GIANNI OSPITE DELLA SORELLA A MILANO PARTE PRIMA

Dopo quell’estate ritornai a casa profondamente soddisfatto,avevo fatto sesso con tre ragazze e mi ero addirittura fidanzato con una di queste……fantastico. Naturalmente dovevo ringraziare mia sorella che grazie a qualche cazzata compiuta a Milano aveva allontanato i miei genitori lasciandomi campo libero. Ben presto però venni a conoscenza di ciò che era accaduto a Milano e mi resi conto che non si trattava di nulla di piacevole , mia sorella era stata rapinata da alcuni balordi e solo grazie all’intervento provvidenziale di un ragazzo era riuscita a ritornare a casa sana e salva.

Ammetto che dopo quella notizia inizia ad avvertire i primi sensi di colpa , in ogni caso i miei mi convinsero a prendere il treno per Milano dicendomi che la mia presenza avrebbe aiutato mia sorella Angelica a superare meglio il trauma. Tra me e Angelica è sempre esistito un rapporto d’affetto profondo , nei racconti precedenti non vi ho raccontato tutta la mia storia , in realtà io sono stato adottato a 7 anni dopo la morte dei miei genitori biologici in un incidente stradale , sono stato trattato con affetto da tutti e mia sorella più grande di me di quattro anni ha sempre avuto un rapporto molto protettivo con me.

Arrivato a Milano venni raggiunto alla stazione da mia sorella e dal suo nuovo fidanzato Ricardo , si trattava del ragazzo brasiliano che aveva soccorso mia sorella dopo la rapina. Ricardo è un ragazzo di colore , molto muscoloso e alto , pensai che a mia sorella non era andata poi così male come pensavo. Ricardo ci accompagnò a casa salutandoci e dando appuntamento ad Angelica in serata , nel frattempo conobbi la coinquilina di mia sorella che si chiama Valeria ed è una ragazza molto magra , biondina , occhi azzurri , con il classico accento bergamasco , mi arrapai al primo sguardo.

L’unico difetto di Valeria è il carattere molto scontroso e duro , in ogni caso si fece presto sera e dopo aver cenato ci dirigemmo tutti e quattro nelle rispettive stanze , Valeria nella sua stanza , io sul divano del salottino e mia sorella con Ricardo nella sua stanza. Dopo circa dieci minuti iniziai a sentire dei rumori strani provenienti dalla stanza di mia sorella , incuriosito non mi trattenni e andai a sbirciare dal buco della serratura , Angelica e Ricardo ci stavano dando dentro di brutto , Angelica era inginocchiata e succhiava il suo cazzo gigantesco.

Ero senza parole , non mi sarei mai aspettato che mia sorella praticasse sesso orale , l’avevo sempre vista come una ragazza casa e chiesa e in quel momento spompinava quel cazzone come la miglior puttana di Milano , baciava la cappella e la spalmava sulle labbra come un rossetto , poi lentamente spalancava la bocca e ingoiava totalmente quella belva mastodontica. Devo dire che Angelica nuda era molto eccitante , lei è un tipo mediterraneo , capelli ricci neri , due tettone alla Monica Bellucci , bassina e un po’ tozza ma con un gran bel culo tondo.

Dopo il pompino la guardai posizionarsi quel grandissimo cazzo tra le tette realizzando una spagnola con i fiocchi , sputava sul cazzo e sulle tette per lubrificare meglio il tutto. Ricardo al culmine dell’eccitazione afferrò violentemente i fianchi di Angelica sistemandola a pecorina e dicendole – ” ora facciamo quello che mi avevi promesso l’altra sera” -. La mia sorellina non ebbe neppure il tempo di fiatare , Ricardo iniziò a penetrarle il culo con una difficoltà spaventosa , lei iniziò ad urlare dal dolore e dopo poco si ritrovò la mano di Ricardo a tapparle la bocca per evitare di farsi sentire dal resto della casa.

La cappella di Ricardo ci mise più di un minuto per farsi strada nell’ano di Angelica che rossa dal dolore sudava e tratteneva le grida , dopo quasi un altro minuto il cazzo sprofondò totalmente facendo a quel punto urlare Angelica. Quell’urlo eccitantissimo e meraviglioso mi fece indurire il cazzo quasi a scoppiare , da quel momento iniziai ad immaginare Angelica nelle situazione e nei pensieri più osceni. Ricardo aumentava sempre di più il ritmo dilatandole il culo in modo impressionante , abbracciandola per le tette , succhiandole , mordendo i capezzoli e afferrandola per il collo come una pornostar.

Dopo poco Angelica si stese completamente sul letto , era sfinita ed esausta ma Ricardo non aveva ancora terminato , afferrò il suo bel visino , le fece spalancare la bocca e le gettò dentro una quantità spaventosa di sperma e lei ingoiava senza far cadere neppure una goccia. Dopo quell’ultima scena mi precipitai sul divano del salotto perchè temevo che entrambi potessero uscire dalla stanza e mentre mi trovavo steso tra i cuscini e le lenzuola pensavo a quanto fosse stata porca mia sorella.

Continua……….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *