Il trasferimento

Durante una conversazione a casa fu accennata un’ipotesi di trasferimento al nord. Io non volevo che accadesse perchè qui avevo i miei amici, la mia zia preferita (protagonista di tante mie seghe) e tante altre cose. Se ne parlò per diverso tempo ed ecco che giunse la notizia definitiva: CI TRASFERIAMO. Così prima di partire andammo a salutare tutti i parenti, quando andammo da mia nonna con la quale convive la mia zia ne approfittai per spararmi una sega e sborrare su una foto di mia zia che ha esposta (chissà se si sia accorta) e di prendermi un suo reggiseno come ricordo.

Arriva il giorno stabilito e così partiamo… Arrivati alla nuova casa il meteo portava già di per sè un pò di nostalgia di casa….
Così presi il reggiseno che tenevo nascosto di mia zia e mi andai a sparare la prima sega “nordesca” sborrandoci dentro e quasi al sentire l’odore del suo seno; decisi di tenere nascosto sempre con me quel reggiseno quasi come un portafortuna nascondendomelo sempre nei pantaloni.
Passarono i giorni e iniziai un pò ad esplorare il paese ma sopratutto conobbi i vicini (proprio qui è concentrata la storia).

Io principalmente conobbi solo il ragazzo alla quale gli facevo da doposcuola (lui andava alle medie e io alle superiori) e man mano iniziai a prendere confidenza con questo “ragazzino” così lui venendo da me una volta finimmo presto i compiti e al’improvviso ci ritrovammo a vederci un porno e fu proprio ad allora che lui mi disse che sua madre li vedeva anche lei e sopratutto aiutava il figlio talora con pugnette siccome il padre ormai non c’era più e quindi era libera (vedova).

A ciò mi eccitai ed ero curioso di vedere questa sua madre com’era fatta così il giorno dopo accettai il suo invito di giocare alla console da lui proprio per vedere questa sua madre.. e vidi una RAGAZZA (si proprio così perchè era giovanissima) con capelli lisci neri, abbastanza alta, seno prosperoso e con leggins tutti attillati che mettevano in risalto quel suo culo praticamente bellissima. Nella mia mente subito apparse un pensiero erotico di farmela.

Passavano i giorni e frequentavo sempre più spesso la sua casa. Un giorno dovemmo fare i lavori nel bagno di casa mia e lei ci mise a disposizione il suo sia per i bisogni che per una doccia. Attesi il giorno successivo con trepidazione perchè essendo sabato i lavoratori venivano in tardi mattinata e mia madre e mio padre andavano a lavoro mentre il figlio era a scuola. Così mi svegliai presto e decisi di approfittarne..bussai e mi aprii lei ancora in pigiama e quindi senza reggiseno col suo seno che si vedeva tutto sotto la maglietta imbarazzato le dissi <<GIORNO SCUSA LELLA SE TI HO DISTURBATO VOLEVO CHIEDERE SE POTEVO FARE DOCCIA MA VEDO CHE SEI ANCORA IN PIGIAMA MAGARI PIù TARDI SCUSAMI DEL DISTURBO>> lei mi rispose <<BUONGIORNO MA NON PREOCCUPARTI, DA POCO SE NE è ANDATO A SCUOLA ALESSANDRO PER QUESTO STO ANCORA IN PIGIAMA, FAI PURE NON PREOCCUPARTI>> così presi le mie cose e mi accomodai nel bagno.

Feci doccia e nel frattempo pensavo a come scoparmela così mi venne un’idea e corsi il rischio di metterla in atto. Accorgendomi di aver dimenticato l’asciugamano la chiamai:
<<LELLA SCUSAMI HO DIMENTICATO L’ASCIUGAMANO ME NE PUOI PASSARE UNO?>> lei rispose:
<<CERTO VEDI SI TROVANO NEL MOBILE STESSO NEL BAGNO>> ma non potevo trovarle io altrimenti non sarebbe venuta e così le dissi:
<<NON LE TROVO FORSE SARANNO TUTTE SPORCHE>> e lei rispose
<<ASPETTA CHE ARRIVO IO>> così mi eccitai sentendo i suoi passi avvicinarsi fin a quando bussò alla porta e disse <<POSSO?>> io le risposi di si così lei aprì ed entrò e disse <<NON TI GUARDO NON PREOCCUPARTI (sorridendo) LE ASCIUGAMANI STANNO QUI>> dicendo ciò si chinò per prenderle da sotto il mobile a quel punto dovevo agire così uscì da dietro la tenda che solitamente si trova davanti alla doccia col cazzo in mano, lei rimase sorpresa e disse <<SUBITO ESCO NON PREOCCUPARTI>> la fermai e la tirai a me appoggiandogli il cazzo vicino e lei disse:
<<MA SEI IMPAZZITO?>>
io <<NO, COSA C’è DI MALE?>>
lei <<CHE NON POSSO>>
io << E A CHI DEVI DAR CONTO? IO SO CHE TI MASTURBI E SPESSO AIUTI TUO FIGLIO, POI SEI VEDOVA NON HAI BISOGNO DI SFOGARE ANCHE TU?>> e inizia a baciarla.. forse con quelle parole, e neanche io me lo aspettavo stette al bacio; ci scambiammo un lungo bacio con la lingua,dopodichè mi lanciai con la testa nel suo seno e iniziai a leccargli i capezzoli mentre lei mi accarezzava.

A quel punto si mise in ginocchio ancora con quel suo pigiamino che la rendeva ancora più eccitante e iniziò a succhiarmelo, mi fece un pompino favoloso perchè succhiava con tanta passione e tenacia. La spogliai del tutto e la chinai subito a pecorina d’altronde era il culo il suo punto forte e iniziai a incularla sul tappetino del bagno mentre lei ansimava a tutta forza <<SISII INCULAMII INCULAMIIIII>> e spingevo sempre di più fin quando lei stessa disse <<FERMATI DEVI METTERMELO TUTTO DENTRO, LO VOGLIO LO VOGLIO>> e così feci andammo sul letto e lei si mise sotto di me e iniziò ad allargare le gambe per accogliere il mio cazzo e mentre la penetravo ci scambiavamo baci passionevoli.

Il mio cazzo ormai arrivò al culmine del piacere e doveva sborrare, così si rimise in ginocchio e la sborrai tutta su quel bel viso che aveva e facendola anche delle “meches” bianche nei capelli. Concluso il rapporto eravamo ormai tutti sudati così decidemmo di andare a fare la doccia insieme dove ci scambiammo altrettanti baci amorevoli. Da allora ho avuto un rapporto attivissimo con lei e per questo non ho più risentito la mancanza del sud…lei ormai in me ha ritrovato il suo nuovo partner e anche quando scendiamo insieme nessuno si accorge della differenza di età perchè lei oltre ad essere molto bella è anche molto giovane.

Il figlio inizialmente non accettava questa situazione così come i miei ma poi spiegando anche i motivi alla fine non hanno potuto niente.
Ovviamente in questo racconto ho mancato la parte di quando siamo stati beccati e quindi scoperti (perchè c’è stato un bel arco di tempo dove abbiamo praticato ciò di nascosto senza che nessuno se ne accorgesse). Ah quasi dimenticavo, adesso aspettiamo anche una bella bambina :).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *