Taboo 2

In famiglia siamo:
– mio padre, 70 anni attualmente in pensione, occhi chiari, un pò di pancetta, ma mi fa sempre arrapare (anche se non tanto quando ero più giovane);
– mia madre 56 anni casalinga, un seno spettacolare 8 di misura un pò bassina di statura. (essendo gay non lo mai vista in termini sessuali)
– ed io, 30 anni con un aspetto normale (ossessionato dall’i****to da quando ne avevo 13/14 anni).

Ricordo ancora oggi quel giorno in cui mia madre dovette partire per qualche giorno a Roma per partecipare al matrimonio di sua nipote (in realtà era anche una buona scusa per incontrare il suo “amico” conosciuto su Facebook). Mio padre è sempre stato un tipo a cui piaceva scopare duro, senza sentimento (un pò come se andasse a puttane). Per soddisfare le sue esigenze sessuali, da quando con mamma non faceva più niente, si dilettava nelle sue abituali seghe mattutine in bagno o in sala da pranzo (dove non va mai nessuno), ove spesso lo spiavo e mi eccitavo tantissimo.

Il giorno dopo la partenza di mia madre, beccaio papà in un’altra delle sue seghe, essendo io un patito dell’i****to, mi venne una folle idea. Mentalmente progettati un modo per stuzzicare mio padre, pensando che in seguito ad anni senza scopare con nessuno, si sarebbe arreso ai suoi impulsi.

Fatto tra me e me questo discorso, il pomeriggio accesi il PC per trovare dei bei porno, lasciai la porta della mia stanza socchiusa (in modo che chiunque da fuori avesse una decente visuale) avviai il video del film “Taboo II” con un volume alto e iniziai lentamente a masturbarmi, non ci volle molto prima che papà si accorse di strani vagiti provenienti dalla mia stanza.

Quello che non mi aspettai, era che lui subito entrò nella stanza senza preavviso chiedendomi che cosa stessi facendo (nel mio “piano” lui doveva spiarmi da fuori e masturbarsi in contemporanea con me per poi scoprirlo e fargli delle avance), io sorpreso, risposi che stavo guardando un porno come faccio spesso, gli domandai: non è che vuoi vederlo come me? è uno dei miei film preferiti!
Lì per lì lui rifiutò e mi disse di chiudere quelle cose.

Io improvvisai dicendo che non c’era nulla di male e che ad ogni maschio serve un imput per scaricare le voglie sessuali.

Mio padre rimase in silenzio per un paio di minuti, poi intervenni io con tanto di sfrontatezza e gli chiesi: tu come fai papà? come ti sfoghi? ti ho sentito spesso masturbarti di nascosto, cosa usi per eccitarti?

Lui mi disse: ma che vai blaterando?! Io: dai papà non c’è niente di male, anzi! E’ vero, noi non abbiamo mai affrontato l’argomento “SESSO”, ma se vuoi possiamo farlo ora, tra l’altro mamma non c’è, possiamo essere onesti su tutto quello che riguarda i nostri gusti sul Sesso (non gli ho mai detto apertamente di essere gay, ma non avendo portato mai una ragazza a casa e non parlando di loro, perso che un’idea se la sia fatta).

(Prendo il coraggio in mano e dico) Dai papà inizio io, ti mostro la mia collezione di film porno che rispecchiano le mie fantasie e i miei desideri. Papà sono tutti film a tema i****to, non sò perchè ne sono attirato ma è così, gli domando: ti è mai capitata una cosa simile papà?

Certo che no!! rispose lui. Mi domanda poi: che tipo di i****ti preferisci? Io: beh con genitori, con fratelli, con cugini e zii.

Papà: WoW!! non l’avrei mai immaginato, non ti ho mai visto guardare la mamma i quel modo!! Io: non la mamma, papà confesso che sei tu l’oggetto della maggior parte delle mie fantasie.

Lui: COSA?? PERCHE’?? Io: credo perchè sei l’unico altro uomo in casa e i ragazzini hanno bisogno di confrontarsi con qualcuno come loro, almeno anatomicamente parlando!

Io: a te papà cosa piace? Lui: mi sono sempre piaciute le tette grosse e i capezzoli, come quella di tua madre, che però non mi fa toccare da anni.

Io: ma perchè non te le fa toccare? Lui: non gli piace la mia scopate da stallone, mamma preferisce le coccole e i preliminari, che a me non piacciono.

Io: beh a noi maschi piace andare dritti al sodo. Ma allora, a cosa/chi pensi durante le tue seghe? Lui: non dirlo a mamma però, penso a quella troietta dell’ex amica di tua madre, la rossa! aveva le tette come quelle di mamma, grosse e poi ricordo che ogni tanto ci provava anche se io non potevo ricambiare visto che c’era sempre mamma davanti.

Io: papà, sei mai stato con altre donne? Lui: purtroppo no! Io: nemmeno dopo che tu e mamma non scopavate più? Lui: No, neanche!

Io: CAVOLO!! capisco le tue seghe, nemmeno io faccio sesso da un pò! Lui: visto che stiamo parlando apertamente, che ne dici di vederci uno dei tuoi film porno? Io: SI OK 😀

Misi sù un film che parlava sempre di i****to, dopo un pò a papà inizio a diventare duro, ed anche a me.

Entrambi iniziammo ad accarezzarci l’uccello (non reciprocamente), lo tirammo fuori ed io ero in estasi nel vedere il suo cazzone (19 cm) tutto duro.

Io: papà ma è bellissimo il tuo cazzo?! Lui: figliolo, anche il tuo non scherza!!

Continuammo a masturbarci con lui che guardava il film e io che guardavo lui, ero talmente eccitato che sbavavo letteralmente.

Io: papà sei una forza, dico davvero!! la mamma è una pazza non volerlo.

Lui: Grazie ragazzo mio!! ti va se ti sborro in faccia? è una cosa che facevo sempre a mamma. Io: oh si papà, ti prego 🙂

Alcuni minuti dopo, i suoi caldissimi umori si posarono violentemente sulla mia faccia e qualche goccia finì anche in bocca. Io invece sborrai nella mia mano e papà volle leccarmi tutto per sentire il sapore della sua prole.

Nei giorno seguenti, continuammo a guardare porno e a segarci.

Poi mamma tornò a casa dal suo viaggio e quella pacchia purtroppo finì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *