Con la “sorellastra”

Premessa non abbiamo alcun legame di parentela diretta non è i****to

Era un sabato sera come tanti in giro con i miei amici a bere qualche birra, entriamo in un bar erano le 2 di notte circa e c’era la mia sorellastra seduta ad un tavolo con le sue amiche, come mi ha entrare è arrivata subito a salutarmi e si uno con le sue amiche a noi 4. Bevuta qualche birra cacciato quattro chiacchiere la mia sorellastra mi ha chiesto se poteva dormire da me e gli ho detto di sì più che volentieri era da molto che non veniva da me a dormire e poi ero a casa da solo.

Passiamo un bella serata e ci avviamo verso casa mia lei era bellissima (non nego che è dalla prima volta che l’ho spiata mentre si spogliava che volevo scoparmela) indossava un vestitino veramente corto bianco e dei tacchi neri, arrivati a casa gli ho dato camera mia e io sarei andato sul divano,tempo di andare a lavarmi faccia e denti e ritorno in camera mia per prendere il caricabatterie scordandomi che ci fosse lei, e me la ritrovo li in piedi mentre si preparava per andare a letto con indosso solo un minuscolo perizoma di pizzo bianco che lasciava intravedere un pelo ben curato e senza reggiseno con quelle tette se pur piccole veramente ben fatte con i capezzoli duri, lei subito cerco di coprirsi come meglio poteva con le mani, ma ormai avevo già visto tutto e allora non so se per effetto dell’alcool o per quale motivo la guardai negli occhi o gli dissi che è da quando la conosco che avrei voluto dargli 4 bei colpi di minchia.

Lei all’inizio è rimasta stupita quasi scioccata ma pian piano ha lasciato cadere le braccia che coprivano il seno e con dolcezza si avvicina mi da un bacio sulle labbra e mi ha detto che non vedeva l’ora che glie lo dicevo è così con una mano si è calata leggermente il perizoma per poi lasciarlo cadere dolcemente fino ai piedi solo con il movimento di bacino, ero incredulo tutto quello che prima avevo solo visto da lontano adesso era lì tutta per me, la mia erezione non tardò ad arrivare e lei l’ha notata subito, dopo pochi istanti ci siamo ritrovati aggrovigliati in un bacio l’ho presa in braccio e l’ho posata sul letto con una mano la tenevo e con l’altra sono andato alla ricerca del suo boschetto,era un lago di umori bagnata all’inverosimile gli ho messo dentro un dito e poi due era strettissima calda un vero sogno.

Mentre io con una mano continuavo a toccarla lei prese coraggio e inizio a massaggiarmi il cazzo da sopra i pantaloni prima di tirarmelo fuori e iniziare un fantastico pompino, succhiava succhiava e succhiava gli ho detto che stavo per venire e ha succhiato ancora più forte finché non gli sono venuto in bocca una vera goduria vederla mandare giù tutto. La mia erezione non aveva intenzione a scendere a sapere che c’era lei nuda calda e pronta per me era troppo non ho resistito gli ho chiesto se era la prima volta e mi ha detto di si, stavo per fargli perdere la verginità ero emozionato,m’ha detto che prendeva la pillola quindi preservativo fuori dalle shitole, ho iniziato piano piano a toccarla ancora era sempre più bagnata sbrodolava e non ho resistito da andare a dargli una bella leccata sprofondando in quel pelo crespo e quelle labbra così belle e carnose con quel sapore sapido mmmmm, finito di leccargliela mi sono messo sulla schiena e lei mi è venuta sopra e mentre con una mano mi teneva il cazzo pian piano lo faceva entrare, all’inizio sembrava fargli male ma subito dopo ha iniziato a godere la sentivo contrarsi sul mio cazzo una sensazione meravigliosa.

Dopo un po abbiamo cambiato posizione con un gesto l’ho messa a 90 gli ero dietro,ammiravo quel bel culetto mentre la penetravo dolcemente, ad un certo punto lei mi chiede di fermarmi proprio sul più bello stavo per venire cazzo! Mi guarda intimidita e mi ha detto che anche se era la prima volta voleva provare l’anale, non me lo sono fatto ripetere due volte gli ho detto di succhhiarmi il cazzo insalivandolo per bene, l’ho rimessa a novanta e dopo un bel goccio di saliva su quel buchino piccolino ho iniziato a puntare la cappella con molta delicatezza per non fargli male,lei non diceva nulla solo una piccola smorfia di dolore non c’è voluto tanto che tutto il mio membro fosse dentro il suo culo,non c’e voluto tanto che sono venduto dentro di lei l’ho tirato fuori è una piccola scia di sperma ha iniziato a uscire.

Lei era molto soddisfatta e io di più in una notte sola gli avevo fatto perdere la verginità vaginale e anale, siamo andati avanti ancora per qualche istante a baciarci poi ci siamo addormentati abbracciati. Quando mi sono svegliato che l’ho vista ancora lì vicino a me ho avuto un’altra erezione l’ho svegliata con un bacio, quando ha visto che ero già pronto non ha esitato a farmi sborrare ancora con un bel pompino! Ci siamo alzati lei è andata a farsi una doccia mentre io sono sceso preparare la colazione per entrambi quando lei è scesa abbiamo fatto colazione insieme e l’ho riaccompagnata a casa sua.

Spero di rivederla presto e che succeda ancora magari trovando qualcos’altro da fargli provare

Spero che vi sia piaciuto l’ho scritto di gesto e sarà pieno di errori di ogni tipo, io spero vi sia piaciuto e se dovesse ancora succedere vi racconterò

Peace&love.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *