una giornata al centro massaggi

Vi racconto la mia prima esperienza da guardone dove la persona spiata era però Rosanna la mia compagna. Quell’esperienza unica ed eccitante è capitata per caso la scorsa estate. Eravamo stesi sul letto a guardare la tv seguendo un reportage sui massaggi orientali e sui benefici che donavano al corpo. Mentre osservavamo la tecnica di un massaggiatore su una donna seminuda stesa sul lettino Rosanna fa:
-che bello sarebbe ricevere un massaggio così! solo che non credo ti piacerebbe l’idea di vedermi nuda sotto le mani di un altro uomo!!!!
La guardai e risposi:
-beh cara alla fine è un massaggio perchè dovrebbe dispiacermi?!
Mi guardò tra le gambe e notò il mio cazzo che cresceva e disse:
-dì la verità porco! l’idea ti piace!!!
-in verità cara mi piacerebbe guardarti nella stessa situazione della modella del programma.

Mi guardò con un sorrisetto malizioso dicendomi di contattare un centro massaggi orientale.
Mi misi a cercare in internet e ne trovai uno che faceva al caso nostro.
Quando arrivammo notammo la perfetta organizzazione di quel posto e la gentilezza dello staff. L’unico problema era che gli ospiti erano accolti e ricevuti per sesso e quindi non avrei mai potuto accedere alla stanza di Rosanna.
Era un peccato mandare all’aria il nostro progetto così decisi di corrompere il responsabile dello SPA che mi lasciò entrare dalla zona del personale.

Eravamo soli io e lei in una bella camera in penombra circondata da candele profumate quando entrò un bel ragazzo di circa vent’anni che chiese a Rosanna di spogliarsi e di stendersi su un lettino mentre io rimasi seduto a guardare.
Cominciò a versarle lentamente lungo il corpo dell’olio che poco a poco le colava sul seno fin giù in mezzo alla fica depilata. Iniziò poi un lento massaggio in modo che l’olio le si spargesse in ogni angolo della pelle.

Cominciai ad eccitarmi nel vedere le mani del ragazzo che accarezzavano il seno di Rosanna distesa sul lettino con gli occhi socchiusi e per niente imbarazzata.
La mia libidine aumentò notevolmente quando notai i suoi capezzoli inturgiditi e allungati. Normalmente ce li aveva larghi e a fior di pelle che quasi la punta non si vedeva. Si stava eccitando la troia e in verità anch’io!
Il giovane la fece girare a pancia sotto e fece la stessa operazione con la lozione.

La spalmava sulle spalle scendendo delicatamente sulla schiena e sui glutei e vedevo che ogni tanto le accarezzava con le dita il buco del culo e della fica.
A un certo punto si spogliò e rimasi sconcertato dal suo cazzo. Era una cosa bestiale! Doveva essere lungo circa venticinque cm e aveva una cappella quasi grossa quanto una cipolla.
Rosanna stando a pancia sotto non aveva visto nulla ma poi sentì molto bene l’affare!
Lui si sdraiò sopra di lei scivolando con il ventre e il petto lungo la sua schiena.

Mi eccitava un mondo vedere il cazzo mostruoso del giovane che scivolava lungo il corpo nudo di Rosanna! Notavo il suo modo di far scorrere lentamente lungo i glutei di lei il suo cazzo da cavallo e immaginavo come sarebbe stato bello vederla godere mentre veniva penetrata!
Quando lei avvertì su di sè il contatto di quel mostro si voltò verso di me con aria stupita come per chiedermi cosa fare; io la guardai e dissi:
-cara fa parte del massaggio! rilassati e goditelo!
Il giovane dopo dieci minuti scese dal lettino e invitò Rosanna a girarsi e si rimise su di lei ma in posizione da sessantanove.

La massaggiava scivolando con le mani avanti e indietro lungo le sue gambe e in quel movimento il suo cazzo le sfiorava le tette e la bocca.
Ero in estasi nel vedere il corpo di Rosanna tutto unto con le sue belle tettone su cui si poggiava quel cazzo enorme, soprattutto quando le si poggiava sulla bocca!
Il ragazzo iniziò a massaggiare la fica in un modo veramente hot! le allargava le labbra e le richiudeva poi con le dita ruotava intorno al clitoride facendolo uscire ogni tanto fuori.

Notai il volto di Rosanna tutto rosso…non so per il piacere o per l’imbarazzo!
Mi guardò con occhi sbarrati quando notò che il giovane accostava insistentemente il suo cazzo alla sua bocca.
La guardai eccitato, infastidito e arrapato allo stesso tempo e dissi:
-amore divertiti come vuoi!
Senza replicare afferrò il cazzone e lo scoprì tutto iniziando a ruotare con la lingua intorno alla cappella. Lo faceva sempre con me e mi piaceva tanto perchè aveva l’abitudine di tenere tutto il glande scoperto e poi mentre giocava con la lingua ogni tanto sputava sulla cappella.

La osservavo mentre cercava di infilarsi in bocca quel cappellone e con la bocca tappata emetteva dei gemiti da vera troia:
-uhhhh mhhhhhhh mh mh mh
Il ragazzo si fermò e scese dal lettino e rivolgendosi a Rosanna disse:
-signora a questo punto il massaggio è terminato ma se vuole fare sesso ho bisogno del suo consenso e di quello di suo marito per evitare eventuali accuse di violenza!
Lei mi guardò per chiedermi il mio parere ed io che sicuramente desideravo vederla godere annuii con la testa per acconsentire alla cosa.

Con il suo sorrisino malizioso si avvicinò a me e fece:
-adesso caro porco dimmi un po’ come vuoi vedermi così finiamo in bellezza!
-cara sopra di lui però rivolta verso di me!
Misero il lettino di fronte a me, il ragazzo si stese e lei si posizionò su di lui dandogli le spalle mettendosi accovacciato come per fare pipì e lentamente scendeva su quel cazzo!
Era una gran troia mentre cercava di infilarsi nella fica quella cappella che non riusciva ad entrare.

Mentre scendeva giù la vedevo digrignare i denti aggrottando il naso per il dolore:
shhh aiaaahhhh aiiihhhhhh shhhhhh ah ah ah
Con aria indisposta rivolgendosi al tipo disse:
-ma quanto cazzo ce l’hai grosso!!!
-beh signora usi un po’ di lozione!
-no no adesso faccio a modo mio!
Rosanna assunse un atteggiamento da vera troia che non aveva mai usato con me e la vidi fare una cosa che mi sbalordì.
Con una mano reggeva il cazzo duro e dritto del ragazzo mentre l’altra se la portò alla bocca e ci sputò abbondantemente sopra poi prese a spalmare la cappella bene bene.

Ripetè la stessa cosa un altro paio di volte e ritentò di farsi penetrare.
Strofinò più volte il glande sul suo clitoride e poi iniziò a farselo entrare.
Era uno spettacolo porno meraviglioso vedere la fica di Rosanna che si apriva lentamente e il suo clitoride rosso fuoco rimaneva tutto scoperto e in vista.
Finalmente il cazzone cominciò a entrare e Rosanna un po’ per il piacere un po’ per il dolore gemeva con la bocca spalancata
-ah ahhhhhh sasshhhhhhhhhh ashhhhhhhhhhhhhh ohhhhhhhhhhhhh
Il giovane preso dal piacere la tirava a sè con forza e ad ogni colpo la faceva strillare:
-ahii ahi ahi piaaaaano pianohhhh!!!!!
La puttana mi guardava con un’espressione di estasi con quella sua bocca aperta che ansimava senza sosta.

Le chiesi:
-tesoro ti piace vero!?
-o siiiiiii!!!!! oh siiiiiiii……ha un cazzo mostruoso sto tipo!!!!!!! ohhhhh ohhhhhhhhh!!!!
Lui iniziò a sbattere più veloce e lei urlava ancora di più.
Notai che i suoi occhi lacrimavano e le chiesi:
-amore ma ti fai male!?
-si caro ma mi piace e pure tanto!
A quel punto mi avvicinai a lei tirai fuori il mio cazzo che non ne poteva più e le dissi con tutto il mio desiderio:
-amore apri la bocca che te lo ficco in gola!
Lei accostò la bocca al mio cazzo e tenendo fuori la lingua se lo infilò tutto dentro:
-gh ghhh ghhhhhh ahhghhh ahggggg
Il ragazzo stava per venire e le chiese:
-signora si sposti sto per venire!
-no no sborra pure sborra pure caro! sto venendo anch’io! gli rispose-
Sborrammo tutti e tre insieme; il ragazzo nella sua fica e io nella sua gola.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *