La Crociera in Marocco, Giorno 1

Questo è il mio Diario di Viaggio di una crociera fatta nel 2011. Nella sezione foto, trovate le foto del viaggio

Giorno 1

Agosto 2011, avevo 19 anni e mi ero appena diplomata al ginnasio e avevo organizzato con 2 compagne di classe una crociera di 6 giorni nel mediterraneo: Marocco e Tenerife..
Le mie amiche avevano scelto la destinazione per svago e convenienza economica, mentre a me andava bene l’idea perché volevo vedere innanzitutto se fosse stata vera la diceria delle crociere e dei villaggi turistici pieni di camerieri e animatori sempre vogliosi ahahahah e poi, per chi mi conosce, sa già che vado pazza per i ragazzi stranieri ?
Il primo giorno lo abbiamo passato sulla nave: siamo salpati e ne ho approfittato per familiarizzare con l’ambiente, equipaggio etc.

Io e le mie amiche siamo state per lo più in piscina fra bagni e tintarelle.. poi abbiamo conosciuto un animatore: Jerome, ivoriano, aveva più o meno 28 anni (quasi 10 in più rispetto a me), ed era molto simpatico.. subito ho notato che Jerome fra una battuta e l’altra mi guardava sempre il culo e faceva battute spinte del tipo: “ti metto la crema? La crema solare, non intendevo altre creme..”
A fine serata abbiamo incontrato di nuovo Jerome al ristorante, abbiamo parlato un po’ e poi a fine serata mentre eravamo soli io e lui, mi dice: “guarda che domani scendo perché mi imbarcano su un’altra nave.. mi dispiace che non possiamo continuare il viaggio insieme.

Ho sentito dire dalle tue amiche che passeranno la notte a guardare gli spettacoli, sono una vera noia, credimi!”
Io incuriosita da dove volesse andare a parare, ho colto la palla al balzo e gli ho risposto: No, io avevo già pianificato di andare nella mia cabina.. magari a leggere un libro sul balcone..”
E lui: “sarebbe un’ottima idea.. il mio numero di cabina è 052, basta che con il telefono, mi chiami premendo il numero di cabina e magari passo per farti un po’ di compagnia”
E io: “guarda, non so se sia una buona idea.. ho tanto sonno e sono molto stanca..”
E lui ha cominciato immediatamente con il dire che non faceva nulla la sua era solo una proposta.. poi ha cominciato a farmi domande sulla vista del balcone, poi sempre più dettagliate per capire quale fosse la mia cabina e alla fine gli ho detto il mio numero di cabina dato che era molto molto insistente e sinceramente la mia curiosità si era trasformata in voglia vera e propria ahahah
Tornata in cabina, mi sono subito fatta una doccia e mi sono messa molto profumo addosso, ho indossato una vestaglia da notte azzurra semi trasparente, con auto reggenti, e tacchi e ho aspettato che Jerome arrivasse in cabina.. dopo appena 5 minuti ho sentito bussare, ho aperto ed era lui.

E’ subito entrato dentro e ha cominciato a farmi i complimenti di quanto fossi bella, etc.. continuavo a dirgli che ero molto stanca e che volevo andare a dormire, ma lui mi accompagnò sul divano e ci sedemmo.
Avevo molta voglia, ma continuavo a fingere che ero stanca.. la cosa cominciava a piacermi ahahhah, poi mi cominciò a parlare dei suoi giorni a bordo della nave e mi poggiò una mano sulla coscia e a poco a poco cominciò a salire.. cominciò a dirmi che ero bellissima, avevo dei begli occhi e io sorrisi, intanto lui cominciò a palparmi la coscia e mise l’altra mano sul mio fianco, io mi sdraiai sul divano e aprii le gambe.

Mi disse: “Sei una vera troia, lo hai fatto apposta: sei tutta bagnata!” E comincio a leccarmi il collo e a pomiciare con me, io risposi : “no, stavo per andare a dormire, te l’ho detto! “ E lui: “e tu dormi con il reggi calze, la vestaglia che si vede tutto, i tacchi e il profumo?” E io: “Si.. perché io dormo nuda..”
A quel punto Jerome mi Levò la vestaglia e cominciò a leccarmi i seni.. ero in estasi e sentì bussare alla porta.. guardai Jerome e lui mi disse: “Spero non ti dispiaccia.. ho invitato un mio amico ad unirsi a noi.. E’ Jamaicano e fa il cameriere, si chiama Terence.. sono rimasta immobile mentre lui andava ad aprire la porta.

Vedo entrare un altro nero, sulla trentina, con i rasta.. si presenta, io rimango a bocca aperta..ormai avevo così tanta voglia.. E dico loro “Ragazzi, forse mi avete presa davvero per una troia.. Non è così: sono una ragazza che vuole solo divertirsi perché sono in vacanza e..” Terence mi ferma e dice: ”Senti, Francesca, noi non pensiamo che tu sia una troia.. Io abito a Milano e lui a Genova e ti possiamo dire che le vere troie sono quelle che per la strada ci provano con noi per scopare.. Jerome è venuto da te e ti ha corteggiata, ti ha conquistata e ora siamo qui, non ti preoccupare io farò solo qualche foto.. Jerome ha 29 anni, io ne ho 35, abbiamo visto te e abbiamo perso la testa perché sei bellissima..una ragazza bionda, perfetta, di 19 anni che è gentilissima con noi.. ti preghiamo, abbiamo bisogno di fare l’amore con te.. non abbiamo mai incontrato qualcuna come te in tanti anni.. ”
E io: “sentite.. non so cosa dirvi.. Non voglio che le mie amiche vengano a sapere qualcosa, perciò dovete stare zitti, e non parlare con nessuno di questo.

Poi non voglio che mi fate foto alla faccia perché non voglio finire come una puttana (che non sono), su internet. E poi se mi venite dentro, vi uccido!”
A quel punto Jerome mi ha presa da dietro, mi ha buttata sul letto e ha cominciato a scoparmi da dietro senza troppi complimenti.. dopo poche botte comincia a supplicarmi di venirmi nel culo, Terence scoppia a ridere e fa una foto mentre Jerome mi viene in culo..
Poi si accascia sul letto esausto, e Terence continua a ridere.. io lo guardo fissa negli occhi e gli dico: “il divertimento è già finito? Speravo potessi almeno venire io..” Terence mi fa: “Spogliati completamente, togli anche le calze.. a me piace il pieno contatto fisico..” Mi spoglio lentamente, guardandolo fisso negli occhi, e poi lui dice: “sei molto orgogliosa e sicura di te, ragazzina.. ora ti farò vedere io.. Fra poco comincerai a supplicarmi di non fermarmi e ti sottometterò!”
A quel punto ho cominciato a baciare appassionatamente Terence, mente Jerome faceva qualche foto.. poi Terence mi ha ordinato di fargli un pompino e ho accettato senza batter ciglio.. ho cominciato a succhiarglielo avidamente.. e lui ogni tanto, mi carezzava una guancia e diceva “brava bimba, continua così” e io tutta felice continuavo sorridendogli.. dopo 15 minuti, lui mi fa: “ora preparati.. sto per venirti in bocca, ingoia tutto fino all’ultima goccia!” E io l’ho guardato sorridendo come una scema e quando ho sentito i fiotti caldi scendermi in gola ho cominciato ad ingoiare leccando bene la cappella per non fare sprechi.. alla fine gli ho chiesto: “sono stata brava?” E lui: bravissima, la mia bimba.. ora vai a lavarti i denti: non ti bacio con la bocca piena di sperma!”
E io senza pensarci 2 volte sono andata in bagno a lavarmi i denti, e mi sono rimessa le mutandine.. poi sono tornata da loro e gli ho detto: “perché mi faccio comandare a bacchetta da te, Terence?” E lui: “perché ti piacciono i neri, se fossi stato bianco avresti detto di no.. e ti piace essere dominata.. un nero che ti ordina cosa fare, ti fa perdere il controllo.. sei solo una troietta bionda, niente di più!”
E io:” un uomo di 35 anni non ci mette nulla a comandare ad una diciannovenne cosa fare!” A quel punto Terence, gridò dicendo: “Tu sei solo una ragazzina! Sei puttana dentro, e ora scopati di nuovo Jerome!” Jerome mi saltò addosso e io bagnatissima dissi: “Ti prego, Jerome.. non ce la faccio più a res****re.. ho bisogno di venire!” E jerome cominciò a scoparmi senza nemmeno levare le mutandine.. intanto Terence s**ttò altre foto.. Jerome mi scopò per 40 minuti senza fermarsi.. io venni a più riprese.. almeno 6 o 7 volte.. alla fine, Jerome mantenne fede alla parola data e prima di venire tirò fuori il suo cazzo e mi venne addosso.. ero sudata e ricoperta di sburro su pancia e seno.. esausti ci facemmo una doccia io e Terence insieme.. nella doccia Terence mi scopò il culo e mi venne dentro..
Una volta finita la doccia, Jerome aveva di nuovo voglia.. dicendo che doveva pprofittarne perché un’altra occasione così chissà quando la avrebbe avuta di nuovo.. mi ha scopata sul divano.. intanto Terence mi ha messo il cazzo in faccia e mi ha ordinato di succhiarglielo di nuovo.. ho obbedito e intanto Jerome ha preso il cell e ha s**ttato un selfie di noi 3 in quella posizione, dicendo che la teneva come foto ricordo.. Dopo 10 minuti Jerome mi è venuto dentro, stavo per girarmi e protestare, quando Terrence, mi ha detto: “zitta, troietta, adesso ti farò godere io!” E mi butta sul letto e comincia a scoparmi con molta foga.. dopo 30 secondi sono venuta la prima volta, urlando di piacere e lui continuava.. ho cominciato a pregarlo di non fermarsi, di continuare e farmi venire ancora.. in 20 minuti sono venuta almeno 5 volte.. poi mi è venuto dentro grugnando come un maiale e una volta finito, si sono rivestiti e mi hanno detto: ti inviamo le foto fatte via bluetooth.. dopo avermi inviato le foto, mi hanno baciata e hanno detto che non ci saremmo più rivisti.. e sono andati via.. io esausta, sono crollata a dormire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *