Un sabato imprevedibile

Ieri sera come da programma sono uscita tutta vestita da troietta in calore in cerca di avventure sessuali,miniabitino nero,scarpe con tacco,autoreggenti nere velate,perizoma di pizzo nero,parrucca mora,trucco completo e depilazione totale..insomma una gran bella topina viziosa e porca…mi reco come sempre ai laghetti,dove al sabato sera girano parecchie auto e pochi camion..dopo una breve perlustrazione fermo l auto in un parcheggio con tre o quattro auto in attesa e scendo per esibirmi..cosa che adoro..tipo apro il baule chinandomi e facendo vedere il culetto col perizoma,girando attorno all’auto..cose così..sculettando come al solito..aggiustandomi le autoreggenti..fumando una sigaretta in modo provocante..si avvicina un gentilissimo marocchino,parlava bene l italiano,il pacco era abbondante..decido di dargli corda..di solito sinceramente li evito..per una questione di..uhm..poca igiene..ma questo era davvero carino..si presenta..Omar..mi piace..non era molto pratico,cosa che mi piace..lo prendo per mano e lo porto a fare un giretto intorno al laghetto..non c’era nessuno,solo il sentiero illuminato,e le panchine vuote..siamo arrivati Omar..mi chino..gli slacciò i pantaloni sentendo un cazzo enorme e duro..gli metto un preservativo con la bocca(di solito no ma prevenire è meglio che curare)..beh..ragazzi..era profumato cazzo..ed era così duro e grosso.. incredibilmente mi chiede”ma sei uomo o donna??”…ahahah…non avete idea di che piacere faccia a una troietta travestita una domanda così..gli dico..oggi sono femmina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *