I ritorni del passato (io e mia suocera)

Ricordate come inizio’ tanti anni fa con lei sul bus?? (il segreto 1 parte)
In famiglia tutti sapevano che avrei dovuto recarmi a Milano per firmare un contratto di lavoro, ed una sera mentre eravamo tutti a cena mia suocera esordì, ” quasi quasi ne approfitterei per andare a trovare mia cugina M*** , che non vedo da anni e che non sta molto bene ultimamente” , e chiese a mia moglie di andare pure lei,mia moglie dapprima ci fece un pensierino, poi declino’ dicendo che in azienda c’erano molti impegni prima delle ferie e che non avrebbe potuto, in quel momento mia suocera mi fece il piedino sotto al tavolo, era chiaro voleva farsi un piccolo viaggio di nozze.

Qualche sera dopo, la mia partenza si avvicinava, mia moglie mi dice “domani mattina mia madre passa dal tuo studio, che prenotate per il volo, ha deciso di venire con te visto che hanno ricoverato la cugina. Così la mattina seguente, venne in studio, entro’ nella mia stanza, quella mattina tutti i miei colleghi erano presenti quindi, non potemmo fare sesso, lei mi disse che ci sperava ma, prenotammo il volo dal pc, e se ne ando’.

Il volo era pomeridiano, durante il tragitto per l’aeroporto passo’ tutto il viaggio con la sua mano a palpeggiarmi l’uccello, io le accarezzavo le cosce, ed ho notato che indossava degli autoreggenti, le avevo sempre chiesto di indossarle qualche volta, per via del tempo al limite non mi sono fermato in una piazzola, ci era venuta una gran voglia ad entrambe, “dai ci rifacciamo stasera in hotel, non credere che dormiremo in singole come ha prenotato tua moglie?”, dopo un volo tranquillo scesi dall’aereo, saliamo sul bus per il terminal , pienissimo, il bus rimaneva fermo vicino all’aeromobile senza muoversi, lei comincia ad avvicinarsi a me, mi sfiorava con il suo corpo, poi mi guardava negli occhi e mi sorrideva, appena il bus e’partito si avvicina e m sussurra “ricordi??”..e strofinava il suo culone su di me, credo pure che qualche altro passeggero se ne sia accorto, ero tentato di metterle le mani addosso ma dovevo trattenermi mi imbarazzava molto.

Prendemmo un bus per il centro città, (stavolta non pieno), e per arrivare all’hotel che aveva prenotato mia moglie dovevamo prendere ancora la metropolitana, in quanto , mia moglie aveva prenotato l’hotel vicino l’ospedale. Il vagone che prendemmo “pienssimo” e di nuovo finimmo pigiati l’uno all’altra, stavolta lei prese la mia mano e l’accompagno’ sul suo ventre cosi’ potevo stringerla a me, sembrava la situazione di molti anni prima, ma adesso il finale sarebbe stato un altro… da come eravamo messi potevo anche palpeggiare il suo seno, lei muoveva il bacino in maniera “volgare”, su.. giu’ destra, sinistra, poi si giro’ e si mise di fronte la mia mano sul fianco, ed l mio uc… le pressava il ventre e lei con i movimenti simulava l’amplesso.

In Albergo dopo il check in, lei si fece accompagnare dal facchino in camera ed io mi diressi nella mia, ci eravamo detti mezzoretta per una rinfreshita e vorrei andare gia’ stasera in clinica, e poi andiamo a cenare. Passati neanche 15 minuti mi arriva un suo sms, vieni da me?, chiaramente rivestitomi ero gia dietro la sua porta, lei apri’, rimanendo dietro appena entrato, lei chiude ed indossava solo reggiseno e mutande neri, calze autoreggenti, e scarpe eleganti col tacco.

Mi trovi abbastanza troia? amore mio? a quelle parole mi buttai addosso e cominciai a baciarla e lei …. “che voglia che mi hai fatto venire oggi amore mio.. ” dimmelo che sono la tua troia!!!, mi fece sedere sul letto e comincio’ a farmi un pompino da manuale, tanto che venni subito e lei lo bevve tutto…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *