OSPITATO DA MIA ZIA

OSPITATO DA MIA ZIA

Vi racconto la favola che sto vivendo iniziata da circa tre mesi cioè da quando sono ospite a casa di mia zia Cristina. Lei è una donna di 58 anni rimasta vedova da quattro , vive sola in un paesino di montagna in una piccola casa che rimane isolata così sapendo che io avevo terminato gli studi universitari e non lavoravo mi ha proposto di darle un aiuto , zia da sempre come lavoro affitta appartamenti di sua proprietà e avendo bisogno di una persona ha pensato a me.

Oltre ad ospitarmi mi dava la possibilità di poter guadagnare qualcosa in attesa di trovare un lavoro , così sono arrivato da lei con molto anticipo rispetto all’inizio della stagione invernale avendo tutto il tempo necessario per prendere istruzioni. In quel periodo c’era poca gente in paese , da quando era finita la stagione estiva la maggior parte delle attività erano chiuse per ferie così come gli alberghi , infatti per trovare più vita dovevamo scendere in città cosa che succedeva solo per urgenze in quanto rimaneva lontano.

Uscivamo da casa solo per andare a fare piccole manutenzioni agli appartamenti o la spesa per mangiare nel piccolo negozio di alimentari , altrimenti le nostre giornate le passavamo chiuse in casa ma devo dire che non mi dispiaceva per niente in quanto fuori faceva brutto tempo con pioggia e freddo , inoltre mi faceva piacere stare da solo con mia zia che ho avuto da sempre un ottimo rapporto. Ho provato verso di lei una forte attrazione che negli ultimi anni è aumentata portandomi a fantasticare , nonostante vicina all’età di 60 anni è in forma strepitosa e vi posso confessare che spesso mi faccio seghe pensando a lei.

Zia in qualsiasi momento del giorno sotto il profilo estetico è perfetta , leggero trucco , unghie di mani e piedi ben curate con smalto , labbra carnose , culo tosto , tutta depilata e chiudo la presentazione con le sue tette di quarta misura abbondante. Anche quando avevo rapporti regolari con ragazze della mia età sognavo di fare sesso con mia zia , il mio pensiero però era impossibile che poteva avverarsi invece inaspettatamente è diventato realtà continuando ad oggi anche con l’aggiunta di nuove esperienze.

Tutto inizia un giorno che come tanti altri dato il lungo digiuno di sesso mi stavo segando sdraiato nel letto della mia camera , ho 25 anni e non mi vergogno ad ammettere che ultimamente il mio sfogo è con le seghe , ero completamente nudo che guardavo una rivista porno aumentando la mia eccitazione. Zia Cristina si stava riposando in camera sua ed ero sicuro di sentirla se usciva , sfogliando le pagine avevo il cazzo tutto in tiro che è di notevole dimensioni per la precisione lungo 22 centimetri e bello erto , mi stavo masturbando e con il cazzo in mano pensavo a lei godendo ancora di più , il mio respiro era diventato intenso e con gli occhi socchiusi la mia testa era assente.

Non mi era mai capitata una simile cosa , preso dal piacere facendo piccoli gemiti non avevo sentito che zia si era alzata , inoltre avevo lasciato la porta socchiusa così con i miei lamenti ho attirato l’attenzione di lei che ha aperto la porta tanto che io nemmeno mi sono accorto. La zia indossava la vestaglia da camera senza niente sotto in quanto andava in bagno per fare la doccia , quello che i suoi occhi stavano guardando era uno spettacolo fantastico che ormai da diversi anni non vedeva.

Non aveva mai tradito il suo uomo , nemmeno dopo la scomparsa ma questa volta non ha resistito alla tentazione e la sua mossa mi ha fatto sparire la vergogna per cosa aveva scoperto mia zia su di me. Aprendo gli occhi per un attimo vedo zia vicina al letto , non sapevo cosa fare ma ormai mi aveva scoperto e cercai di coprirmi con le coperte ma lei invece mi fermò , sorridendo disse che dovevo stare tranquillo e rilassato aggiungendo che non doveva sapere niente nessuno.

Mentre continuava a parlare prese il mio cazzo in mano , diceva che suo marito per altro mio zio anche se di secondo grado aveva il cazzo tanto piccolo e questa per lei era l’occasione per riscoprire il piacere del sesso. Di certo mia zia non immaginava che ero un gran porco , ancor meno di scoprire in me un forte interesse per le signore della sua età che mi sono sempre piaciute al punto che sono le mie donne preferite.

Zia si è piegata sul mio arnese mettendolo in bocca , lo succhiava molto bene facendomi fare gemiti quando con la lingua mi leccava la cappella , con il muoversi per fare il bocchino si era allentata la cinta della sua vestaglia facendo uscire quelle mammelle che subito ho palpato. Il mio sogno si era avverato , zia si era levata la vestaglia che portava e tutta nuda seguitava a fare il pompino , aveva un fisico meraviglioso con le pelle liscia e profumata , dimostrava molti meno anni di quelli effettivi , metto la mia mano nella fica depilata e tutta bagnata masturbandola delicatamente.

La sentivo godere con il mio cazzo in bocca , sembrava che stavamo girando un film porno con tutti gli ansimi che facevamo , tiravo fuori le mie dita dalla fica e le leccavo lasciandomi in bocca un sapore e un profumo sensazionale , sentivo che stavo per venire e avvisai la zia non conoscendo le sue intenzioni invece senza problemi si fece sborrare in bocca e ingoiando tutto. Si mise distesa al mio fianco , ormai ci eravamo tranquillizzati e come due innamorati ci siamo abbracciati per poi pomiciare facendo intrecciare le nostre lingue , era arrivato il mio turno , mi sono posizionato sopra di lei iniziando a pennellare con la lingua il suo corpo partendo dal seno succhiando quei grandi capezzoli , scendendo sono passato alla fica sextenando un vero delirio in lei per quanto godeva e arrivavo anche al buco del culo.

E’ impazzita quando ho infilato il cazzo nella sua fica che non prendeva da anni e quel poco era ben più piccolo , l’aspetto che aveva la fica di zia sembrava quello di una ventenne , aumentando le spinte è venuta facendo un lungo orgasmo con delle grida che fortunatamente nessuno poteva sentire. Mi sentivo estremamente carico e senza fermarmi l’ho fatta mettere sopra di me , la scopavo che era seduta sopra il mio cazzo , mi diceva che lo sentiva fino in fondo e non aveva mai goduto in questo modo.

Poi ci siamo alzati dal letto e in posizione della pecorina abbiamo continuato , mia zia ancora non era sazia e la scopavo in ogni modo , da dietro tenevo le sue tette in mano strizzando ancora i capezzoli. Nella stanza si sentivano solo gemiti anche se zia urlava più , ho tirato fuori il cazzo dalla fica avvicinandolo al suo culo che lo volevo , inizialmente lei non voleva in quanto non lo aveva mai fatto ed era vergine ma si è convinta nel sentire la mia cappella strusciare nel buco.

Piano piano ho infilato il mio bastone nel culo di zia che diceva di sentire tanto dolore , dopo qualche secondo è arrivato il piacere e come una troia di mestiere lo voleva tutto , mentre la inculavo facevo i ditalini per poi venire insieme. Nella prossima storia vi racconto come continua con mia zia e chi si è aggiunto con noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *