Archivi tag: cazzi grossi

Mia Moglie e la sua VOGLIA DI CAZZO…

Mia moglie, bellissima TROIA con una quarta ben sorretta e soda, complice della mia passione cuckold, non smette mai di eccitarmi con i suoi continui tradimenti..
La sua direi che è una vera e naturale VOGLIA DI CAZZO..una voglia irrefrenabile..inarrestabile..ingestibile!
L’effetto sorpresa è la nostra grande passione..
Rincasare dal lavoro e trovare in bagno ben messi in evidenza i suoi slip con la parte che appoggia sulla fica bagnata di sperma oppure trovare dei collant strappati per aver consentito un’estemporanea penetrazione sono per me fonte inesauribile di passione e amore vero per lei..
Spesso capita questo..qualche volta capita qualcosa di più “magico” che mi vede pienamente partecipe nella trama oscura del tradimento stesso…
Un pomeriggio mentre ero ancora in casa le è arrivato un messaggio sul telefonino; ho guardato ed ho riconosciuto il nome, Fabio, titolare socio di un negozio di abbigliamento dove spesso lei fa shopping; leggo:
-“tesoro il mio socio esce tra poco puoi raggiungermi in negozio verso le 19.

30?”
Ho risposto io, scimmiottandone le espressioni, con un secco e convinto:
-“tesò mi faccio bella e vengo da te..”
L’ho quindi subito allertata e lei rimasta felicemente sorpresa nel sapermi così premuroso e deciso, ed ha manifestato tutto il suo compiacimento così:
-“amore quando vado con LUI mi allarga la fica al punto che quando lo tira fuori le mutandine non riescono più a coprirmi perché mi s’infilano in mezzo alle labbra, mi fa impazzire…..ha quel CAZZO grosso, duro e largo dalla cappella alla base che non riesco ad impugnarlo come faccio con te..sai bene quanto sia dotato Fabio..”

(con affermazioni come questa,la mia eccitazione è già alle stelle..sentirsi dire dalla propria moglie che preferisce farsi sbattere da un mezzo estraneo solo perché ha il CAZZO naturalmente più grosso del tuo ti lascia quella dose di “impotenza” che noi CUCK adoriamo..in pochissimi attimi realizzi che TUA MOGLIE, quella che hai sposato in abito bianco.. sarebbe capace, DIREI CAPACISSIMA, di farsi sbattere da chiunque abbia un CAZZO degno di nota!!)

-“In negozio non avremo molto tempo a disposizione; sicuramente ha bisogno di uno sfogo immediato, come spesso è capitato, con una bella sveltina in un camerino di prova.

Mi preparo al meglio per farlo impazzire, ci tengo a farlo felice..”
Godere della preparazione della propria donna, già piena di desiderio ed eccitazione, è sempre un’esperienza indescrivibile. La scelta dell’abbigliamento intimo più arrapante coniugato alla praticità di un rapporto immediato e frenetico mi rende eccitatissimo..
-“amore ci vediamo dopo, pensami..TI AMO!”
Mi bacia accarezzandomi la patta ed esce; nonostante con Fabio non prenda precauzioni data la conoscenza di tanti anni, vedo che ormai esce sempre portando con se i preservativi che di tanto in tanto le compro rimpiazzando i suoi elevati consumi..

Ogni volta l’attesa è un tormento di voglia e di ansia che cerco di calmare dedicandomi alla mia passione preferita: masturbarmi con il porno e le teens..
Ma ill pensiero è sempre lì, martellante, incombente..mi ammazzo di seghe in un mix perfetto di gelosia e depravazione..per un CUCK i momenti più preziosi sono questi..l’attesa ed il non poter far nulla, non sapere nulla..il solo immaginare..il solo pensare alla PROPRIA MOGLIE montata a bestia da un altro MASKIO..sono momenti unici..indescrivibili..si fa tutto per amore..amore per la propria TROIA..le farei far di tutto pur di saperla SODDISFATTA nei suoi ORGASMI!

Dopo un paio di ore è già di ritorno.

Le apro e mi appare un viso sorridente e maliziosamente stanco..
Mi avvicino per baciarla e sento il caratteristico odore dell’alito “post pompino”. La bacio avidamente ma di fatto è una penetrazione con la mia lingua. Lei insiste nel bacio..apre la bocca e mi invita a leccarle bene le labbra e la lingua..è come sukkiare un CAZZO..tanto è forte e acre quell’odore!!
Mi abbraccia forte e mi sussurra:
-“andiamo di là amore mio..ho voglia di dirti com’è andata”
Si siede sul letto per togliersi le scarpe ed io approfitto subito per metterle il mio cazzetto turgido nella bocca e muovermi come se la stessi scopando.

Lei mi accarezza le palle, mi infila un dito di dietro..è troppo premurosa, avrà fatto di sicuro la TROIA penso tra me e me!
Poi si alza e si spoglia e guardandomi con fare sornione si sdraia sul letto con gli slip neri ancora indossati. Intravedo chiaramente una grossa chiazza umida in corrispondenza della fica…. mi chino su di lei per leccarla ma mi dice:
– “aspetta, rallenta..ti racconto cos’è successo..voglio farti sentire quanto ti ho fatto CORNUTO”.

Questo forse è il momento più magico delle corna…il suo racconto dettagliato saprà farmi rivoltare lo stomaco ma eccitarmi al tempo stesso..la adoro, kazzo se la adoro!

-“appena sono arrivata, così come prevedevo, mi ha detto che purtroppo non avevamo molto tempo a disposizione perché il suo socio sarebbe mancato solo un paio d’ore. Essendo ora di chiusura ha abbassato la serranda e mi ha portata in un camerino, in piedi, ed ha cominciato a baciarmi tutta..
Quando mi ha alzato il vestito e mi ha visto in lingerie, come al solito è impazzito; mi ha subito abbassato gli slip ed ha cominciato a leccare la fica quasi da farmi venire subito.

L’ho tirato a me, gli ho sbottonato i jeans ed ho tirato fuori quel palo enorme. Passando le dita sulla punta ho sentito ch’era già bagnato e l’ho strofinato sulla fica.
Non ha resistito molto: l’ha inumidito di più con la saliva e me l’ha infilato dentro facendomi sussultare per l’improvvisa dilatazione. Poi ha cominciato a stantuffare senza che io riuscissi più a muovermi, provavo solo un piacere senza confini..sono venuta due volte, lui continuava con foga, ogni tanto una piccola sosta con il cazzo infilato fino alle palle, e poi riprendeva più forte di prima..è brutale ma sa il fatto suo credimi..”
-“ti ha detto qualcosa su di me?” (chiedo IO)
-“si amore, si eccitava chiedendomi “lo sa tuo marito che ce l’ho il doppio del suo?” oppure dicendomi “quando torni a casa ci starà larghissimo nella tua fica sfondata da me”…poi quelle cose sempre eccitanti “sei la mia puttana, la mia troia..hai bisogno di cazzi grossi come questo per una fica così e non di tuo marito che ha un pisello come quello di un bambino..”; amore era feroce ed inveiva su di te..ti insultava e denigrava ed io permettevo di farlo..scusami ma lo sai che ci tenevo a farlo stare bene e che alla fine diceva solo la verità.. Poi si è sganciato dalla figa, ha sputato sul mio buchetto e con forza, tanta forza mi ha messo il suo enorme CAZZO nel mio culetto..ha cominciato subito a pompare sempre di più e urlandomi contro mi ha detto “puttana sborro..sborrooo puttana!!”.

L’ho spinto dalle chiappe quanto più possibile dentro di me sentendo un fortissimo calore dentro: un’esplosione di sborra da non credere. Sai che adoro farmi venire dietro..sai che impazzisco a sentire quei potenti schizzi nelle mie viscere..mmmmmmmmmm
Siamo rimasti così per un po’ di minuti. Poi lui piano piano ha uscito il CAZZO e me lo ha messo sporco ma ancora RIGIDO anche nella figa..mentre io tiravo subito su gli slip per non fare scolare a terra lo sperma, quello che adesso tu stai toccando, che leccherai e che userai come lubrificante per scoparmi.

Mi sono inginocchiata e gliel’ho pulito per benino con la bocca, succhiando sperma fino all’ultima goccia”. Amore perdonami..amore scusami se ho fatto la TROIA..”

Con il cuore che mi batte a tremila..con le palpitazioni..sono rosso di rabbia in viso..ma tanto eccitato le dico con fermezza:
-“amore adesso è il mio turno..ti prego fammi godere!!”
Le metto due dita dentro e sento la fica allargata e bagnatissima..appena le abbasso le mutandine vedo sborra che si affaccia dalla meravigliosa fessura..comincio a leccare trattenendo in bocca il liquido caldo per poi riversarlo con un intenso bacio nella sua bocca già spalancata e pronta..
La penetro ed il mio cazzetto scivola dentro di lei avvertendo la forte dilatazione che l’uccello di Fabio le aveva provocato con i suoi colpi possenti..
Sono convinto che lei non senta molto..data la differenza di dimensione tra il mio cazzetto ed il CAZZO di Fabio, per questo mi aiuto sgrillettandola per bene..gioco sul suo clito come negli anni ho imparato a fare..così ho imparato a portarla all’orgasmo, aiutandomi con le dita..
E’ larga e zuppa..troppo calda..mi sento avvolto dai residui di seme caldo di un altro uomo e pensando alle dimensioni del suo CAZZO mi eccito anche io molto, moltissimo…
Lei ansima ma sono certo che non sia per la penetrazione..mi insulta..
-”cornuto senti come sono larga..cornuto sei felice che mi abbia pompato anche il culo..cornuto ti piace che tua moglie si faccia sborrare dagli altri..cornuto sei solo un gran cornuto che si fa fottere la mogliettina!!”
Le sue parole, i suoi insulti sono per me una sorta di Viagra naturale..divento più duro e nonostante non sia molto dotato mi applico nel spingerlo dentro più che posso..muovo le dita più veloci sul suo clito e sento che ci siamo quasi..la stringo a me forte..è mia, è mia Moglie..solo mia..

Insieme poi..finalmente..godiamo in un orgasmo indescrivibile e restiamo abbracciati, noi, solo noi..
Lei è una moglie TROIA ed avida ed io sono solo il marito CORNUTO e felice….

LA PRIMA VOLTA DA TROIA NON SI SCORDA MAI

NOTA:
La storia in questione è stata resa da internet, quinid non sono io l’autore. Mi piace molto la situazione che (chi ha scritto la storia) è riuscito a creare…

Era una normale giornata soleggiata di Luglio di due anni fa ; non avrei immaginato minimamente che la mia vita sessuale sarebbe cambiata da quel giorno. L’esame di maturità era appena finito, e per scaricarci dallo stress mi capitava spesso di far venire a casa i miei amici e i miei compagni,approfittando del fatto che avevo la casa libera in quanto i miei genitori erano in ferie…qualche partita alla playstation,qualche birra e quattro chiacchiere…insomma, classici pomeriggi tranquilli tra amici! Quel giorno mentre tutti gli altri erano andati a giocare a calcetto,io feci venire a casa mia Federico ed Edoardo,miei amici storici e compagni di classe,di studio e di avventure.

Mentre li aspettavo, preso da un irrefrenabile voglia mi inizia a masturbare guardando un video gay su youporn…un ragazzo giovanissimo veniva scopato violentemente da due ragazzotti muscolosi. In effetti quello era un periodo in cui mi eccitava l’idea di provare esperienza con altri ragazzi…un po’ me ne vergognavo e passato il momento di eccitazione mi ripetevo in testa che erano solo stupide fantasie, che io amavo la figa e che non avrei mai fatto nulla.

Finita la sega entrai in doccia per darmi una ripulita ed una rinfreshita. Uscito dalla doccia mi trovai Edoardo e Federico in cameria mia…. li salutai come al solito , stupendomi del fatto che fossero già li e scusandomi per essere in accappatoio…presi i vestiti,andai in bagno per vestirmi…. dal bagno però iniziai a sentire risate e frasi ambigue…. dopo i primi minuti di stupore,mi assalì un dubbio atroce…”e se non ho cancellato la cronologia dei siti” pensai tra me e me….

mi iniziarono a tremare le gambe,ero completamente nel panico…Federico ed Edoardo erano i miei compagni di avventure,avevano sempre avuto gran belle donne ed erano i classici tamarri : Edoardo era biondo , carnagione scura ,occhi verdi,un tipo piuttosto spigliato e sopra le righe,diciamo il classico bulletto della scuola; Federico invece era moro, il fisico scolpito da anni passati a giocare a rugby e il modo di fare da “super uomo”,quello che tutti rispettavano e stimavano perché aveva la ragazza più bella,era il più forte il più simpatico ecc …non avrebbero mai capito!!!!”se mi trovano il video sono fottuto,mi prenderanno per un frocetto” pensai e mi iniziarono ad apparire in testa tutti i video porno visitati,le foto di cazzi e di bei ragazzi visitati in quei giorni solo in casa.

Dopo 5 minuti feci un grosso sospiro e tornai in stanza,speranzoso che non fosse accaduto nulla e che non avessero sbirciato la cronologia : entrato in stanza mi resi conto che il mio peggior incubi si era realizzato.
Edoardo e Federico erano con il computer acceso a vedere il video porno su cui mi ero masturbato poco prima…mi sentii svenire; si accorsero della mia presenza e con un tono sarcastico Edoardo mi guardò e mi disse : ” e questi da dove saltano fuori??non mi dirai mica che sei un frocetto a cui piace prendere il cazzo eh??”…io cercai di mantere la calma e risposi subito “ma dai ragazzi è ovvio che vi sbagliate,volevo andare su un sito di belle fighe ma per sbaglio mi si è aperto quel video,mi conoscete”…Fede mi stoppò e mi rispose ” Ah si,e hai sbagliato tutte queste volte eh?per chi ci hai preso??” e si guardò ridendo con Edoardo…io provai per due minuti abbondanti a provare a sostenere la mia assurda tesi,negai a più non posso…ma dopo un po’ Edo si alzo in piedi e mi disse : ” Allora facciamo una cosa….

per me e fede tu stai mentendo e ti voglio mettere alla prova..è una settimana che non scopo perché quella troia della mia ragazza è al lago con la sua famiglia e ho un bisogno irresistibile di svuotarmi i coglioni…ora io mi abbasso i pantaloni,se è vero quello che dici resta li dove sei…se è come pensiamo noi,ovvero che sei un frocetto ingordo di cazzo,ti devi mettere a quattro zampe e venire in ginocchio da noi…ti daremo la possibilità di succhiarci il cazzo e di essere la nostra troia svuota palle per tutta la settimana….

bada bene,perché ti diamo solo questa possibilità. ” Rimasi come incantato dal tono arrogante e da bullo di Edo e non risposi niente…ero come in trance,a sentire queste parole il mio cazzino era diventato duro come una roccia. Edo inizio a spogliarsi,si tolse i jeans e rimase in mutande…. guardò Fede e con un ghigno si abbassò le mutande e spunto fuori il suo cazzo durissimo…era davvero un cazzo stupendo,bello largo con una cappella stupenda…in più sulla sua pancia scolpita dagli addominali risaltava e sembrava davvero la fine del mondo mi fissò negli occhi e mi disse “allora cosa fai?!?”…il mio cervello andò completamente in trance per quella vista stupenda e senza nemmeno pensarci mi abbassai a quattro zampe e mi avvicinai a lui….

Fede scoppiò a ridere e inizio a gridare ” ahahah lo sapevo che eri un frocetto, ti piacciono i cazzi grossi eh??lo sapevo,adesso inizia il divertimento”…io non dissi niente,mi avvicinai gattonando al cazzone di Edo e rimasi li davanti a pochi centimetri a fissare quella cappella stupenda…l’odore di maschio mi si pervase le narici e a quel punto mi sentivo loro,ero a quattro zampe come un cane di fronte ad un cazzone tutto duro…”lo vuoi eh puttana?” mi disse Edo….

“se lo vuoi devi ammettere quello che sei”…a quel punto ero completamente loro e mi toccò ammettere…”si Edo lo voglio,è un cazzo stupendo…lo ammetto,sono una lurida cagna sempre vogliosa di cazzo,fammelo succhiare ti prego…posso essere la vostra troia svuota palle vi prego ma devo avere i vostri cazzi”…. a quel punto anche Fede si abbassò i pantaloni e tirò fuori un pisello ancora più lungo e più largo…si misero vicini ed iniziarono a menarselo…io a quel punto inizia a leccare prima il pisellone di Edo,e poi sempre a quattro zampe mi spostavo da quello di Fede…mmmm erano davvero bellissimi,due cazzoni tutti duri….

l’odore di maschio e di sperma mi fece infottare ed inizia ancora più avidamente a succhiare questi due piselloni,prima uno e poi l’altro…a volte anche tutte e due assieme,con le due cappelle in bocca…. Fede ed Edo stupiti da tanta foga mi insultarono e mi gridavano frasi del tipo : “mamma mia che troia lurida che sei” “come ti piace il cazzo,sei proprio una puttana” ” lo succhi a quattro zampe come una vera cagna”…..a quel punto m abbassai i pantaloni ed inizia a segarmi e loro continuarono ad insultarmi dicendo ” guarda che cazzettino piccolo da frocio che hai,sei proprio ridicolo….

“mi sentivo completamente sottomesso a loro e questo essere ai loro ordini ed essere considerato la loro troia mi fece eccitare talmente tanto che venni subito!!!a quel punto Edo e Fede mi dissero ” brava troia bagnati per noi,ora è il nostro turno”…. io aprii la bocca tirai fuori la lingua e mi feci sborrare da entrambi sulla bocca e sulla faccia…. mentre usciva il loro liquido caldissimo e gemevano,il mio cazzino era tornato duro e mi segai ancora…..mi lasciarono li,con la faccia sporca di sborra,si rivestirono e prima di andarsene mi dissero ridendo : “da oggi tu sei la nostra troia svuota palle…ora ti lasciamo col tuo cazzettino a fantasticare sui nostri cazzoni,domani ti aspettiamo alle 15 a casa di fede….

questo è solo l’inizio…. ciao frocetto!!”…. rimasi inebetito sul pavimento da solo,leccai tutta la loro sborra e mi feci 3-4 seghe una dopo l’altra…. andai a dormire soddisfatto e voglioso per l’indomani…. da quel giorno sono diventato ufficialmente una troia succhia cazzi….