IO E LA MIA NIPOTINA PREFERITA (PART 6)

K: – E chi ti ha detto che io mi voglia salvare……..vorrei solo godere con un uomo, come non faccio da tempo.
G: – Beh questa provocazione e’ ingiusta…..mi stai facendo soffrire, lo stai facendo soffrire, vuole uscire…..
K: – Tiralo fuori……poverino!
G: – Tu dove sei?
K: – Sono nel letto…..vuoi venire? (faccina maliziosa)
G: – Se potessi correrei subito, cosa hai addosso?
K: – Fa caldo, ho solo una canottiera e lo slip
G: – Te lo posso togliere?
10 secondi di silenzio
K: – Si…zio
G: – Allora immaginami li’ con te, tu sei girata su un fianco e io sono dietro di te.

Ti sfilo lo slip con tutte e due le mani (toglilo), poi ti passo una mano sulla pancia e ti tiro a me.
K: – Sto bene cosi’ zio, mi sento protetta e desiderata…..
G: – Cosa senti?
10 secondi di silenzio.
K: – Sento qualcosa che mi preme tra le cosce.
G: – Qualcosa? Chiamiamo le cose con il loro nome.
10 secondi di silenzio
K: – Zio…..sento il tuo cazzo che vuole prepotentemente infilarsi tra le mie cosce….

G: – Ti piace la sensazione?
K: – Dio si…..mi tocco tra le cosce……mamma mia sono gia’ tutta bagnata.
Che cosa mi stai facendo zio……..forse e’ meglio che la finiamo qui.
G: – No non voglio…voglio sentirti mia
K: – Si anche io……allora prendimi…fammi godere
G: – Ti stai toccando il bottoncino?
K: – Si zio…. si…. oddio mi gira la testa…..
G: – Solleva la gamba, voglio entrarti dentro…..
K: – Oddio zio…..cosa stiamo facendo……pero’ non fermarti…..
G: – Ecco appoggio la punta del mio cazzo tra le tue grandi labbra…..
K: – Si ti sento, lo sento…..e’ grosso e duro, vieni….

vieni dentro di me…..
G: – Sono dentro, come sei calda Katrina……calda e stretta…..mi muovo un po’ avanti e indietro……. sei calda…..ti accarezzo la pancia e poi infilo la mia mano
tra le tue cosce……. ecco il bottoncino ora penso io a te…..
K: – Zio mi sento male…..sto per svenire……
G: – Come sei svenuta oggi pomeriggio in bagno, mentre ti masturbavi?
K. – Ma mi hai visto?
G: – Si dal buco della serratura…..ti ho visto
K: – Vengo zio, sto venendo…….

oddio……. che gusto……. oddio
mio mi sento male……..vengo
G: – Anche io amore mio dolce………sto sborrando nella tua fica…….
ti riempio tutta…..
K: – Mi sento piena di te del tuo sperma…..stringimi……stringimi
piu’ forte che puoi e non mi lasciare.
Poi 1 minuto di silenzio.
G: – Katrina, ci sei?
30 secondi di silenzio
K: – Si zio sono qui, non avevo mai goduto cosi’ forte come con te, e solo con le parole,
non posso immaginare come sarebbe dal vivo!
G: – Beh se vuoi possiamo scoprirlo insieme.

K: – Non so se sarebbe giusto……. gia’ abbiamo oltrepassato i limiti…..
ma certo la cosa mi intriga.
G: – Lasciati andare alle tue sensazioni…..
20 secondi di silenzio
K: – Giovedi’ prossimo vengo a Roma la mattina a trovare un’amica. Le posso dire che
nel pomeriggio ho da fare e cosi’ mi libero. Mi porti a pranzo al mare?
G: – Certo, ti porto a pranzo in un posto magnifico, una vecchia
stazione di posta ristrutturata in un resort di lusso.

Ci sono anche delle bellissime camere.
K: – Beh allora non mettiamo facciamo programmi. Lasciamoci andare e quello che sara’ sara’.
Zio ho un lago tra le gambe, devo andarmi a lavare, se Daniele mi vede cosi’ chissa’ cosa pensa.
G: – Beh ti laverei io come ho fatto oggi pomeriggio prima di portarti a letto…..
K: – Mamma mia, mi hai anche lavato, che cosa altro hai fatto che non mi hai detto? (faccina imbarazzata)
G: Te lo diro’ quando ci vediamo.

Buonanotte amore mio.
K: – Buonanotte zio…..e grazie!
E’ solo martedi’, non vedo l’ora che venga giovedi’!
(6-continua).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *