La casa al mare

Salve sono Angela,ragazza di 27 anni del sud Italia,fisicamente un po’ in carne ,meglio definirmi come una ragazza formosa. Porto la 5 di reggiseno,4 di mutandine e adoro vestire solo abiti aderenti e scollati è mai senza tacco. Frequento un amico di nome Paolo anche lui del sud Italia,ha 35anni fisicamente robusto ma no grasso,molto carino e con lui ho un intenso rapporto di amicizia da circa 6 anni,anche se però negli ultimi due anni abbiamo cominciato a frequentarci più spesso,tanto che siccome lui fa l’imprenditore a circa 80 km da dove originariamente nati e cresciuti ,i invita ultimamente a trascorrere i fine settimana da lui.

Lui abita in una zona di mare sulla costa laziale,in prov. latina. Cosi per me è diventata una abitudine il venerdì sera trasferirmi da lui e restare fino al lunedì mattina. Premetto che viene a prendermi e mi riaccompagna. Non nego che oramai cd lui vivo anche rapporti di sesso Poiche lui molto attratto dalle donne in carne e formose come me. Adora il mio modo di vestire,tanti che solitamente tutti i venerdì sera quando mi viene a prendere e arriviamo a casa ,mi fa trovare sempre abitini o completino intimi in regalo.

Cosi li indosso e già dal venerdì sera c’è ne usciamo e andiamo un giro a cena o locali ,poi il sabato mattina lui va in ufficio mentre io o mi godo il mare o esco con lo scooter per poi fargli trovare un buon pranzetto per le 14. Oramai li finisco molti amici e spesso anche se sto a casa sua ,non abbiamo problemi entrambi a uscire con altri amici e amiche. La scorsa settimana ci fu una festa di alcuni amici della base nato di Gaeta,fummo invitati e giunti li ,notavo lo sguardo di molti che mi scrutavano dalla testa i piedi e in particolare per la scollatura e per le generosi dimensioni del mio decolte’.

Durante la serata Paolo fu invitato da alcuni amici e amiche americani suoi clienti e io invece venni affiancata da TOM un giovane americano leggermente di colore più di un mulatto di professione credo Militare. Tom lo conosco già da alcuni mesi ,frequenta casa di Paolo ,oltre ad essere suo amico e anche suo cliente. Cosi cominciamo a chiacchierare e bere vari drink,so bene che suscitò interesse per lui,poiché me lo ha detto anche Paolo più volte.

quella sera indossavo un abitino leggero a fantasia leopardata corto al ginocchio e scollatura molto generosa sia avanti che sulla schiena. Si rideva e di chiacchiera e verso le 23:30 mi chiese se avessi voglia di un gelato presso una nota gelateria di Terracina,comune distante circa 25 km. Cosi accettai e uscimmo con la sua mustang ,percorremmo una stradina di collina che congiunge Gaeta a fondi per poi arrivare a Terracina. Durante questa attraversata Tom passava la sua mano sulle mie cosce e si complimentava dicendomi che ero una bella ragazza.

Guunti a Terracina prendemmo il gelato e lui fissava il modo come io leccavo il gelato e diceva che avrebbe voluto essere lui al posto del gelato. Io ridevo e sapendo di questa sua debolezza per me ,giocavo accentuando ancora di più il modo di leccare il gelato. Dopo varie cose ,risate e complimenti alternati a palpate di cosce e di fianchi iniziammo a prendere la strada per il ritorno,e mentre si camminava in auto ,Tom inizio a fare complimenti più spinti è più ose’sia sul modo dp he avevo di leccare il gelato sia sulle mie forme,Fini a confessarmi che era eccitato.

nel percorrere la stra di ritorno verso la zona della collina si fermò in un posto dove si vede tutto il promontorio,c’era un bel freschetto e li lui scese dalla vettura è mi invitò a seguirlo per vedere il panorama ,scesi e mentre fissavamo il panorama lui da dietro mi cinse la vite e comincio a baciarmi sul collo ,io un po’ incredula inizialmente non mi scollai,poi lui si fece più intraprendente e inizio’a palparmi il sedere e poi una mano fini tra la scollatura è una tra le cosce ,fino a spostare il mio perizoma e in poco prese a infilarmi con le dita la vagina.

Confesso che quella situazione mi eccito molto ,tanto da restare ferma e lasciandolo fare. Ero in preda ad un eccitazione da adolescente,lui mi giro mi baciò e poco dopo mi stese sul cofano della mustang,mi allargo’ le gambe e spostato il perizoma prese a leccarmi la figa. Pochi minuti e raggiunsi un violento orgasmo,lui felice di ciò si alzò e mi penetro’in figa,notai che aveva un membro molto grosso ,simile a quello di Paolo ma fors e’un po più lungo.

Gidevo tantissimo,è anche lui Poiche ansimava molto,doveva essere fortemente eccitato poiche’sentivo che si ingrossava di più dentro di me e per non farlo venire subito,mi staccai ,mi chinai e cominciai e leccarglielo per poi affondarlo tutto in gola,era enorme e fuoriusciva. Ad un tratto lui mimfece rialzare. E’mai chiese di stendermi sul sedile del passeggero,mi divaricò le cosce e mi sali addosso penetrandomi con forza. Sentivo i brivido attraversare il mio corpo,dava colpi forti e precisi,poi ad un tratto lo estrasse e diresse la cappella sul pelo della mia figa scaricando una notevole quantità di sperma bianchissima.

Premetto che raggiunsi diversi orgasmi. Ricomposti mi propose di passare la notte a casa sua,ma preferì farmi accompagnare a casa di Paolo promettendogli che ci saremmo rivisti. Giunta a casa di Paolo credevo di non trovarlo ancora,invece lo trovai li che si era appena fatto una doccia e stava in camera da letto con l’asciugamano avvolto alla vite. Appena mi vide ,notai la sua eccitazione,poiché vidi alzarsi l’asciugamano sul membro,lui mi chiese ridendo se mi fosse piaciuta la passeggiata fatta con Tom,io nel rispondere ero attratta dalla sua erezione ,tanto che gli tirai l’asciugamani ,e li lui mi prese mi afferrò per i fianchi e come sempre si comporta da vero porco mi spinse sul letto mettendomi a pecora e mi penetro’in che lui molto violentemente da dietro facendomi raggiungere altri orgasmi.

Prima di venire mi fece girare e mi sborro’anche lui sulla figa e sulla pancia. poiche’come ho detto inizialmente ,con Paolo vivo storie di sesso già da un po’ ,tutti credono che io sia la sua donna è questo non mi dispiacerebbe,ma lui non si dichiara,ma quello che vivo con lui mi fa eccitare da matta e quindi anche se solo una amica non rinuncerei per nulla a questo rapporto,speriamo che fiorirà qualcosa di più.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *