Il mio incontro con Marco

Ciao,
Premetto che questa e’ una storia vera, sostituiro’ i nomi per correttezza.
E’ iniziato tutto sulla chat di un sito gay, gia da tempo mi volevo concedere un incontro con un ragazzo di colore ma fino ad ora non era mai stato possibile.
Una sera, prima di una partenza, mi collego dal mio ufficio mentre aspetto la mail di conferma biglietti.
Faccio una rapida ricerca e tra i tanti user ne trovo uno con foto interessanti di un ragazzo nerissimo e all’apparenza anche carino.

Scopro anche che ha postato un n. Di telefono, mando un messaggio visto che e’ on line e gli scrivo che mi sarebbe piaciuto incontrarlo, chiedo se ha altre foto e poi se posso chiamarlo visto che ha reso disponibile un numero.
Lui molto gentilmente mi risponde mandandomi altre foto, e mi chiede lui di chiamarlo.
Compongo il numero e dall’altra parte mi risponde una voce brasiliana molto affascinante, gentile, calda, insomma adesso conoscerlo mi intriga.

Parto per qualche giorno ma ho sempre nelle orecchie quella voce, una ntte l’ho sognato anche.
Appena torno mi ripropngo di incontrarlo anche solo per un cafe.
Nel frattempo la nostra corrispondenza via sito si infittisce, ci sentiamo per qualsiasi cosa tutte le sere, lo chiamo anche e lui sempre molto gentile mi invita ad andare a trovarlo.
Torno in citta’ e gli mando un messaggio, ci saremo visti in serata.

Esco con alcuni amici ma non vedo l’ora di mollarli , devo assolutamente conoscerlo.
Alle 23’00 mi libero e lo chiamo dicenogli che sarei passato ma era tardi e rimandavo anche se a malinquore.
Lui mi prega di andare atrovarlo , di non preoccuparmi per l’ora.
Sono elettrizato, mi siedo in macchina e corro verso la sua casa; sono in indumenti da palestra, in serata avevo fatto la solita ora di spinnning, mi vergognavo un po’ ma in ogni caso ero li da lui adesso.

Suono, mi apre un ragazzo alto circa 2 metri, fisico bellissimo scurissimo e quella voce: ciao Carlo, piacere di conoscerti, rispondo che il piacere e’tutto mio.
Mi fa accomodare e ci sediamo su un divano davanti ad un televisore, comnciamo a parlare del piu e del meno, poi mi chiede se voglio bere qualcosa e io chiedo un bicchier d’acqua.
Lui si alza per prendere la bottiglia e mi accorgo che il suo calzoncino sta scoppiando per l’erezione che lui ha in quel momento.

Lui si accorge secondo me e torna con un bicchiere e una bottiglia sigillata di acqua.
Ne versa un bicchiere e me lo porgema prima mi bacia timidamente sulla bocca.
Ha due labbra enormi, mi coprono tutta la superficie delle labbra ha una ligua enorme che mi infila e continua a baciarmi.
Io, preso alla sprovvista accetto questa sua avances e lo ricambio.
Due minuti dopo finiamo nel suo letto dopo che lui mi ha spogliato , preso in braccio e adagiato sopra.

Siamo nudi e ci baciamo appassionatamente mentre lui mi accarezza il sedere facendomi notare che completamente depilato lo fa impazzire.
Io comincio a leccare i suoi capezzoli e piano piano scendo fino a che gli prendo in bocca il suo fantastico uccello.
E’ enorme, 23 cm. per almeno 5/6 centimetri di diametro nerissimo durissimo e bellissimo.
E’ cosi grosso che non riesco ad andare oltre la cappella lo succhio freneticamente, mi piace tantissimo.

Lui vuole che lo ribaci e mi tira a se.
Io gli chiedo se puo penetrarmi ma con delicatezza, lui si infila un condom e comincia a spalmarmi la crema
E molto bravo e delicato ,mi metto a pecora e lui su dime comincia a strusciarmi la sua enorme cappella sul mio piccolo buco.
Ad uncerto punto un dolore acuto, sta provabdo ad entrare ,lo blocco per almeno 3/4 volte perche’il dolore e’tantissimo
Poi piano piano riesce ad entrare un pezzo e lui piano piano mi pompa ,iolo costringo ad uscire ma lui.

E cosi’ eccitato che viene.
Mi dispiace per l’epilogo ma a lui e’ piaciuto.
Ci sdraiamo sul lato e lui comincia a baciarmi il collo, le orecchie, gli chiedo di strofinarmi nel culo ilsuo cazzone e lui ubbidisce.
Nel giro di qualche minuto e ‘ di nuovo di marmo , sara’ la. Posizione, le sue coccole ma sono ecitato.
Gli chieddo di infilarsi un profilattico e di provare a penetrarmi.

Anche lui eccitato acconsente, io sonoancora sporco di gel lui si unge per bene e piano piano prova.
Con una gamba solleva una delle mie per aprirmi piu possibile mentre entra piano dentro di me.
Sento un dolore misto a piacere e cerco di res****re mentre lui cmincia lentamente a pompare
Sento che le mie carni si allargano e ho una sesazione bellissima di come il suo palo mi penetra manco mi accorgo che lui mi mormora : e tuttto dentro.

Ha violato il mio buco, mi ha sverginato; lui pompa lentamente ma inesorabilmente, sembra una locomotiva.
Improvvisamente comincia ad aumentare , io sto godendo e ho un orgasmo anale, viene anche lui riempiendonil profilattico
Non pensavo finisse cosi’ , credo di essermi innamorato, e la cosa bella e’ che lui mi corrisponde.
Oggi l’ho chiamato per chiedergli se potevamo vederci, lui gentilissimo mi ha chiesto di tornare a trovarlo.
Cavachiamo l’onda e vediamo cosa succede.

Carlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *