eva la nostra amica trav

Evaristo era un amico di vecchia data purtroppo da tempo c’eravamo persi di vista causa i nostri a****li,il lavoro e gli impegni ed il mio recente stato di salute precario. Un lunedi’sera di qualche mese fa’ci chiama al nostro cellulare e riconsco subito il suo numero. E’come sempre un uomo educatissimo gentile e anche sottomesso dalle precedenti esperienze con lui traformatosi in una bella lei. Evaristo ci chiede se domenica prossima siamo liberi,chiedo a Carlo mio marito e acconsentiamo a rivederci.

Quante cose avremo da raccontarci. Con lui è nata come piace a noi non solo trasgressione ma anche e sopratutto un bel rapporto di amicizia e confidenza. Pure nei momenti di intimita’io e mio marito eravamo arrivati a lasciare anche la porta del nostro bagno aperta e con il nostro amico presente senza tabu’o vergogne assurde. Evaristo arrivada Bologna la domenica successiva verso le 10. Con mio marito ci eravamo svegliati presto qui’da noi in collina col nostro grande giardini i nostri a****li e la grande casa c’è sempre da fare e la noia o l’ozio non trovano di certo terreno fertile.

Veste in modo sportivo Evaristo,un paio di jean camicia a quadri scarpette sportive e radioso e sorridente come lo ricordavamo ci abbraccia entrambi. Fa’caldo quella domenica e pranziamo nel nostro giardino. Evaristo gentile come sempre porta lui il pranzo,poi caffe’ per loro ed io solo orzo per l’infarto che ho avuto tempo fa’. Con mio marito passeggiano nel nostro grande iardino giocando col nostro doberman ed il meticcio. Anche Evaristo come noi è un a****lista,nella sua casetta indipendente ove vive solo da anni ha un piccolo zoo e per lui come per noi gli a****li sono figli.

Rassetto la cucina e lavo i piatti. Poi ci accomodiamo tutti e tre sul dondolo. Ho caldo,mi tolgo la maglietta scusandomi con Evaristo che da quando è arrivato non mi scolla gli occhi da dosso. Anche lui e Carlo si mettono in libeta’Restano in slip e mi invitano a fare altrettanto. Avendo la rete oscurante nel nostro grande giardino nessun occhio indiscreto ci puo’vedere e acconsento restando in reggiseno e tanga. Prendiamo un po’di sole assieme poi dopo poco sento bruciare stto il seno e chiamo Crlo che guarda il motivo.

Beh tesoro mi sussurra sei tutta arrossata credo faresti meglio a toglierlo,tanto con Evaristo ormai siamo piu’che in confidenza. Entrambi mi guardano mentre resto a seno nudo. Carlo sale in casa e prende una polvere che di solito uso avendo il seno abbondante contro l’arrossamento che col caldo ho spesso sotto il mio seno. Evaristo è un medico da anni e solitamente quando veniva da noi ed avevo problemi di salute un consulto lo faceva sempre.

Si avvicina e mi dice:Mony posso?Mi alza il seno e osserva poi dopo poco mi dice:beh hai un bell’inizio di eczema cutaneo che si puo’propagare in tutto il corpo sai poi essendo diabetica questo è tipico tesoro. Comunque si la polvere va’bene ma sarebbe meglio una crema specifica e se vuoi ti do’il nome commerciale,la devi far applicare da tuo marito almeno una volta al di’Lo ringrazio e lo osservo,Evaristo è ora molto serio molto professionale e distaccato.

Sai gli dico purtroppo l’ezema a volte si presenta anche all’inguine e credimi prima forte prurito poi bruciori atroci. Evaristo mi invita con mio marito x visitarmi nella taverna ove abbiamo tutto,cucina,grande camera e bel bagnetto con doccia,bide’lavabo e wc. Mi stendo sul lettone e tolgo il tanga. Il medico ora mi invita a divaricare bene le gambe e mi sottopone ad una visita molto accurata. Dopo poco Evaristo formula la diagnosi,Mony sai credo che tu soffra anche di candidosi a volte aprendomi coi guanti moniuso le grandi labbra e l’orifizio vaginale.

Sai hai una patina biancastra tesoro che è molto lieve ma puo’proliferare la candidosi. Ti consiglio di asciugarti bene dopo doccia e bide’e se vuoi meglio ancora con phon ad aria fredda. Poi regolarmente puoi applicare una crema specifica oltre a compresse da inserire in vagina. Se vuoi in valigetta posso vedere se ho qualche campioncino e te lo lascio volentieri. Grazie dottore sei sempre gentilissimo. Evaristo ora sale in casa e scende con la sua valigetta da cui estrae un grosso tubo di crema.

Vedi tesoro questa devi usare e se vuoi con l’aiuto di tuo marito ora te la applichiamo. Carlo con Evaristo mi applicano la crema aprendomi bene le gambe appoggiate sulla testiera del letto. Sento le loro dita ed il guato con la crema dapprima attorno alle grandi labbra poi mi scappucciano il clito cospargendola per bene anche li’. Sono eccitatissima e rossa in viso. Beh loro non sono babbei e se ne accorgono subito sorridono entrambi e fanno finta di nulla i porcellini.

Resto immobile mentre Evaristo si scusa deveandare in bagno. Dopo poco esce abbigliato da Eva la nostra trav. Ha una bella camicetta in seta fuxya,reggiseno che dal decolte’esce tanga fuxya,parrucca nera e truccata come una donna vera. Eva tesoro sussurro,beh ma che sorpresa sei piu’bella ed eccitante di anni fa’sai. Eva divrnta rossa in viso,ora non è piu’il bravi medico ma la nostra porcellina adorata di anni fa’. Lei e Carlo si distendono sul grande letto ove io sono ancora a gambe divaricate,Eva ha in mano uno stimolatore clitorideo che adoro,quel genere di oggettistica lo sa’ancora bene mi fa’impazzire di piacere.

Piano piano lo passa con l’aiuto di Carlo attorno alle grandi labbra,poi entra sulle piccole facendolo vibrare e roteare in modo sublime poi passa sul clito facendolo intugidire e scappucciandolo tutto. Gemo,ansimo e sussulto,sobbalzo a volte sul letto e loro rallentano la vibrazione. Dall’orifizio della mia vagina inizia a uscire il caldo e copioso nettare,ora gemo sempre di piu’chiudo gli occhi e dopo poco sento il loro membri turgidi nella mia bocca. lecco,succhio e passo lingua e labbra anche sui testicoli di entrambi belli sodi e depilati come piacciono a me.

Sono ormai un lago,non mi controllo piu’squirto una due tre quattro volte ed urlo di piacere abbracciando il loro corpi mentre succhio avidamente i membri vibranti e pulsanti di desiderio. dopo poco sento il caldo e copioso sperma di mio marito e di Eva che inonda il mio seno,sensazione x me stupenda e mi abbandono all’ultimo e quinto sublime orgasmo. Con Eva ci rivedremo ancora ha chiesto il traferimento vicino a Parma. Beh meglio no?.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *