buono nemmeno a sturare un cesso !!!” Dissi io ridendo , la sua risposta fu in doppio senso ” grazie cosi mi basta , e poi uno come te non lo vedo a sturare cessi ma a fare altro ” , la cicciona faceva il viso dolce , io gli guardavo le tette che si vedevano dalla vestaglia e lei si rese conto visto che disse ” scusa ” e mise meglio l’indumente , io per togliere l’imbarazzo risposi ” tranquilla ne ho viste tante di tette in vita mia , non mi scandalizzo per cosi poco ” , lei sorride e mi invita a bere un te freddo visto che il caffè non si poteva fare.

Andiamo nel salone e mentre bevevo il te’ mi raccontava la sua vita (2 palle) , io ascoltavo ma con l’occhio guardavo si nuovo le tette che essendo molto grandi uscivano fuori , anche questa volta lei si scusa e si risistema ed ancora io la tranquillizzo ” alessia stai serena e’ casa tua non preoccuparti” , lei sorride e ricomincia a parlare , dopo 15 minuti ero stanco si sentire del suo lavoro di merda , del suo compagno che sta sempre in viaggio e di mille cazzate cosi mi alzo e gli dico ” posso dare un occhiata a casa ? , sembra identica alla mia !! ” , lei mi accompagna e mi fa vedere tutto , i bagni la camera degli ospiti e la loro camera da letto che era confinante alla mia , una bella casa pulita e molto ben arredata , mi soffermo sulla camera da letto perche avevano fatto dei lavori interessanti con il carton gesso , ” andrea e’ un architetto , e stato lui a farla cosi ti piace ?? ” , ” bellissima ” risposi io e aggiunsi ” ecco perche sento rumore di ferro avete il letto appoggiato al muro confinante con la mia camera da letto , ora capisco” con tono scherzoso avevo fatto intendere che li sentivo scopare , lei rispose senza nessun imbarazzo ” be lo senti poco pero’ , 1 volta ogni tanto visto che non c’e mai !! ” , cosi avevo capito dalla sua risposta che scopava poco e la confidenza era aumentata , ” che importa basta farlo poco ma bene !! ” , ci siamo messi a ridere sulla mia battita ma lei risponde ” marco ma veramente si sente ?? Fammi provare ?? ” , lei monta sul letto si mette a pecora appoggiando le mani sul muro e simula i movimenti di una trombata … , ” cazzo hai ragione il ferro del letto sbatte forte !! , scusami ora lo sposto !! ” , quando era montata sul letto e si era messa a pecora non ci credevo , era folle la situazione ma le tette erano praticamente uscite fuori e gli si vedeva tutto il culone ….. , non mi ero proprio eccitato ma cominciavo a esserlo.

Gli dico di lasciare tutto cosi , che non c’era problema e che era una cosa naturale , ma lei mi risponde ” scusa ti chiedo troppo se per favore monti anche tu sul letto? , voglio capire quanto rumore si sente ? ” , cosi mi prende la mano e mi invita a montare , cosi mi tolgo le scarpe e salgo ma le dico ” alessia cosi che senti scusa , quando torna andrea fai la prova dal vivo e senti meglio ” , lei si gira verso di me e mi dice ” be andrea torna la prossima settimana ….

, potrei provare con te … ?!! ” , cosi mi slaccia la cinta apre i miei pantaloni e mi prende in mano il cazzo , ” alessia che fai ?? ” Dissi io , ” dai fermati non voglio problemi ” , e lei ” lasci andare , problemi non ci saranno…

” , me lo prende in bocca e comincia a succhiarlo , la cicciona mi stava facendo un pompino , io la lascio fare cosi comincio a scoparmi la sua bocca spingendo la sua testa sul mio cazzo , gli dico ” pero’ ci sai fare con la bocca … ” E lei ” ancora non hai visto il meglio ” , la cicciona sbocchinava ed io continuavo a forzare la sua testa per farlo arrivare fino alla gola , avevo capito che era una troia con una grande voglia di pisello e sapevo che gli piaceva visto che l’avevo sentita trombare.

Fatto il pompino si toglie la vestaglia , la vista non era proprio piacevole , era molto cicciona e i rotoli si vedevano , le tette erano enormi una sesta se non di piu , la ragazza aveva 28 anni ma sembrava dal fisico che era mia nonna !!! , quasi mi si ammoscia cosi la faccio girare per comodita ‘ , aveva una fica pelosa ma gigante , veramente anche il suo culo era grande , comincio a metterle 2 dita dentro la fica per farla godere , non bastavano cosi prima 3 dita , poi 4 ….

Alla fine scopro che la mano entrava quasi tutta cosi la scopo a pugno chiuso ….. , era la prima volta che masturbavo una donna con tutta la mano , ma viste le sue dimensioni dovevo immaginare , lei godeva e si sbodolava tutta , strillava e diceva parole sporche ” si rompimi la fica , sono una mignotta … , dai spingi affondo spaccami la fregna ” , le sue paole mi eccitavano e spingevo sempre di piu quasi a entrare con il braccio ….. , quando e’ venuta’ ha tirato fuori un grido di piacere, la mano era completamente bagnata e appiccicosa della sua sborra ….

, il buco del culo si era aperto e la sua fica era una voragine , passo la mano sulla sua fica fracica che colava e uso il liquido per lubrificare il culo , volevo vedere se anche qui servivano 5 dita , ne sono bastate 3 …. , godeva come una pazza e ebatteva le mani sul muro , sembrava che la stavo uccidendo invece stava godendo come una gatta in calore … , tolgo le dita dal suo culo e le pulisco dentro la sua fica , la monto da dietro e ficco il mio cazzo enorme nella sua fica , ci sciacquavo dentro sia perche aveva una fica spalancata sia perche era completamente zuppa , continuo la mia scopata accompagnando qualche schiaffo sul culo e lei sempre piu porca mi diceva ” si fammi sentire il tuo cazzo che mi pompa, spingilo tutto dentro cosi’ … , sono una mignotta una troia , una merda che vuole essere schiacciata da te … , spaccami tutta ” e spingeva contro il mio cazzo aiutandosi con le mani sul muro … , la cicciona era una vera porca maiala.

Mi ero stancato di sfondargli la fica , tolgo il mio cazzo e lo metto nel suo culone , subito accompagnato dalle sue parole ” adesso si , rompimi il culo , rompimi il culo ti prego ” , piu spingevo il mio cazzo nel suo culo e piu strillava , entrava tutto senza problemi , la cicciona alessia aveva tutto spanato nemmeno il cazzo di un cavallo bastava , e mentre la inculavo lei si toccava il clietoride con una mano facendo piu volte schizzare la sua fica , quasi mi schifava tutta quella sborra che scendeva e schizzava sulle mie palle , continuavo a pomparle il culo … Stavo anche io per venire … , poi mi ferma … , mi dice ” adesso ti faccio venire come so fare solo io ” , mi fa mettere in piedi sul letto e lei scende sotto di me , comincia a leccarmi le palle delicatamente , poi il sotto palla ed il mio culo , con la lingua pulisce bene tutto , stavo scoppiando dovevo assolutamente venire ….. , lei continua a leccarmi il culo ma io comincio a toccarmi per schizzare , mi toglie la mano e mi dice ” poggiati sopra la mia pancia .. ” , lo faccio non capivo le sue intenzioni , mi fa mettere sopra di lei , prende il mio cazzo e lo ficca tra i suoi seni giganti , con la lingua mi lecca la cappella … ” Adesso muoviti come se dovessi scoparmi la bocca, poi capirai da solo cosa fare… ” , io non avevo ben capito ma comincio a spingere il mio cazzo nelle sue tette … , sento una sua mano toccarmi il culo , mi fa alzare di qualche centimetro , comincia a toccarmi con le dita le palle mentre con la lingua continuava a leccare , il mio cazzo passava nei suoi seni e arrivava vicino la sua bocca , poi all’improvviso comincia a stringermi leggermente i testicoli con un dito si ferma vicino il buco del mio culo ed io mi allotano spingendo piu verso la sua bocca … ” Adesso vai veloce e vieni … ” , mi aiuta nella spinta , sentivo sempre il suo dito che accompagnava il mio movimento , il mio cazzo passava nelle sue tette e lei aveva avvicinato la sua bocca in maniera tale che mi sbocchinava la cappella al suo arrivo , vado sempre piu veloce , mi piace questa maniera , il palmo della sua mano prende le mie palle da dietro il suo dito spinge sul mio culo vorrebbe entrare ….

, adesso sto scoparmi le sue tette e la sua bocca … Mi dice ” adesso goderai come non lo hai fatto mai ” , il suo dito entra all’improvviso sul mio buchetto , io stringo le chiappe , lei continua senza far forza , pochi millimetri …. , allarga tutta la sua bocca …. , comincio a spingere forte con le ginocchia …. , con l’altra mano si aggrappa alla mia schiena , si tira leggermente piu su ….

, il dito entra un pezzotto in piu dentro … Mi piace …. , sto per venire ….. , affonda ancora il suo dito … ” Godi marco godi anche te..” , ero in piena estasi , vengo tra le sue tette e dentro la sua bocca , lei toglie il dito …. , toglie. Il mio cazzo dalle tette e comincia spompinarlo …. , un bocchino vioento quasi a strozzarsi …. , gli ultimi schizzi entrano nella sua gola ….

, godevo come un maiale …. , sborravo in continuazione …… , mi ripulisce con la sua lingua e ingoia tutto …. , scendo da sopra lei ero stanco …. , mi sdraio sul letto , guardo il soffito … Ero esausto ma i brividi del piacere ancora passavano sul mio cazzo mezzo moscio…. , la sua voce mi dice ” il tuo cazzo mi ha fatto godere come una vera troia , ma sono certa che ti ricorderai per sempre di me .. ”.

Aveva ragione , ancora oggi quando posso cerco di spiare dal muro con il bicchiere , voglio sentire la sua voce che gode immaginando cosa possa fare al suo andrea … , la cicciona non era per niente bella , ma sapeva farmi godere come nessuna ha mai fatto.
Mai piu scopata , ma l’amicizia e’ nata quel giorno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *