Io, marco, la venditrice porta a porta e la cugina

Primo racconto scritto a quattro mani con il grande esisteunomevalido. Commentate diteci se vi piace!
Questo è il link di esisteunomemevalido

Buona lettura

Ciao mi presento. Siamo io (Luca) 22 anni e il mio amico (Marco ) anch’esso di 22 anni. Noi eravamo insieme a casa beati a studiare per un esame, che avremmo avuto due settimane dopo, quando ci suonano alla porta , apriamo e una bellissima donna (Ilaria) ci appare , la quale ci dice se può entrare poiché deve fare una dimostrazione di un aspirapolvere perché è una venditrice porta a porta.

Entra, fa la di dimostrazione, e poi ci annuncia che le fa caldo e che si è affaticata molto e ci chiede un bicchiere d’acqua. Indossa un impermeabile. Mentre noi andiamo in cucina lei stanca si mette sul divano. Ma appena torniamo ci accorgiamo che lei è sdraiata sul divano e ha messo l’impermeabile per terra con tutti i vestiti. È sdraiata sul divano con solo l’intimo. Non sapete che goduria. Una vista celestiale.

Corpo da favola. E’ bellissima e molto molto sexy mmmmm! Noi rimaniamo di sasso. Marco ha il bicchiere pieno d’acqua in mano. Lei si alza , ci viene vicino e ci sussurra alle nostre orecchie in modo sexy, che gli siamo piaciuti fin dal primo momento che ci ha visti e che dopo l’ora di dimostrazione, non aspettava altro che combinare qualcosa con noi due insieme. Poi prende il bicchiere e invece di berla, se la butta addosso muovendo i capelli in modo sensualissimo ed arrapantissimo e così facendo, mille goccioline arrivano anche a noi e ci bagnano.

Poi si riavvicina di nuovo e con le sue mani ci prende il pacco e si avvicina a Marco per mordergli e succhiarti i lobi degli orecchi. Lui è estasiato, geme e il suo viso è contratto dal piacere. Palpa beato il sedere della donna. Dopo di che tutti infoiatissimi abbiamo fatto una cosa a tre super eccitantissima dove lei ci ha regalato a vicenda un footjob da urlo e ci ha pisciato a dosso.

Poi ad un certo punto sentimmo un rumore di chiavi nella toppa della porta. Si spalanca ed entra mia cugina (Silvia) che ci trova beati tutti e tre intenti a fottere e ci fa :
” bravi maialini” poi mi si avvicina a e mi lecca il lobo dell’orecchio e mi sussurra:” È tanto tanto tempo che volevo scoparti. Da quando ti ho fatto una sega”. Si sveste e si unisce a noi tre.

Mia cugina si sveste e comincia a succhiarlo a Marco e guardandomi mi dice “prima agli amici”…e io vi guardo mentre monto Ilaria che sta godendo come una porca, e grida dal piacere. Ci gode così tanto che inizia a leccare Silvia, così le sgrilletta un po’ la figa con la lingua e la fa eccitare per bene, e mia cugina a un certo punto smette di succhiarglielo e gli dice “non ce la faccio più mettimelo dentro.

Voglio sentirti tutto dentro di me. Fottimi con il tuo cazzo possente grandissimo porco che non sei altro”. Ti sale sopra e si infila il tuo cazzo nella figa e comincia a cavalcarti e ci gode, ci gode come una troia. Ansima, urla strepita si dimena tantissimo. Mentre sempre marco la fotte lei con il viso si avvicina a me e mi dice :” è anche il tuo turno bel porcone che non sei altro cuginone.

Ti aspettavo da tanto. Sai quante volte mi sono masturbata e sono venuta pensando a te mmmmmmm ” e mi bacia con la lingua. Siamo seduti sul divano, Marco si scopa mia cugina e io che scopo llaria , e gridano tutte e due come cavalle. Poi decido che la figa non mi soddisfa più e voglio metterlo in culo alla tipa, che prima fa un po’ di resistenza, ma poi appena glielo appoggio sull’ano si scioglie e sembra gradire molto la cosa, si molto, mi dice “oddioo che cazzo enorme che hai.

Mettimelo tutto dentro. Voglio sentirlo tutto. Siiiiiiii Sono tua. Fottimi il culo siiiiiiiii, è bellissimo, mi fai godere tantissimo, continua nel culo” e mentre io la inculo si avvicina al mio amico e lo bacia in bocca. Ti lecca la bocca con la lingua. Io continuo ancora a fottere Ilaria e a limonare con mia cugina che con le dita della mano destra mi stuzzica uno dei mei capezzoli che diventa subito durissimo. A questo punto mia cugina ci sussurra all’orecchio che vorrebbe una doppia penetrazione da noi.

Io nel culo e il mio amichetto nella sua figa. Non ce lo facciamo ripetere due volte. Infoiati cominciamo a montarla insieme e ci ritroviamo tutto e quattro in un bel bacio rovente dove le nostre lingue vorticosamente si cercano. Urliamo e ansimiamo tutti insieme dal piacere dal piacere e i nostri respiri diventano una cosa sola. Ormai io e Marco ci regolarizziamo e diamo i colpi a Slivia insieme per darli un maggiore piacere.

Siamo sudatissimi e i nostri odori e sudori si mescolano in una cosa sola. Non esistono più quattro respiri, sudori, cuori, corpi. E’ come se fossimo una cosa sola super eccitata che fotte. Non riusciamo più a fermarci.
Le due ragazze vengono quasi insieme, inizia a gridare mia cugina che ha due cazzi che la sfondano, e l’altra ragazza che si stava masturbando mentre ci guardava sentendo i gemiti di mia cugina e nostri, viene anche lei.

Il loro piacere alle stelle si unisce in un grido alternato, prima una poi l’altra, mentre noi continuiamo a scoparle e ad ansimare. Marco non ce la fai più, deve sborrare, ha un cannone in canna, prende la ragazza la mette sul divano a gambe aperte e prima che se ne accorga le viene sulla sua bella figa ancora spalancata. La inonda di sborra, figa, pancia e lei rigode sentendo quella pioggia calda sul suo ventre.

Mia cugina sa che sto per venire, lo sente da come gemo, ormai conosce i miei orgasmi, “no, non ti faccio venire dentro. ” Me lo sfila dalla fica, mi mette a sedere sul divano, e comincia a farmi una sega “come la prima volta. Con una bella sega ti voglio far sborrare. “Le sue dolci mani vanno su e giù, morbide, finché non ce la faccio più. Urlo, e lo schizzo è talmente pieno di piacere che le arriva fino in faccia a mia cugina.

Dopo di che le due ragazze, con il corpo tutto imbrattato del nostro sperma, ci chiedono di ripulirle. Io ripulisco la ragazza dallo sperma di Marco e Lui mia cugina dal mio sperma Poi si rivestono e ci ringraziano molto per la scopata da urlo e ci ripromettiamo di rifarlo altre volte perché è stato tropo bello ed arrapante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *