schiava trav 3

Non aveva ancora sceso le scale che Lui mi sbatte contro il muro …il volto quasi schiacciato contro la parete mentre mi abbassava i pantaloni e mi strappava di dosso il cardigan senza nemmeno aprirlo…..
” Ti prego potrebbe tornare!!!!” supplicai…” Me ne fotto ,anzi meglio cosi vede ciò che sei in realtà!!! ”
Rimasi vestita solo dell’intimo e della sottoveste. mi prese per un braccio e mi portò in stanza da letto.

“Ora lo farai con me nel tuo letto matrimoniale e tu sarai la mia sposa schiava, togliti le mutandine il buttplug e toccati il buchino mentre mi spoglio cagna”
Mi rendevo conto del pericolo che correvo ma ero inebriata, inebetita, vogliosa..osservavo il suo corpo nudo mentre mi scopavo con le dita….
” Ti piace il cazzo del tuo uomo vero? Vieni a succhiarmelo svelta…inginocchiati!”
Succhiai come la più esperta delle puttane …l’asta la cappella e le palle nemmeno un millimetro veniva dimenticato dalla mia lingua, pompavo come un’ossessa ma non volevo che mi venisse in gola..lo volevo dentro di me….

mi stava succedendo una cosa sconvolgente mi stavo innamorando del mio Padrone…volevo essere la sua donna.
Distenditi e apri le gambe voglio scoparti come la femmina che sei…..e voglio vederti in faccia mentre lo faccio …voglio baciarti e farti gustare il sapore della mia saliva e della mia lingua in bocca…devi imparare a baciare gli uomini troia!
Detto questo mi infilò la sua virilità dentro di me …mi chiavava nel letto di mia moglie …come fosse stata una luna di miele….

ogni colpo sembrava una stantuffata prima lenta poi veloce il culetto pulsava attorno il suo membro…impazzivo…. ma la cosa non durò molto perché usci da me …mi guardò negli occhi e io languidamente dissi:”Perchè Padrone? “Perché non lo meriti puttana…. ora me ne vado ma mi farò vivo presto…ti contatterò per cellulare o via WhatsApp e seguiranno vari ordini..ora apri il tuo armadio butta in questo sacco tutti i tuoi pantaloni eccetto tre paia di tua scelta poi tieni due paia di slip e due paia di calzini….

qualche maglione e due paia di camicie…nient’altro..mi farò vivo presto prepara dei soldi per fare un po’ di shopping se non li hai procurali….
Se ne andò portando con se il sacco con i miei indumenti e lasciando nel mio corpo il vuoto…mi osservai allo specchio ero vestita come una cagna in calore e dietro di me un tatuaggio che nessuna donna con il cervello a posto avrebbe mai potuto farsi disegnare…mi stavo sedendo decisa di spogliarmi e cambiarmi quando mi suonò il cellulare…numero sconosciuto….

“Pronto?” “Ciao troia sono il tuo tatuatore ti aspetto nel mio negozio tra una mezzora…. “
Non sapevo nemmeno io cosa fare ma il mio istinto mi diceva che avrei dovuto contattare il mio Padrone e chiedere a Lui.
Chiamai il mio Signore al cellulare sapevo che non lo avrei disturbato perché sicuramente era appena partito per tornare a Padova.
Lui mi rispose al cellulare e dopo aver sentito ciò che mi era stato proposto dal tatuatore si disse d’accordo ad una condizione che avrei dovuto farmi pagare per la marchetta ….

10 euro per ogni pompino 20 se con ingoio 50 per un’inculata 100 senza preservativo
150 per le leccate di culo 1000 euro per una gangbang senza limiti. I soldi mi sarebbero serviti per rifornire il mio nuovo guardaroba. Per quanto riguarda invece il mio tatuaggio il mio Padrone mi ha detto che lo avrebbe pagato lui riservandosi ovviamente di farsi restituire la cifra da me nelle modalità da lui scelte.
Avvisai poi mia moglie dicendole che avrei dovuto lavorare di notte all’albergo dov’ero impegnata per la malattia di un mio collega e mi avviai verso il negozio del tatuatore.

In perfetto orario arrivai al luogo dell’incontro (erano intorno alle 21. 30 ) suonai il campanello…. la porta si socchiuse e dall’altra parte mi venne chiesto chi ero. “Gabriella” risposi. “Bene troietta togliti pantaloni maglione giubbotto e scarpe e rimani in intimo …passami i vestiti e poi entra !” Eseguii con la paura di essere vista…. in fin dei conti anche se era sera e non passava nessuno ero in strada vestita di intimo sexy e la paura era enorme.

Appena dentro faticai a vedere ..le luci erano spente. le uniche indicazioni erano vocali prosegui quindi a tentoni tra sedie pareti e mobili vari finchè le luci si accesero…. sobbalzai…. intorno a me c’erano una decina di uomini completamente nudi una buona parte di loro tatuati e palestrati solo due anziani e dal corpo che rasentava il ribrezzo …..
“Bene signori come vi avevo detto in precedenza questo è Gabriele ma per il suo Padrone e per tutti noi è e sarà sempre Gabriella,la sua bocca il suo culetto le tettine il naso le orecchie e qualsiasi parte del suo corpo è a vostra disposizione,la schiavetta infatti avrà bisogno in futuro di parecchio denaro visto quello che il suo Padrone ha in mente per lei…non solo il suo guardaroba ma anche cure estetiche e molto altro….

ho parlato da poco con il suo Master e lui mi ha descritto un prezzario per le prestazioni della troia..ma io sarei grato a tutti voi se faceste un’offerta libera che aiutasse la poverina. Detto questo iniziamo i giochi…siete pregati di mettervi comodi …. mettete a disposizione i vostri sederi e i vostri buchini …. gabriella vi leccherà come mai avete provato in vita vostra…CONTINUA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *