DOPO IL MATRIMONIO

Un periodo breve della mia via l’ho passato a vivere con la mia ex ragazza, la classica giovane e vogliosa.
Ai tempi delle scuole medie era soprannominata linfomane perchè era sempre in cerca di cazzo.
Io ho sempre avuto un debole per lei e non appena possibile ci siamo frequentati, messi assieme e poco dopo io sono andato a vivere nel suo appartamento.
Complice la sua bellezza associata ad un fisico prosperoso le hanno sempre dato la possibilità di scopare come una zoccola, ma a me questo non dava fastidio, anzi!
Mi eccitava l’ idea della ragazza esperta e navigata, mi piaceva il modo di vestire provocante ed il fatto che non avesse problemi a fare qualsiasi cosa in fatto di sesso.

Ogni tanto mi dava qualche piccolo problemino di tradimento…ma lei diceva che non riusciva a farne a meno, che non lo faceva con cattiveria ma ci cascava sempre…
Io stupidamente le credevo (ah l’amore..) e la perdonavo sempre, anche se vi dirò che un po la cosa mi eccitava.
Un giorno ando ad un matrimonio di una sua collega e io rimasi a casa; la sera me ne andai a dormire e ad un’ora imprecisata della notte lei ritornò.

Mi svegliai e la vidi spogliarsi in camera, si tolse le scarpe col tacco, poi si tolse il vestito color blu, restò in reggiseno, perizoma e autoreggenti color carne ….
Rimani cosi ti prego le dissi.
Lei si girò e con aria ammiccante mi disse: cosa vorresti amore?
Io le feci segno di venire sul letto e subito arrivò.
Cominciò a massaggiarmi il cazzo con ancora le mutande, mi baciava e mi disse che doveva farsi perdonare!
Ecco! di sicuro me l’ aveva combinata un altra volta!
La fermai e gli chiesi cosa avesse combinato.

Lei tranquillamente mi disse che aveva fatto una sega ad un invitato.
Io sbottai e lei col suo modo di fare da incantatrice mi fece calmere subito.
Allora io le dissi di raccontarmi come era stato.
Ero seduta sulla panchina che chiaccheravo con Francesca e mi sono sistemata il laccetto delle scarpe, si intravvedeva la balza delle calze e questo ragazzo mi ha fatto il segno di ok!
io non capivo e allora sono andata da lui per chiedere cosa significasse.

Lui mi ha detto che le donne con le autoreggenti hanno una marcia in più, poi ha cominciato a farmi le lusingherie e ad offrirmi da bere finche mi ha convinta ad andare a fare un giro nel parco.
Quando siamo stati un po appartati, mi ha messo il braccio sulla spalla ed ha cominciato a baciarmi la testa, dicendomi che avrebbe avuto voglia di qualcosa…
Io gli ho chiesto di cosa e lui mi ha messo una mano sul seno, ed io lho scacciato.

mi ha detto di non fare la difficile, che sarebbe finito tutto li e che potevo avere un cazzone grosso.
Amore lo sai come sono fatta, mi si sono illuminati gli occhi!!!!
Mi ha trascinata in un piccolo casolare della tenuta e con le spalle al muro ha cominciato a palpeggiarmi delicatamente, seno, fica e cosce.
Io ho messo la mano sul suo cazzo e non era neancora in tiro completo, ho calato la zip e tirato fuori.

Lui mi diceva di continuare, mi ha alzato un po il vestito e con le mani accarezzava la balza in pizzo delle calze.
il suo cazzo si gonfiava e non averne a male amore, ma era molto piu grande del tuo.
Devo dire che ne valeva la pena!
Fidanzato: amore, lo sai che sono geloso, ma mi piacciono questi racconti! Mentre mi raccontava cio, io non stavo piu nella pelle, mi spompinava delicatamente e masturbava piano piano, mi immaginavo l’ennesimo eccitante tradimento.

Il suo cazzo era durissimo, lho solo bagnato un attimino con la saliva per farlo scivolare meglio nella mano.
lui era concentrato sulle calze ed io lo menavo di gusto; ad un tratto mi strinse e tirò la calza, sentivo che pompava forte e tre caldi schizzi sono arrivati sulla mia gamba colando fino alla scarpa.
Mi ha fermato e detto che era molto soddisfatto. Poi mi ha chiesto se avevo un fazzolettino per pulirsi.

Mi sono pulita pure io e come niente fosse sono ritornata al banchetto.
Mentre mi raccontava cio io morivo dalla rabbia per la gelosia ma ero eccitatissimo per cio che aveva fatto, iniziai a godere e prontamente raccolse tutto il mio sperma in bocca.
Ero venuto pure io molto bene!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *