Dedicato a cockformywife

Insieme a cena,una bella tavolata con parecchie persone,quindi c’è confusione e stiamo festeggiando, tu sei vicino a me,al fianco destro,mentre mangiamo ti allungo una mano sulle cosce e tu che sobbalzi per la cosa inaspettata,con la tua mano cerchi di togliere la mia per paura che si accorgono di noi,io però insisto,quindi c’è una specie di lotta ma io ho la meglio,ti prendo la mutandina e te la tolgo piano piano e tu complice la fai scivolare lungo le tue cosce,mentre ti si bagna la fica per la situazione che si è creata.

la fai cadere a terra,io faccio cadere la forchetta per prenderla e nasconderla dentro al tovagliolo,l’avvicino al naso e odoro a pieni respiri,con la mano ti accarezzo la passera tutta bagnata. sei diventata un laghetto. le mie dita che scivolano facilmente sul clitoride e sento le tue cosce serrarsi violentemente per l’orgasmo imminente,non soddisfatto rifaccio cadere la forchetta ma questa volta mi metto in ginocchio e ti allargo le gambe,con la lingua stuzzico il clitoride e poi lecco tutte le labbra scendendo al buco per infilartela dentro , tu che tossisci e a malapena riesci a trattenerti,la gente è talmente presa con i loro discorsi inutili che neanche fanno caso a quello che succede,intanto risalgo su a succhiarti il clitoride, è mio e non me lo lascio scappare,lo serro in bocca e lo ciuccio completamente, le tue gambe sempre più larghe e il tuo bacino che si schiaccia sulla mia faccia.

sei tutta bagnata, sei un lago di umori deliziosi e profumati,con una mano mi prendi la testa e me la strusci tutta in faccia,lavandomela completamente, vuoi godere, ti vuoi sentire una troia, la mia troia e vuoi farmelo capire, ti metti il tovagliolo in bocca stringendolo tra i denti perchè l’orgasmo violento è vicino, le tue gambe che mi chiudono i volto in una morsa con colpi violenti di bacino per l’orgasmo ricevuto e poi il rilassamento per lo sforzo subito,mi rimetto in ordine e ritorno al mio posto,il tuo volto è rosso, i tuoi occhi languidi, soddisfatta.

però un sorrisetto malizioso si stampa sul tuo viso,vuoi ricambiare,tiri giù la mia lampo e lo tiri fuori,incominci con colpi lenti su e giù,su e giù sentendolo gonfiarsi piano piano nella tua mano fino a indurirsi completamente,la mia punta che si bagna e tu che ci passi la mano sopra,poi ti metti le dita in bocca per succhiare quella delizia,intanto il mio cazzo chiede di essere servito a dovere,fai cadere il tovagliolo, ti abbassi e lentamente ti avvicini con il volto sul mio cazzo,prima l’odori,vuoi sentire il suo profumo, te lo strusci sul volto,vuoi essere coperta di quell’odore,poi scoprendomi piano la cappella ormai sensibile a tutto quel gioco,ci passi la lingua sopra per assaporare il primo gusto, ti piace, sei avida e lo vuoi tutto, apri dolcemente la bocca e lo metti tutto dentro scendendo lentamente e risalendo altrettanto,incominciando una danza ritmica della tua testa su quel membro ormai straziato,sbocchinando a pieni colpi,lo senti caldo,gustoso e pulsante sotto la tua lingua,con le mani afferri le mie anche e con la bocca affondi sempre più velocemente, senti che è allo stremo, senti la cappella che si sta gonfiando per rilasciare quel liquido dolce e caldo dentro la bocca,non vuoi perdere neanche una goccia, eccola, sta arrivando,io che stringo le mie gambe e tu che aumenti il passo,arriva, arriva, sboommmm è uscita,è tanta ma non vuoi mollare,calda e deliziosa,la vuoi bere tutta e non vuoi perdere neanche un po, è tua e sei soddisfatta.

il tuo uomo è leggero di quel carico di sborra,rialzandoti e sedendoti,i 2 sguardi soddisfatti e amorevoli che si abbandonano a quel torpore si sessualità ricevuta. siamo soddisfatti e ci vogliamo bene,ce ne strafreghiamo di tutti, quello che c’interessa, siamo solo noi,il resto sono solo dettagli………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *